Una cena sotto il mare? Ad Oslo è possibile!

Print Friendly, PDF & Email
Oslo ristorante subacqueo

 


Oslo, Norvegia. Voglia di una cena particolare? Perché non gustare piatti stellati con uno scenario sottomarino? “Under” è il primo locale subacqueo d’Europa. A 5 metri di profondità, con una vista sui pesci del mare del Nord.


Oslo. Gustare raffinati piatti stellati con vista su merluzzi neri, sgombri, aragoste appena nate, meduse rare e labri, i pesci colorati del mare del Nord: da qualche giorno è possibile farlo nel ristorante “Under”, il primo locale subacqueo d’Europa, nelle acque di Lindesnes, nella Norvegia meridionale, circondato da una natura marina selvaggia. In norvegese il nome “Under” significa” sotto” ma anche “meraviglia”, “stupore”; ed è proprio ciò che ispira questo locale da record, unico e originale, con i suoi 5 metri di profondità e le grandi vetrate panoramiche di 11 metri di larghezza.

La struttura, un tubo inclinato in cemento lungo 34 metri e posizionato in parte fuori dall’acqua e in parte sotto il mare, è stata progettata dallo studio di architettura e design Snøhetta e funziona anche come centro di ricerca sulla flora e fauna marine e come barriera corallina artificiale dove molluschi e alghe trovano il loro habitat. Il locale, integrato pienamente nell’ambiente marino, sorge a una quindicina di metri dalla terraferma ed è raggiungibile da una piccola passerella tra le rocce; per arrivare ai 16 tavoli per una quarantina di commensali si scende una scala in quercia che porta alla sala principale del ristorante.

La cucina d’avanguardia, ma legata alle tradizioni e all’utilizzo di prodotti locali e di qualità, è gestita da Nicolai Ellitsgaard, giovane chef di origini danesi, a capo di una brigata di 16 persone con esperienze in ristoranti stellati. Per una cena sott’acqua si spendono circa 230 euro a persona, esclusi i vini, per un totale di 18 portate a base di rare alghe rosse e minuscoli ma saporiti granchi locali, tra le materie prime più curiose del menu. Per cenare sott’acqua, tuttavia, bisogna aspettare settembre o mettersi in lista d’attesa.

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti anche:

Crociera in Norvegia, tra fiordi e corsi d’acqua spettacolari
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti