L’isola d’Elba fra avventura e natura: la meta ideale per le famiglie

Print Friendly, PDF & Email
isola d'elba

Come vuoi che sia la tua vacanza d’aprile con la famiglia? L’Isola d’Elba, la “capitale” dell’Arcipelago Toscano, è “aperta per ferie” e offre tutto questo e molto di più in una manciata di chilometri. Si può visitare le miniere, esplorare le dune sabbiose, avventurarsi in barca a vela alla ricerca delle balene, fare trekking a dorso d’asino o, ancora, passeggiare nel bosco alla scoperta delle favole o gareggiare nell’iron tour cross, uno dei pochissimi triathlon a tappe cross del mondo.


Isola d’Elba (Toscana) Con un intenso programma e un ambiente naturale pressoché incontaminato, l’Elba si candida come meta ideale per il periodo delle festività di aprile da vivere in famiglia, quando le scuole sono chiuse e si cercano nuovi spunti per trascorrere le vacanze in modo differente.

Ecco una panoramica delle proposte da vivere in famiglia:

DISCESA NELLE MINIERE. La Miniera di magnetite del Ginevro è il giacimento più grande d’Europa ed è considerata una riserva strategica di ferro dallo Stato italiano, tanto da essere tutt’ora tutelata per la sua importanza.

Muniti di caschetto e di spirito d’avventura, grazie all’aiuto delle guide, si potrà scendere “nella pancia dell’isola” immergendosi in una visita esperienziale. Come vivevano i minatori? Quali abitudini permeavano la piccola comunità dedicata agli scavi? Cosa voleva dire lavorare sottoterra? La visita risponde a queste e altre domande, in un percorso articolato lungo i cunicoli e gli spazi comuni della miniera, in cui si avrà più di una volta la sensazione di vedere l’attività ancora in corso, anche grazie alla presenza di strumentazioni lasciate in loco subito dopo la chiusura negli anni ‘80.

Sono previsti due percorsi: quota +6 pianeggiante e adatto a tutti, anche ai più piccoli, o quota -24, che prevede la discesa di 220 scalini (minimo 12 anni).

SOMARERIA: ALLA SCOPERTA DELL’ISOLA IN COMPAGNIA DEI SOMARELLI. Un modo diverso di fare trekking, cioè camminando in compagnia dei somari, l’unico antico supporto dei contadini elbani. Attraverso il contatto con animali docili e mansueti come i somari, si può conoscere il territorio elbano sia dal punto di vista naturalistico sia approfondendo la loro storia in un percorso storico a ritroso nel tempo, partendo dagli antichi frequentatori degli stessi sentieri fino all’epoca recente. Un viaggio nel tempo tra tradizioni e cultura rurale, completato dalla visita al Museo della civiltà contadina.

Le escursioni, per luoghi percorsi e temi trattati, sono adatte a chiunque: adulti e bambini di tutte le età.

isola d'elba isola d'elba miniere

WHALE WATCHING IN BARCA A VELA.Un’esperienza indimenticabile adatta a tutti, in cui è possibile osservare i cetacei nel loro ambiente naturale e apprendere le buone pratiche da seguire durante l’attività del whale watching. A bordo dell’imbarcazione è sempre presente un’educatrice ambientale esperta di cetacei, pronta a commentare gli avvistamenti e a fornire informazioni più approfondite sulle 8 specie di cetacei che popolano l’area marina dell’Arcipelago Toscano.

Grazie alla presenza a bordo dell’istruttore di vela, è possibile apprendere le buone pratiche da seguire durante la navigazione per non recare disturbo agli animali. In caso di mancato avvistamento, verranno fatte delle soste per praticare snorkeling.

I partecipanti all’escursione collaborano a tutte le fasi della navigazione: dai turni al timone all’attività di ricerca, alla raccolta dati, alla vita di bordo, alla socializzazione e condivisione.

L’Isola d’Elba è situata al centro del Santuario dei Cetacei Pelagos, la prima area del Mediterraneo protetta che nasce da un accordo tra Italia, Francia e Principato di Monaco per la protezione dei mammiferi marini che lo frequentano.

 

ESPLORARE LE DUNE SABBIOSE DI LACONA. Chi poteva immaginare che le dune non si trovassero solo nel deserto ma anche qui da noi in Italia, all’Elba? Nel versante meridionale dell’Isola c’è l’unico esempio di habitat naturale di costa sabbiosa superstite in tutto l’Arcipelago Toscano. Le dune sono tutte da esplorare per tutelare lo straordinario patrimonio di biodiversità.

Il CEA – Centro di Educazione Ambientale di Lacona – è parte integrante del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e propone un calendario di visite, escursioni, attività intorno alla spiaggia di Lacona e alle sue dune.

ALLA SCOPERTA DEL MARE ALL’ACQUARIO DI MARINA DI CAMPO. L’Acquario dell’Elba è considerato unico per la varietà di specie mediterranee ospitate e offre ai visitatori una vista panoramica sull’incredibile biodiversità delle acque dell’Isola d’Elba e dell’Arcipelago. Oltre 250.000 litri d’acqua distribuiti in 87 vasche, in un’alternanza di forme e dimensioni, allestite cercando di riprodurre il più fedelmente possibile gli habitat tipici dei diversi organismi. Pesci costieri, pelagici o abitanti delle acque più profonde; crostacei, dalle aragoste alle più curiose specie di granchi, gamberi e paguri… e poi ancora molluschi, stelle marine e ricci, gorgonie e ascidie… E la grande Tartaruga Charlie, testimonial dell’attività di salvaguardia ambientale che dal 1993 l’Acquario svolge in difesa di specie protette. A completare la visita, le vasche tropicali degli Squali e dei Piranhas, e un piccolo Museo Faunistico dedicato alla fauna terrestre dell’Isola.

CONOSCERE TIPA, ZIZZA, TRANQUI, VITTORIA, CISPI, GRILLA E MACCHIO, LE PECORE DELL’ELBA. Regali Rurali è un’azienda casearia sostenibile e fattoria didattica che nasce nel 2013 quando Tipa, Zizza, Tranqui, Vittoria, Cispi, Grilla e Macchio, sette pecore di razza Comisana – razza autoctona della Sicilia – sbarcano all’Isola d’Elba. Qui si incontrano con Sara, una giovane laureata in Agraria di Napoli, che aveva voglia di cambiare vita e di ritrovare un contatto più autentico con la natura mettendo a frutto quanto imparato durante anni di studio.

Sara ha costruito una fattoria didattica e le pecore da sette sono diventate trentadue. Da allora, ogni giorno, Sara, le sue pecore e tutte le persone che collaborano allo sviluppo di quest’azienda agricola lavorano sommando le proprie competenze per portare avanti questo progetto a Lacona, nel cuore dell’Isola d’Elba a un passo dal mare, e far conoscere a turisti, famiglie e bambini le potenzialità di questo animale con laboratori e con i prodotti da esso ricavati.

AVVENTURARSI NEL BOSCO ALLA SCOPERTA DELLE FAVOLE. Martedì 23 aprile, in occasione della Giornata Mondiale del Libro, ci si può inoltrare nel bosco incantato di San Martino, accompagnati da guide folletto, per una simpatica passeggiata con letture animate per bambini. L’attività è adatta ai bimbi dai 5 ai 10 anni e fa parte dell’ampio programma di iniziative promosse dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

 

ALLA SCOPERTA DELL’ANTICA FORTEZZA DEL VOLTERRAIO. La fortezza del Volterraio, che svetta dai suoi 395 metri incastonata nella roccia da cui emerge come per incanto, domina l’isola. Se l’esplorazione del suo interno è un’avventura affascinante anche per i più piccoli, il panorama esterno non è da meno: una vista mozzafiato mostra il profilo della dorsale orientale e all’orizzonte la forma esile dell’isola di Pianosa e l’austera sagoma di Montecristo. Di fronte alla parte centrale dell’isola con le morbide colline, gli ampi golfi meridionali e l’inimitabile morfologia del golfo di Portoferraio con alle spalle il massiccio imponente del monte Capanne. Più a destra la selvaggia isola di Capraia e, sullo sfondo, le montagne innevate della Corsica con Capo Corso, proteso verso il nord.

Fonte: Ufficio stampa Visit Elba
Potrebbe interessarti anche:

Courmayeur, Sardegna e Toscana: quest’anno la Pasqua si fa in 3!
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti