Guida Bordeaux di Paolo Crespi, la Recensione

Print Friendly, PDF & Email

Recensione della Guida Turistica: mete e itinerari da non perdere nella città francese nota in tutto il mondo come la Cité du Vin. 


 

-Autore: Paolo Crespi

-Titolo: Bordeaux

-Tipologia: Guida Turistica Lowcost

-Editore: Morellini Editore

-Anno pubblicazione: Febbraio 2019

-Luogo: Milano

-Numero pagine: 190

 

Il volume Bordeaux di Paolo Crespi, della collana Guide Low Cost ed edito da Morellini Editore, è una guida turistica che traccia in maniera dettagliata le principali mete e tradizioni della capitale del vino della Francia, composta in diverse sezioni, ciascuna dedicata a temi quali i luoghi di interesse, la storia, gli eventi fino alle informazioni utili. L’introduzione menziona la grande evoluzione culturale ed urbanistica degli ultimi vent’anni che hanno rivitalizzato il volto elegante e signorile di Bordeaux, creando un polo internazionale come la Cité du Vin, i nuovi quartieri nati sulla rive gauche che fanno da contraltare al centro storico (Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco già dal 2007), il clima atlantico che caratterizza la città e il luogo simbolo e crocevia di scambi commerciali, la Place de la Bourse.

la Place de la Bourse

La sezione Godersi Bordeaux offre un itinerario al turista di quelle che sono le migliori attrazioni della città, come la Festa del Vino, il Marché des Capucins – un mercato coperto che rappresenta la tradizione del commercio di prossimità, lo shopping nella zona del Triangle D’Or (l’area compresa tra Cours de l’Intendente, Cours Georges Clemenceau e Allées de Tourny), i musei (tra i quali il CAPC Musée d’art contemporain e il Musée d’Aquitaine), e i migliori locali per la vita notturna. La rubrica enogastronomica elenca i piatti tipici, come le ostriche del Bacino di Acachon e della Charente-Maritime, il foie gras delle Landes e del Pèrigord, l’anatra con i ceppatelli, les canelés (dolce tipico di Bordeaux), e i vini, dal bianco di Bordeaux al Sauternes.

les Canelés, dolce tipico bordolese

Sempre in questa sezione, la guida propone diversi itinerari  (di mezza giornata, di un giorno, di 2-3 giorni, di più giorni) che guidano il turista nei luoghi di interesse dal momento di arrivo, con indicazioni sui mezzi di trasporto e consigli low cost su ostelli, ristoranti e locali; anche itinerari dedicati ai bambini e alle mete per quando piove.

La sezione La Città descrive i quartieri di Bordeaux quali Saint-Michel, Saint-Pierre, Centre Ville: Triangle d’Or e Quinconces, Chartrons e Bacalan, Bastide, ciascuno suddiviso nelle sezioni Luoghi d’interesse, Shopping, Per una pausa. In particolare, da non perdere lo storico Pont de Pierre, la Basilique Saint-Michel, la Place de la Bourse, la Place du Parlement, la Rue Saint-Catherine, il Grand Théatre, il CAPC-Musée d’Art Contemporain de Bordeaux,  la Cité du Vin, la Bastide.

 

le Pont de Pierre

Non manca la sezione Gite fuori città, itinerario delle località turistiche nei dintorni di Bordeaux, con indicazioni su come arrivare, su dove mangiare e su dove dormire. Tra le mete, l’area lagunare del Bassin d’Arachon, la Duna du Pilat, la penisola di Lège-Cap-Ferret, l’Ile aux Oiseaux (Isola degli uccelli), l’estuario della Gironda, il villaggio di Bourg, il minuscolo Villaggio di Talmont, la Royan, le isole della Gironda, e l’itinerario sulle strade del vino, in particolare il borgo e i vigneti di Saint-Émilion.

Infine la sezione Informazioni Utili, con indicazioni sui mezzi di trasporto, le emergenze (numeri di emergenza, servizi medici, farmacie) e le parole di uso comune.

 

 

 

Potrebbe interessarti: 

City Break a Bordeaux

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti