Viaggiare in treno come nei romanzi: 6 viaggi letterari in treno da provare nella vita reale

Print Friendly, PDF & Email

Treni e letteratura, una storia d’amore senza tempo. Da Harry Potter a Va’ dove ti porta il cuore, dall’Amica geniale a Il fu Mattia PascalTrainline, app leader in Europa per viaggiare in treno e in pullman, ha selezionato i 6 viaggi in treno più iconici raccontati in letteratura e facilmente ripercorribili anche nella realtà. Pronti a viaggiare come in un romanzo?


Quella tra treni e libri è una delle storie d’amore più longeve. A chiunque è capitato di perdersi tra le pagine di un romanzo mentre il paesaggio scorre dal finestrino della carrozza, sia che si viaggi per lavoro o per piacere. Trainline, app leader in Europa per viaggiare in treno e pullman, ha selezionato alcune delle tratte in treno più famose o suggestive raccontate in letteratura facilmente ripercorribili anche nella realtà.

Per rivivere l’atmosfera dei romanzi selezionati sarà sufficiente prenotare con Trainline, l’app che permette sia di acquistare biglietti ferroviari di diversi operatori sia di consultare le informazioni in tempo reale dei treni Trenitalia, Italo e di tanti altri operatori ferroviari europei, tutto dal proprio telefono.

Ecco la lista dei 6 viaggi iconici, ma non banali, descritti dalle penne di celebri scrittori e che possono essere vissuti anche oggi in prima persona da ogni viaggiatore.

1. In viaggio insieme all’Amica geniale
Il romanzo italiano più chiacchierato e apprezzato degli ultimi anni è stato senza dubbio L’Amica geniale di Elena Ferrante. Nel secondo volume della quadrilogia, la protagonista Elena Greco lascia il paese in provincia di Napoli in cui è cresciuta per andare a studiare alla Normale di Pisa. La tratta Napoli-Pisa, oggi facilmente percorribile in 4 ore 35 minuti e con €46,50, è per la giovane protagonista che non ha mai lasciato il suo paese natale un viaggio verso l’ignoto, ricco di aspettative ma anche di ansie e preoccupazioni.

2. Per i Babbani desiderosi di vivere l’atmosfera di Harry Potter
Tutti almeno una volta nella vita hanno immaginato di poter viaggiare sull’Hogwarts Express alla volta della scuola di magia più prestigiosa del Regno Unito. E sebbene l’universo magico creato da J.K. Rowling sia (purtroppo) solo immaginario, non si può dire altrettanto delle ambientazioni. Infatti, l’iconico treno a vapore che portava Harry a Hogwarts nella realtà percorre la tratta tra Fort William e Mallaig attraversando i paesaggi mozzafiato delle Highlands scozzesi e lo spettacolare viadotto di Glenfinnan. Per tutti i Babbani interessati, oggi la tratta è percorribile in un’ora e 23 minuti con poco più di €9.

3. Sulle tracce di Mattia Pascal
A viaggiare in treno per l’Italia è anche il protagonista di uno dei romanzi più famosi del Novecento, Mattia Pascal, il protagonista di Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello. Tra le tratte percorse da Mattia c’è Albenga-Torino, un viaggio che nel romanzo si caratterizza da un lato per la sete della libertà che appare a portata di mano, dall’altro per l’incertezza e la solitudine che incombono con forza. Lo stesso tragitto è oggi replicabile in circa 3 ore e 30 con €14,60. Un altro viaggio che per i viaggiatori moderni può apparire banale è Roma-Pisa, oggi percorribile in meno di 3 ore a un costo di €38,50. Anche in questo caso, per il protagonista si tratta di un viaggio importante, in quanto rappresenta la presa di coscienza dell’impossibilità di fuggire in continuazione e la sua determinazione a diventare il Fu Mattia Pascal.

4. Indagando sul Treno Azzurro
Forse meno noto del celeberrimo Orient Express ma altrettanto suggestivo è il cosiddetto “Treno Azzurro” descritto dall’inconfondibile penna di Agatha Christie. In Il mistero del treno azzurro, l’acuto detective Hercule Poirot indaga sull’omicidio dell’ereditiera americana Ruth Kettering, uccisa brutalmente mentre si reca in vacanza in Costa Azzurra. Nel XIX secolo il lussuoso train bleu collegava Calais a Ventimiglia, tragitto attualmente percorribile in 10 ore con €163,80. Per tutti coloro che invece vogliono rivivere l’esatta atmosfera del romanzo, la tratta consigliata è Parigi-Nizza: in meno di 6 ore e con €130 è possibile sentirsi un po’ come Hercule Poirot alle prese con un misterioso omicidio da risolvere.

5. Va’ dove ti porta il cuore (in treno)
Milioni di lettori in tutto il mondo hanno seguito con ardore le vicende personali di Olga, la sfortunata protagonista del bestseller di Susanna Tamaro Va’ dove ti porta il cuore. Verso i vent’anni la giovane ragazza viene data in sposa ad Augusto, un uomo molto più vecchio di lei il quale si rivelerà ben presto incapace di provare alcun tipo di sentimento per Olga. La protagonista cade dunque in una profonda depressione da cui tenterà di guarire recandosi in treno alle terme di Porretta. Il viaggio da Trieste a Porretta Terme, percorribile in 5 ore con poco meno di €40, rappresenta per Olga l’inizio di una nuova fase della sua vita: sarà proprio a Porretta che la ragazza incontrerà Ernesto, un affascinante medico con il quale vivrà la sua prima e unica storia d’amore.

6. Il viaggio della Ragazza di Bube
La storia d’amore fra Mara e Bube rappresenta il perno attorno al quale lo scrittore Carlo Cassola racconta i problemi politici e sociali dell’Italia del dopoguerra nel romanzo La ragazza di Bube. Il rapporto sincero instauratosi fra i due giovani viene messo a duro prova quando Arturo, detto Bube, viene arrestato e condannato a quattordici anni di carcere. Il forte sentimento che lega Mara e Bube porterà la ragazza a fare visite periodiche al fidanzato rinchiuso nel carcere di Piacenza. Il viaggio in treno di Mara da Piacenza a Colle di Val d’Elsa tra i suggestivi paesaggi toscoemiliani oggi è replicabile in 3 ore e 34 minuti con meno di €30.

Fonte: Trainline
Potrebbe interessarti:
 Da Cefalù a Palmanova ecco i 33 siti Unesco raggiungibili in treno
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

roma, colosseo, vandali, morte, pilastro

Roma. Colosseo preda dei vandali

Inizio settimana drammatico per il Colosseo. Nel cuore della notte due turisti brasiliani hanno scavalcato la recinsione dell’Anfiteatro Falvio forse per vivere il brivido di ...
Vai alla barra degli strumenti