Piemonte, passeggiare nell’incanto della Conca dei Rododendri

Print Friendly, PDF & Email
rododendri

Piemonte. Da metà maggio a metà giugno la Conca dei Rododendri, nell’Oasi Zegna del parco naturale di Biella, fiorisce in un’esplosione di colori. Quest’anno Grandi Giardini Italiani propone 3 weekend di passeggiate guidate per apprezzarla appieno: il 18-19 e 25-26 maggio e l’1-2 giugno.


La Conca dei Rododendri è una straordinaria opera di valorizzazione paesaggistica realizzata, a partire dagli anni ’30, dall’imprenditore tessile Ermenegildo Zegna: nell’ambito di un più vasto progetto ambientale, Zegna volle nei dintorni del suo Lanificio – ancora oggi a Trivero, in provincia di Biella – servizi utili a tutti gli abitanti, come una scuola, un cinema, un ospedale, una piscina, alberghi, ristoranti e molto altro. Obiettivo di Zegna, che si può definire il primo “mecenate ambientale”, era quello di creare una bellezza accessibile a chiunque. Costruì quindi una strada lunga 26 km per collegare le città con le “terre alte”, piantò 500mila conifere, oltre a svariate centinaia di rododendri e ortensie.

Percorrendo la Panoramica Zegna, lasciatosi alle spalle il Lanificio di Trivero, si svela la Conca dei Rododendri, una piccola valle dalle tinte fiabesche progettata dall’architetto Pietro Porcinai (che collaborò con Zegna per circa vent’anni) e seguita più di recente dall’architetto Paolo Pejrone.

Da metà maggio a metà giugno, la Conca fiorisce in una vibrante palette di colori: i rododendri provenienti dal Belgio, soprattutto nella variante Ponticum (fucsia) e Hibridies, regalano una vista indimenticabile. Quest’anno, per coglierla appieno, vengono allestite le passeggiate accompagnate, promosse in collaborazione con Grandi Giardini Italiani: tre weekend (18-19 maggio, 25-26 maggio e 1-2 giugno) con due passeggiate al giorno (partenza alle 10 e alle 14.30 da Casa Zegna, a Trivero) nei quali si passeggerà per circa due ore lungo un agevole sentiero, accompagnati dalle guide naturalistiche che illustreranno la magia della fioritura e i suoi segreti. Il 25 e 26 maggio, in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità, parteciperà all’escursione anche un esperto botanico, che illustrerà la biodiversità del territorio compreso nell’Oasi Zegna.

Sempre domenica 26 maggio, un’altra novità del 2019: l’organizzazione di una passeggiata mattutina (ore 10) per persone con disabilità lungo un sentiero dedicato, ricco di rododendri e colori, percorribile in 45 minuti e provvisto di un comodo parcheggio riservato, accoglienza e punti di ristoro attrezzati. Altro evento importante, quello di domenica 2 giugno per la festa della Repubblica, con uno speciale concerto del Corpo Musicale di Portula alla Conca dei Rododendri, dalle 14.30 alle 16.30.

Le fioriture sono l’occasione giusta per guardare le opere site specific del progetto “All’aperto”: artisti internazionali hanno disseminato il territorio delle proprie creazioni a Trivero e nei dintorni. La Conca dei Rododendri regala soprese inaspettate come l’opera di Dan Graham “Two Way Mirror/ Hedge Arabesque”: una struttura in acciaio e vetro a rifrazione differenziata avvolge i visitatori in un gioco di riflessi, moltiplicandone gli sguardi sul paesaggio circostante.

Alle passeggiate, pensate per unire cultura a conoscenza botanica, si possono aggiungere i sapori del territorio: a Casa Zegna verrà allestito un punto degustazione e, su prenotazione, si potrà fare un picnic con cestini di prodotti tipici. In tutto il mese delle fioriture, nei punti ristoro sul territorio si potrà trovare la speciale rassegna gastronomica con proposte legate a menu fioriti.

 

Informazioni

18-19 maggio, 25-26 maggio e 1-2 giugno. Orari delle escursioni: sabato e domenica 10 e 14.30 con ritrovo a Casa Zegna a Trivero. Si consiglia un equipaggiamento da trekking.

La prenotazione è obbligatoria:
Equipe Arc-en-Ciel (015.0990725 -349.4512088- maffeo.geologo@gmail.com)

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti:
 Montefeltro, a spasso nei quadri famosi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti