Roma, ingresso gratuito per la prima domenica di maggio nei Musei in Comune per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana

Print Friendly, PDF & Email

L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.


Per la prima domenica del mese, il 5 maggio 2019, ingresso gratuito nei Musei Civici per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana. Oltre alle collezioni permanenti dei Musei, è possibile visitare gratuitamente le tante mostre in corso a esclusione delle due mostre al Museo di Roma a Palazzo Braschi dal titolo Roma nella camera oscura e Fotografi a Roma e della mostra Claudio Imperatore al Museo dell’Ara Pacis.

Ai Musei Capitolini, nelle sale al piano terra di Palazzo dei Conservatori, Roma. Il racconto di 100 donne, un viaggio lungo 18 mesi alla scoperta di realtà che raccontano la diversità e le contraddizioni che animano la città; ancora in corso, inoltre, La Roma dei Re. Il racconto dell’archeologia.
Al Museo di Roma in Trastevere tre mostre: UNSEEN / NON VISTI, un viaggio fotografico in un’Europa sconosciuta, tagliata fuori dallo sviluppo economico, dall’attenzione della politica e dei media; Memoria del Perù, fotografie con storie di conquista e migrazione che coinvolgono la società, la cultura e la geografia di un intero paese. Inoltre Péter Korniss: Transizione, dedicata al motivo centrale dell’opera di Korniss, ovvero alla scomparsa della cultura contadina tradizionale nell’Europa orientale.
Due le mostre in corso al Museo Carlo Bilotti all’Aranciera di Villa Borghese: oltre ai quadri e carte di Vincenzo Scolamiero della personale intitolata Della declinante ombra, curata da Gabriele Simongini, è in corso La ferita della bellezza. Alberto Burri e il Grande Cretto di Gibellina, sull’opera di Land Art più grande al mondo dedicata al paese di Gibellina, distrutto dal terremoto nella Valle del Belice del 1968.
Ultimi giorni per visitare, al Casino dei Principi di Villa Torlonia Discreto continuo – Alberto Bardi. Dipinti 1964/1984 e, al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, l’esposizione dedicata all’archeologo e mercante d’arte Ludwig Pollak (Praga 1868 – Auschwitz 1943), che racconta la storia professionale e personale del grande collezionista, le sue origini nel ghetto di Praga, gli anni d’oro del collezionismo internazionale fino alla tragica fine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.
Volti di Roma alla Centrale Montemartini. Fotografie di Luigi Spina presenta immagini fotografiche che ritraggono 37 volti antichi in marmo o travertino, significativi esempi delle collezioni capitoline al Museo Centrale Montemartini.
Da non perdere, alla Galleria d’Arte Moderna, Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione, una riflessione sulla figura femminile attraverso artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne nelle diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri.

Domenica 5 maggio sarà possibile, per chi risiede o studia a Roma, acquistare la MIC, la card che al costo di 5 euro permette l’ingresso illimitato negli spazi del Sistema dei Musei Civici di Roma per 12 mesi. Con la MIC sono gratuite le visite e le attività didattiche che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo a cura dei funzionari della Sovrintendenza Capitolina, mentre non sono comprese le mostre al Museo di Roma a Palazzo Braschi e al Museo dell’Ara Pacis.

MOSTRE IN CORSO

MUSEI CAPITOLINI
La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia. Prorogata fino al 2 giugno 2019 (Palazzo Caffarelli e Area del Tempio di Giove di Palazzo dei Conservatori)
Roma. Il racconto di Cento Donne. Fino al 12 maggio a Palazzo dei Conservatori – Sale piano terra. Un viaggio, libero da giudizi e pregiudizi, lungo 18 mesi alla scoperta di realtà capaci di raccontare le diversità e le innumerevoli contraddizioni che animano la Capitale.

GALLERIA D’ARTE MODERNA
Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione. Fino al 13 ottobre 2019
La figura femminile attraverso artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne nelle diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri.
Antonio Fraddosio. Le tute e l’acciaio. Prorogata fino al 5 maggio 2019

MUSEO DI ROMA
Roma nella camera oscura. Fotografie della città dall’ottocento a oggi. Fino al 22 settembre 2019. Mostra a pagamento anche per i possessori della MIC card
L’arte fotografica a Roma dalla nascita della fotografia ai giorni nostri.
Fotografi a Roma. Fino al 16 giugno 2019

MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE
UNSEEN / NON VISTI. Fino al 26 maggio 2019
Un viaggio fotografico in un’Europa sconosciuta, tagliata fuori dallo sviluppo economico, dall’attenzione della politica e dei media.
Memoria del Perù. Fino al 26 maggio 2019
Mostra fotografica che illustra storie di conquista e migrazione con gli elementi sociali, culturali e geografici di un intero paese.
Péter Korniss. Fino al 2 giugno 2019

MUSEI DI VILLA TORLONIA
Casino dei Principi
Discreto continuo – Alberto Bardi. Dipinti 1964 / 1984. Prorogata fino al 5 maggio 2019
La mostra ripercorre la ricerca artistica di Aberto Bardi da una fase figurativa iniziale a una pittura più gestuale, a un ulteriore cambiamento in senso strutturalista fino al periodo, interessante e affascinante, delle textures ottenute con un procedimento innovativo, attraverso un sistema di matrici pastellate.

MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO E MUSEO EBRAICO DI ROMA
Ludwig Pollak (Praga 1868 – Auschwitz 1943) archeologo e mercante d’arte. Fino al 5 maggio 2019
Le opere in mostra ripercorrono la storia professionale e personale del grande collezionista: dalle sue origini nel ghetto di Praga, agli anni d’oro del collezionismo internazionale, alla tragica fine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.

MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI
Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina. Fino al 18 ottobre 2019
La mostra presenta reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) provenienti da importanti istituzioni cinesi.

MUSEO CARLO BILOTTI ARANCIERA DI VILLA BORGHESE
Vincenzo Scolamiero. Della declinante ombra. Fino al 9 giugno 2019
I quadri e le carte di Vincenzo Scolamiero, nella personale curata da Gabriele Simongini.
La ferita della bellezza. Alberto Burri e il Grande Cretto di Gibellina Fino al 9 giugno 2019
Alberto Burri, chiamato a realizzare un intervento per la ricostruzione del paese distrutto dal terremoto nella Valle del Belice del 1968, decide di intervenire sulle macerie della città di Gibellina, creando l’opera di Land Art più grande al mondo

CENTRALE MONTEMARTINI
Volti di Roma alla Centrale Montemartini. Fotografie di Luigi Spina. Fino al 22 settembre 2019
Le immagini fotografiche ritraggono 37 volti antichi in marmo o travertino significativi ed espressivi esempi delle collezioni capitoline

MUSEO DELL’ARA PACIS
Claudio Imperatore. Fino al 27 ottobre 2019
Mostra a pagamento anche per i possessori della MIC card
La mostra racconta la personalità e l’operato dell’imperatore Claudio prendendo le mosse dal confronto con il celebre fratello Germanico.

 

FONTE UFFICIO STAMPA COMUNE DI ROMA

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti