Tavola di Pasqua: italiani sempre più attenti alla qualità del cibo. Cala l’acquisto di dolci confezionati

Print Friendly, PDF & Email

Con 1,2 miliardi di euro si conferma alta la spesa delle famiglie italiane per imbandire la tavola pasquale . Si registra però un calo rispetto al 2018 per l’acquisto di dolci confezionati, determinato dalla tendenza di preparare pietanze in casa riscoprendo tradizioni culinarie. 


La Pasqua è ormai alle porte e anche quest’anno gli italiani non rinunciano a celebrarla con pranzi e cene in famiglia. 1,2 miliardi di euro è infatti la spesa delle famiglie italiane per imbandire le tavole durante le festività pasquali. Lo afferma il Codacons, che ha elaborato uno studio sui consumi delle famiglie legate alla Pasqua.

Dei prodotti acquistati per preparare la tavola pasquale circa 400 milioni di uova fresche, più di 13.000 tonnellate di salumi e insaccati, mentre per la carne di agnello si stima un consumo di circa 5.000 tonnellate. Una spesa complessiva che appare in lieve aumento rispetto a quella dello scorso anno, come spiega l’associazione.

Aumenta il consumo di generi alimentari di tipo animale e cala rispetto al 2018 invece l’acquisto di dolci industriali. In base alle stime saranno consumate circa 31 milioni di uova di cioccolato e 25 milioni di colombe, in calo del 5% rispetto allo scorso anno, per una spesa complessiva di circa 400 milioni di euro. Un calo giustificato dalla crescente tendenza delle famiglie a preparare dolci in casa, piatti del territorio con ricette tradizionali.

Dati che dimostrano una crescente attenzione alla qualità del prodotto e alla tradizione culinaria italiana, riscoprendo i valori della cucina regionale, come sostiene il presidente Carlo Rienzi: “Ancora una volta la tradizione sarà padrona delle tavole durante il pranzo di Pasqua, e si rafforza il trend riscontrato alla qualità e alla provenienza delle materie prime, premiando le produzioni italiane e rispolverando sempre più ricette tradizioni e piatti locali”.

Qualità del cibo che è già stata celebrata lo scorso 17 aprile a Roma dal Codacons e Coldiretti con la “Giornata del buon cibo“, dedicata ai prodotti del territorio, con particolare attenzione alle ricette pasquali. Nel corso dell’evento è stata anche presentata una ricerca sui consumi della carne d’agnello da parte delle famiglie italiane durante la Pasqua e della cucina cucina regionale, con degli showcooking per raccontare la Pasqua enogastronomica secondo le tradizioni contadine e la consegna del “Cibo amico” alle aziende che hanno maggiormente valorizzato i prodotti enogastronomici del proprio territorio.

 

Consigli: che cosa fare con gli avanzi di cibo

Si sa, durante le festività non si rinuncia mai alla buona tavola e alla convivialità, spesso però bisogna fare i conti con gli avanzi di cibo che di solito vengono conservati in frigorifero nella convinzione di consumarli nei giorni successivi e, talvolta, addirittura cestinati. Sprecare il cibo è un vero e proprio sacrilegio, basti pensare che secondo la FAO ogni anno vengono sprecati circa 1,3 miliardi tonnellate di cibo. Obiettivo dell’Unione Europea è quello di dimezzare entro il 2025 gli sprechi alimentari, seguendo una missione di sostenibilità, tutela dell’ambiente e dell’ecosistema. Ma in tema di Pasqua, che cosa possiamo fare con gli avanzi di cioccolato delle uova? Ecco una ricetta di recupero utile per evitare lo spreco:

 

Muffin al cioccolato 

Il cioccolato è un elemento imprescindibile per la tavola di Pasqua. A tutti è capitato almeno una volta nella vita di ritrovarselo tra gli avanzi senza sapere cosa farne. I muffin al cioccolato sono un ottimo compromesso per trasformare la cioccolata in avanzo in un dolce per la colazione evitando gli sprechi. Citati per la prima volta in Inghilterra nel 1703, l’etimologia del nome è oggetto di una disputa tra chi sostiene che proverrebbe dal termine inglese “moofin” e chi invece sostiene che proverrebbe dal termine francese “moufflet”, che significa soffice, morbido.

Per la preparazione dei Muffin al cioccolato occorrono, uova, cioccolato (quello in avanzo dalla tavola pasquale), cacao in polvere, zucchero, farina 00, burro, latte, lievito per dolci.

Mescolare con una frusta elettrica o una planetaria il burro a temperatura ambiente assieme allo zucchero. Aggiungere nel composto le uova e continuare a mescolare. Aggiungere in seguito un po’ alla volta farina e lievito per dolci precedentemente setacciati e infine i pezzetti di cioccolato che sono avanzati dalla tavola di Pasqua.

Versare il composto ottenuto in pirottini per Muffin e infornare a 180° per circa 20 minuti in forno ventilato.

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti