Dogpatch, il nuovo quartiere cool di San Francisco

Print Friendly, PDF & Email

Fabbriche e magazzini in disuso trasformati in atelier, locali alla moda e sale da concerto. Una popolazione di artisti e creativi. È Dogpatch, il nuovo quartiere cool di San Francisco: da qui riparte la rinascita culturale della città.


Vecchi edifici in via di ristrutturazione, loft con vista mare, magazzini sullo sfondo, tanti lavori in corso e una vivace vita culturale e mondana: questa l’atmosfera che si respira a Dogpatch, il nuovo quartiere cool di San Francisco. È proprio qui che si sono spostati artisti, designer, pittori e creativi, anche grazie ai prezzi più vantaggiosi rispetto ad altre zone della città. Nuovi atelier, gallerie d’arte, locali alla moda e sale da concerto stanno aprendo uno dopo l’altro; il quartiere è stato capace di reinventare gli spazi rimasti inutilizzati di fabbriche, magazzini e cantieri navali abbandonati, ospitando la nuova creatività californiana. E anche la gastronomia ha un ruolo di tutto rispetto a Dogpatch: numerosi i nuovi ristoranti slow food, con l’utilizzo di ingredienti bio, e un design innovativo.
A Dogpacth stiamo assistendo ad una vera e propria rinascita culturale di San Francisco, risvegliata da nuovi progetti architettonici e iniziative artistiche. Situato ai piedi della collina di Potrero, il vecchio polo industriale, ora riqualificato, si è trasformato in un mosaico di spazi dedicati all’arte, bar alla moda, negozi indipendenti. Tra questi il Minnesota Street Project: ospita gallerie d’arte all’interno di un’architettura industriale ridisegnata dalla Mark Jensen, dove ogni artista espone le proprie opere, organizza corsi ed eventi. Di fronte, una caffetteria super cool, rigorosamente cablata dove l’età media è trent’anni e dove le prese per i PC sono di più dei panini in esposizione.
Da non perdere anche Hunt Projects con atelier di arte e scultura che riunisce fotografi, illustratori, scrittori e designer che espongono in colorati negozi monomarca: da Bryr Clogs, che fa gli zoccoli a mano, a Baggu, che produce borse. Anche il Museum of Craft and Design ha trovato casa a Dogpatch, all’interno dell’American Industrial Center: la sede di 750 metri quadri del museo accoglie spazi espositivi, negozi, uffici e laboratori. Non possiede una propria collezione permanente, ma promuove design e artigianato contemporaneo con mostre, conferenze, seminari, eventi.

Potrebbe interessarti:

 San Francisco: i migliori musei tra natura e cultura
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti