Federlaberghi sigla accordo “chinese friendly” con Tinaba e Alipay

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Italia chiama Cina: prende il via l’accordo tra Tinaba, Alipay e Federalberghi, volto ad attivare un processo di semplificazione dedicato ai turisti cinesi in visita nel nostro Paese.


Protagonisti dell’intesa con l’Associazione degli albergatori italiani sono Tinaba, che tramite la partnership con Banca Profilo consente ai turisti cinesi di pagare in Italia con il proprio smartphone e il sistema Alipay, piattaforma leader nei pagamenti, società di Ant Financial Services Group, parte del Gruppo Alibaba.

Tinaba e Alipay hanno messo a punto una soluzione che consente agli alberghi associati a Federalberghi di gestire agevolmente i pagamenti dei turisti cinesi usufruendo di un canale semplice da utilizzare, che annulla sia le barriere linguistiche sia le difficoltà legate all’uso del contante.

 

Sono oltre 3 milioni i cinesi che ogni anno visitano l’Italia” ha commentato il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, commentando l’accordo che coinvolge la sua federazione. “Si tratta di numeri che rappresentano un potenziale inestimabile in termini di crescita per il nostro comparto. E’ un’opportunità che può essere colta al meglio, ma solo se si tengono ben presenti le esigenze dei viaggiatori cinesi, ormai abituati ad utilizzare strumenti di pagamento innovativi, e sempre più in cerca di una rete di servizi offerti nella loro lingua“.

L’iniziativa “chinese friendly” prevede specifiche modalità di diffusione e vantaggi per gli associati; tra queste una commissione a carico dell’albergo di sicuro interesse e condizioni vantaggiose per la fruizione di ulteriori servizi quali ad esempio un servizio di traduzione dei servizi disponibili negli alberghi direttamente in app.

Fonte: Federalberghi

Potrebbe interessarti:

 Estate 2019: ecco i trend secondo Airbnb
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti