Roma: Eataly ospita il prossimo 16 maggio l’evento “Impronte di Pizza”

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Eataly presenta la prima edizione di IMPRONTE DI PIZZA – La parola a chi lascia il segno che si tiene a Roma il prossimo 16 maggio. Un progetto nuovo con cui Eataly, dopo il lancio della Pizza Eataly e il tour delle Pizze del Territorio, punta a diventare per un giorno un vero e proprio teatro aperto al pubblico in cui i grandi maestri del mondo pizza, provenienti da diverse scuole di pensiero, metteranno in scena le loro personali interpretazioni del piatto e racconteranno esperienze e progetti futuri legati al mondo food, proponendo anche degustazioni.
 


 
“Italia in fermento, impasti a confronto” è il titolo scelto e il filo conduttore della prima edizione del simposio organizzato da Eataly. E saranno proprio alcune delle voci più autorevoli dell’arte bianca, guidate dal giornalista ed esperto di pizza Luciano Pignataro, a dialogare su scuole di pensiero e tecniche di lavorazione dell’impasto: Renato Bosco, Stefano Callegari, Franco Pepe e Ciro Salvo.

Negli ultimi anni c’è stata una rivoluzione nel mondo pizza”, spiega Pignataro. “L’attenzione di tutti si è infatti concentrata sulla qualità e si è creato un circolo virtuoso che ha complessivamente migliorato il prodotto partendo proprio dall’impasto. Si sono sperimentate lunghe lievitazioni e ognuno ha trovato il suo stile arrivando a risultati di eccellenza. Mettere a confronto scuole così diverse è interessante perché anche per la pizza, come per ogni cibo, il fine non è il mezzo, ma contano il gusto e la salute del cliente”.

A introdurre il confronto è Antonio Puzzi, responsabile pizza Slow Food, che ha affiancato Eataly nel progetto Pizza Eataly.

Pizza è una parola universale e, in quanto tale, ha infinite varianti”, commenta Puzzi. “Nella sola Italia dei mille campanili, ogni luogo ne dà una specifica lettura: da Napoli a Roma, Genova, Torino, Palermo e Verona, solo per fare alcuni esempi. Nata come ‘speranza’ per saziare la fame, oggi la pizza è sotto la luce dei riflettori e questo ci spinge necessariamente a fare e farci domande. Ecco perchè i pizzaioli chiedono ai mulini di differenziare e migliorare l’offerta di materie prime, creano impasti sempre più identitari e portano in tavola ricette che sono frutto di alleanze con i produttori del territorio e immagine della grande tradizione gastronomica italiana.
 
A fare gli onori di casa Francesco Pompilio, maestro pizzaiolo di Eataly, che ha guidato la definizione della nuova Pizza Eataly, e Fulvio Marino, responsabile delle panetterie Eataly.

Nel corso dell’evento i maestri pizzaioli si alternano al banco di lavoro e ai forni del Ristorante della Pasta e della Pizza di Eataly Roma, offrendo la possibilità al pubblico in sala non solo di ascoltare, ma anche degustare la loro personale “interpretazione” della pizza.
 
IMPRONTE DI PIZZE è una delle iniziative della Settimana della Pizza e dei Pizzaioli che anima gli spazi di Eataly Roma dal 13 al 19 maggio con eventi, incontri e degustazioni di pizze dei diversi maestri pizzaioli tra i maggiori esponenti del panorama italiano dell’arte bianca.

Informazioni:

IMPRONTE DI PIZZA

Giovedì 16 maggio 2019, dalle 16.00

Presso il Ristorante della Pasta e della Pizza di Eataly Roma, Piazzale 12 Ottobre 1492

Potrebbe interessarti:

 Uffizi sempre più social: superati i 300mila follower su Instagram

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti