Quali sono le migliori esperienze legate alle sostenibilità al mondo? Ce le rivela Booking.com

Print Friendly, PDF & Email

Secondo il Sustainable Travel Report 2019 di Booking.com, rispetto a un anno fa oltre la metà dei viaggiatori (55%) a livello globale vuole prendere decisioni più sostenibili per i propri viaggi. Questo desiderio si riflette su ogni aspetto, dalla scelta di alloggi più eco-friendly all’uso dei mezzi pubblici o della bicicletta per gli spostamenti una volta a destinazione, fino alla volontà di partecipare a esperienze e attività più autentiche, che abbiano un impatto positivo sulla comunità locale.


Booking.com ha raccolto le migliori esperienze sostenibili nel mondo proposte dalle start-up delle scorse edizioni del Booking Booster, il programma di accelerazione per soluzioni innovative nel settore dei viaggi. Tra lezioni di cucina tradizionale o street food in Thailandia e spedizioni in sperduti paesini dell’Himalaya per portare elettricità sostenibile alle popolazioni locali, queste esperienze davvero uniche ti saranno di grandissima ispirazione per realizzare i tuoi prossimi viaggi nel cassetto.

 

Emancipazione femminile in Nepal

Dalle spettacolari pendici dell’Everest alle vivacissime vie di Kathmandu, il Nepal è il paese ideale per chi ama scoprire bellezze naturali e culturali. Esplora i paesaggi e le tradizioni di questo luogo incredibile in compagnia delle guide locali di SASANE Sisterhood Trekking and Travel, una delle start-up dell’edizione 2019 del Booking Booster, specializzata in trekking tra i villaggi di montagna guidati da donne che in passato sono state vittime del traffico di esseri umani. Partecipando a uno dei tour di Sasane, non solo avrai la possibilità di gustare ottimi piatti tradizionali fatti in casa e seguire il lavoro degli artigiani locali, ma potrai anche contribuire a contrastare fenomeni come violenza di genere, spose bambine e altre forme di traffico degli esseri umani nelle comunità rurali.

 

Community Homestay Network è uno dei vincitori dell’edizione 2018 del Booster e un’altra organizzazione operante in Nepal a favore dell’emancipazione femminile attraverso soggiorni, esperienze culturali immersive e tour in zone remote. Oltre a soggiornare con una famiglia locale in un alloggio tradizionale, come per esempio il Panauti Community Homestay (a soli 30 km da Kathmandu), potrai imparare i segreti della cucina nepalese insieme ai tuoi host o fare un tour in bicicletta al tramonto. In quanto ad attività, non hai che l’imbarazzo della scelta e tutte ti aiuteranno a scoprire al meglio i luoghi del tuo viaggio avendo un impatto positivo sulla comunità locale.

 

Nuova luce sull’India

L’India è un paese immenso, caratterizzato da natura spettacolare, tradizioni antichissime e una cucina caleidoscopica che ben rappresenta le centinaia di etnie che lo popolano. Se ami l’avventura e scoprire remoti villaggi di montagna, partecipa a uno dei tour organizzati da Global Himalayan Expedition, vincitrice del premio più cospicuo dell’edizione 2018 del Booster. La start-up propone trekking di più giorni attraverso alcuni dei paesaggi più selvaggi e incontaminati dell’India. Ma c’è di più: le spedizioni hanno un nobilissimo scopo, ovvero portare l’elettricità ai villaggi dell’Himalaya che attualmente ne sono sprovvisti, tramite l’installazione di impianti solari. In questo modo le comunità locali possono diventare accessibili ai futuri visitatori e beneficiare degli aspetti positivi del turismo.

 

Grazie all’accesso all’energia elettrica sostenibile, questi villaggi possono dare il benvenuto ai viaggiatori, cogliere nuove opportunità di sviluppo e trovare modi di sostentamento alternativi. L’Hidden Heaven- Apple Orchids Homestay è l’esempio tangibile dell’impatto di questa iniziativa: affacciata sulle anse del fiume Zanskar e sulle montagne circostanti, questa struttura si trova in uno dei villaggi dove l’elettricità non esisteva prima dell’arrivo di Global Himalayan Expedition. Durante il soggiorno potrai assaggiare ottimi piatti preparati con ingredienti rigorosamente locali e vedere gli oggetti in rame realizzati dagli artigiani della zona.

Se non hai tempo da dedicare a una spedizione di questo tipo o preferisci qualcosa di meno avventuroso, puoi comunque contribuire alla tutela della cultura dell’India supportando le comunità rurali e svantaggiate che collaborano con NotOnMap, una delle start-up dell’edizione 2019 del Booking Booster. L’organizzazione propone esperienze fatte su misura per aiutarti a scoprire in prima persona la cultura e i sapori dell’India rurale tramite soggiorni tradizionali, come per esempio presso la NotOnMap – H2O House, un affittacamere immerso nel verde e affacciato su un ruscello di montagna.

 

Tutelare le tradizioni del Sud-est asiatico

I paesi del Sud-est asiatico sono famosi per le loro fantastiche spiagge, per l’accoglienza da parte della popolazione locale e per l’ottima cucina, tutti aspetti che li rendono mete super gettonate dai viaggiatori. Purtroppo questa popolarità ha delle conseguenze negative, come il turismo di massa e il rischio che le tradizioni locali scompaiano. Per fortuna esistono moltissime start-up che dedicano il loro lavoro a creare possibilità per le comunità locali e le persone svantaggiate di questa regione del mondo, fornendo loro la possibilità di tutelare le proprie tradizioni e il proprio patrimonio culturale rendendolo accessibile anche alle generazioni future. Per il tuo prossimo viaggio, oltre a prenotare un massaggio in una day spa in Thailandia o un tavolo in un ristorante raffinato di Kuala Lumpur, perché non prendi in considerazione anche una di queste idee per arricchire la tua conoscenza delle culture locali creando un impatto positivo e tangibile sulle destinazioni che visiti?

 

Backstreet Academy ha ricevuto il premio più importante durante l’edizione 2017 del Booking Booster ed è una piattaforma di viaggio che offre esperienze peer-to-peer a favore delle comunità locali più svantaggiate in diversi paesi del Sud-est asiatico, dove la popolazione non parla inglese e non ha accesso alla tecnologia. Le attività organizzate mirano a far conoscere le tradizioni e la cultura locali attraverso esperienze e soggiorni, reinvestendo la maggior parte dei profitti a favore della comunità locale. Tra le esperienze offerte da Backstreet Academy trovi davvero di tutto, dalle lezioni di tiro con l’arco javanese ai laboratori di intaglio artigianale.

Hivesters è una piattaforma per autentiche esperienze thai basate sulla sostenibilità nelle aree urbane più grandi della Thailandia, ed è tra i vincitori dell’edizione 2018 del Booster. L’idea di fondo è tutelare il patrimonio culturale mettendo in contatto i viaggiatori alla ricerca di esperienze autentiche con esperti locali, per vivere di persona le più svariate attività, dalle danze tradizionali alla creazione di profumi, fino ai festival di street food per le vie di Bangkok.

Picha Eats è invece una delle start-up del Booster 2019 ed è un’azienda sostenibile che aiuta i rifugiati in Malesia a ricostruirsi una vita. Tramite l’iniziativa Open House, puoi cenare a casa di una famiglia di rifugiati che preparerà per te i piatti tradizionali della propria cultura di provenienza, per darti la possibilità di conoscerla più da vicino.

 

Proteggere la biodiversità in Colombia

 

Grazie alla ritrovata stabilità politica, la Colombia sta rapidamente tornando una meta accessibile ai viaggiatori di tutto il mondo, desiderosi di scoprire le sue bellezze naturali e culturali. Awake (una delle vincitrici dell’edizione 2017 del Booster) offre esperienze mirate a proteggere la biodiversità delle piante e degli animali che vivono in questo fantastico paese e mette in contatto i viaggiatori con host locali che hanno a cuore il benessere dell’ecosistema locale. Se vuoi vedere di persona la coloratissima flora e fauna lungo il Rio delle Amazzoni in un tour di tre giorni nella giungla o se preferisci fare paragliding nelle Ande, con Awake troverai l’attività che fa per te.

Anche IMPULSE Travel, una delle start-up del Booster 2019, supporta l’emancipazione delle comunità locali in Colombia, aiutandole a tutelare le proprie tradizioni e offrendo ai viaggiatori più di 200 tour e attività prenotabili sulla propria piattaforma. IMPULSE propone esperienze immersive che promuovono la convivenza pacifica e permettono alle popolazioni locali di condividere la propria cultura: da un semplice caffè a Medellin a un trekking di tre giorni nel parco nazionale della Sierra Nevada del Cocuy, le attività di questa organizzazione sono l’ideale per innamorarsi di questo paese straordinario.

 

Avventure inclusive in America del Sud e Antartide

Fondata da due veterani dei corpi di pace che volevano aiutare le guide e gli artigiani locali a trovare una fonte di sostentamento equa attraverso il turismo, Keteka (tra le vincitrici del Booster del 2018) offre tour ed esperienze attraverso l’America centrale e del sud e persino in Antartide. Keteka rende prenotabili online attività che altrimenti non sarebbero accessibili e supporta la ridistribuzione dei flussi turistici sul continente, lontano dai percorsi più battuti. In pochi semplici click, puoi organizzare il tuo viaggio alla scoperta degli impareggiabili paesaggi di Torres del Paine o passare una notte nel Deserto di Atacama in compagnia di un astronomo locale che ti spiegherà tutti gli antichi misteri del cielo notturno. Qualunque sia la tua scelta, puoi partire sapendo che il tuo viaggio lascerà un’impronta positiva sulle comunità che incontrerai.

Se vuoi scoprire alcuni dei luoghi più remoti e spettacolari dell’America del sud (e non solo), ma hai delle limitazioni motorie, Wheel the World è un’altra delle vincitrici del Booster 2018 e offre trekking e viaggi avventura inclusivi, per ridefinire il concetto di turismo accessibile nel settore dei viaggi outdoor e avventura. Raggiungere Machu Picchu in sedia a rotelle o vedere di persona i giganteschi moai dell’Isola di Pasqua è possibile grazie a Wheel the World.

Fonte: Booking.com

Potrebbe interessarti:

 AIRBNB LANCIA IL SUO “GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti