Roma, ai Mercati di Traiano parte il ciclo di conferenze “Seta” dedicato all’antica Cina

Print Friendly, PDF & Email
mercati di traiano seta

 


Roma, ai Mercati di Traiano parte SETA, il nuovo ciclo di conferenze dei Martedì da Traiano sui temi della mostra Mortali Immortali. Ogni martedì da oggi, 21 maggio, al 18 giugno i racconti e i segreti della lontana cultura cinese affrontati da docenti ed esperti della disciplina.


Ripartono i Martedì da Traiano con un nuovo ciclo di conferenze dedicato ai temi ispirati da Mortali Immortali – I tesori del Sichuan nell’antica Cina, la grande mostra dedicata all’antica civiltà del Sichuan in programma fino al 18 ottobre ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. Da oggi, 21 maggio, fino al 18 giugno, docenti, architetti e archeologi si succederanno ogni martedì alle ore 15.30 davanti al pubblico per approfondire alcuni dei temi fondamentali legati alla mostra.

 

Si comincerà con il convegno “Le enigmatiche maschere e sculture in bronzo della cultura Ba-Shu 巴蜀文化” tenuto da Filippo Salviati, docente di Archeologia e Storia dell’arte di Cina e Corea presso il Dipartimento Istituto italiano di Studi Orientali della Sapienza (oggi, 21 maggio, ore 15.30), durante il quale sarà analizzata la misteriosa iconografia di queste immagini illustrando le loro particolarità e ciò che le contraddistingue dalla contemporanea produzione artistica cinese del II millennio a.C.

 

Si proseguirà poi martedì 28 maggio con l’archeologo Daniele Petrella e il suo convegno dal titolo “Il Sichuan: l’archeologia per una nuova conoscenza della Cina antica. Nel corso dell’incontro saranno approfonditi i tratti caratterizzanti della complessa e affascinante cultura Shu. Fino a non molto tempo fa, si era soliti limitare la storia antica della Cina, al susseguirsi di tre macro-culture fautrici del primo sviluppo socio-culturale del paese, vale a dire la semileggendaria dinastia Xia, la dinastia Shang e la dinastia Zhou. Le ultime scoperte archeologiche, però, hanno dimostrato che parallelamente a queste, si sono sviluppate complesse società con peculiarità identitarie, come quella Shu appunto.

 

Il 4 giugno, invece, sarà la volta di Piero Cimbolli Spagnesi, architetto e professore ordinario di Storia dell’Architettura antica e medievale nella Sapienza – Università di Roma che prenderà in esame l’architettura buddhista nella regione dell’antico Gandhara, tra i fiumi Indo e Kabul lungo i tanti rami della via della seta, nel convegno “Nel Gandhara. Architetture buddhiste antiche e loro rapporto con l’Occidente”.

 

Missionari, viaggiatori e pellegrini nel percorso della Via della Seta” è il titolo del penultimo appuntamento in programma il prossimo 11 giugno con Maria Grazia Turco, architetto e professore associato nel settore disciplinare ICAR19-Restauro, presso il Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura della Sapienza – Università di Roma. Durante l’incontro si analizzeranno influenze, riferimenti e suggestioni che la cultura del buddhismo, attraverso missionari, viaggiatori e pellegrini in cammino sulla Via della Seta, ha lasciato nei territori compresi tra Uzbekistan e Swāt, attuale distretto del Pakistan settentrionale; un itinerario che si estendeva per tutta la Cina attraverso l’Asia in direzione dell’Europa e che, seppur in rovina, mostra ancora oggi numerose testimonianze architettoniche e artistiche di questa cultura religiosa.

 

Ultimo appuntamento di questo nuovo ciclo, martedì 18 giugno, con l’archeologo della Sovrintendenza Capitolina Paolo Vigliarolo che, durante il convegno “Non solo spezie: miti e leggende avanti e indietro sul filo della Via della Seta”, porterà ancora il pubblico sull’antico sentiero della via della Seta per raccontare le storie dei popoli e delle carovane dei commercianti che su di essa si sono incrociati contribuendo, ognuno con le proprie tradizioni orali, alla creazione di una letteratura mitologica e favolistica densa di connessioni, in tante lingue diverse.

 

Ingresso con biglietto secondo la tariffazione vigente. Chi partecipa a un incontro ha diritto al biglietto “ridottissimo” di 2 euro per gli incontri successivi. I possessori di MIC Card entrano gratis.

 

 

PROGRAMMA

SETA – Il nuovo ciclo dei Martedì da Traiano

21 maggio – 18 giugno ore 15:30

 

 

21 maggio | Filippo Salviati

Le enigmatiche maschere e sculture in bronzo della cultura Ba-Shu 巴蜀文化

 

28 maggio | Daniele Petrella

Il Sichuan: l’archeologia per una nuova conoscenza della Cina antica

 

4 giugno | Piero Cimbolli Spagnesi

Nel Gandhara. Architetture buddhiste antiche e loro rapporto con l’Occidente

 

11 giugno | Mariagrazia Turco

Missionari, viaggiatori e pellegrini nel percorso della Via della Seta

 

18 giugno | Paolo Vigliarolo

Non solo spezie: miti e leggende avanti e indietro sul filo della Via della Seta

Fonte: Zetema

Potrebbe interessarti anche:

Roma, ritrovata testa di età imperiale nello scavo di via Alessandrina
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti