Museo di Roma in Trastevere: il Perù attraverso l’obiettivo dei suoi fotografi più celebri

Print Friendly, PDF & Email

Museo di Roma in Trastevere, 5 aprile-26 maggio: i maestri della fotografia peruviana ripercorrono la storia del loro paese con la mostra Memoria del Perù. Fotografie 1890 – 1950.


Il racconto della trasformazione di un paese attraverso le immagini dei suoi fotografi più significativi. Prende il via al Museo di Roma in Trastevere Memoria del Perù. Fotografie 1890 – 1950, la mostra promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata dall’Ambasciata del Perù in Italia, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, che sintetizza 60 anni di storia e cambiamenti del paese sudamericano in un percorso espositivo ricco di punti di vista differenti.

Il Perù, considerato una delle culle di civiltà del mondo, ha vissuto nel corso degli anni una mutazione sociale a seguito della progressiva accoglienza di popolazioni provenienti dall’Europa, dall’Africa e dall’Oriente. Storie di conquista e migrazione, che insieme alla storia sociale, culturale e geografica del Paese sono state fonte di ispirazione per numerose espressioni artistiche, fotografia compresa.

La collezione fotografica, allestita al Museo di Roma in Trastevere dal 5 aprile al 26 maggio, permette di rivivere questo processo di costruzione attraverso lo sguardo di maestri come Max T. Vargas, Martín Chambi, Carlos y Miguel Vargas, Juan Manuel Figueroa Aznar, Sebastián Rodríguez, Baldomero Alejoso Walter O. Runcie, per citarne solamente alcuni dei più importanti in questa selezione. Un gruppo di eminenti creatori visivi che ha aperto la strada alla creazione di una tradizione fotografica peruviana utilizzando l’obiettivo come mezzo per ritrarre, comprendere e interpretare il paese.

Gli autori presenti in mostra hanno contribuito, ognuno con la propria cifra stilistica, alla costruzione di una identità nazionale raffigurando, oltre alle meraviglie naturali del territorio, le tradizioni ancestrali e i grandi monumenti del passato precolombiano, compresi i conflitti di una società in trasformazione, l’espansione dell’economia capitalista e le aspirazioni alla modernità di un intero popolo.

La mostra itinerante è stata già esposta in diverse città del mondo tra cui Hong Kong, Beijing, Shanghai, Seúl, Ottawa, Bangkok, Montreal, Madrid, Kuwait, Cairo, Ankara, Marrakech, Lyon, e, prossimamente, approderà a Parigi.

 

INFO

Mostra:  Memoria del Perù. Fotografie 1890-1950

Luogo: Museo di Roma in Trastevere, Piazza S. Egidio,1/b 00153 Roma

Apertura al pubblico: 5 aprile – 26 maggio 2019

Inaugurazione: 4 aprile 2019, ore 18.00

Orari: da martedì a domenica 10.00-20.00. 24 e 31 dicembre 10.00 – 14.00. La biglietteria chiude alle 19.00

 

Chiuso lunedì (ad eccezione di lunedì 22 aprile 2019 – Pasquetta – in cui il museo sarà aperto al pubblico), 25 dicembre, 1 gennaio e 1 maggio.

Biglietteria

Tariffe non residenti – Intero: € 6,00 Ridotto: € 5,00

Tariffe residenti – Intero: € 5,00 Ridotto: € 4,00

Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente

Biglietto unico comprensivo di ingresso al Museo e alla Mostra

Acquistando la MIC Card, al costo di € 5,00 ingresso illimitato per 12 mesi

Promossa da: Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Ambasciata del Perù in Italia

A cura di: Jorge Villacorta – Andrés Garay – Carlo Trivelli

 

Fonte: Zètema ProgettoCultura
Potrebbe interessarti:

 Roma, alla Galleria d’Arte Moderna di Roma tutti gli eventi collaterali della mostra “DONNE corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti