Svelata la selezione di stelle californiane inserite all’interno della Guida Michelin 2019

Print Friendly, PDF & Email

Roma. La pubblicazione della prima edizione della Guida Michelin 2019 include un totale di 657 ristoranti, di cui 90 stelle Michelin. Quella sulla California è la prima edizione della rinomata guida gastronomica che recensisca un intero Stato e che includa la famosa nomina delle sue stelle, oltre ai ristoranti segnalati come selezione “Bib Gourmand” e “Michelin Plate”.


I ristoranti annoverati nella nuova guida sono situati in varie città della California, tra le quali Sacramento, Monterey, Santa Monica, West Hollywood, Santa Barbara e San Diego – in aggiunta alla già affermata San Francisco Bay Area e alle regioni vinicole della California.

Tra gli indirizzi segnalati figurano:

– La prima chef donna al mondo ad avere ricevuto le due stelle Michelin: Niki Nakayama, presso il ristorante giapponese N/NAKA, Los Angeles

– L’unica donna al mondo a vantare le tre stelle Michelin: Dominique Crenn, presso il ristorante Atelier Crenn/Bar Crenn, San Francisco

– L’unico ristorante messicano al mondo ad avere le due stelle: Californios (Val Cantu), San Francisco

– L’unico ristorante indiano al mondo ad avere le due stelle: Campton Place (Srijith Gopinathan), San Francisco

Tutti i ristoranti sono stati recensiti e premiati secondo il sistema di ispezione e selezione proprio di Michelin.

Il Presidente e CEO di Visit California, Caroline Beteta ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione commentando i ristoranti e gli chef insigniti di questi riconoscimenti:

 “Le stelle riconosciute agli chef ed ai ristoranti dello Stato sono una testimonianza tangibile della diversità e della creatività della scena culinaria in California. Dai ristoranti tre stelle ai più semplici locali di tacos, la cucina della California è caratterizzata dall’abbodanza di freschezza, dalla costante voglia di sperimentare e dall’entusiasmo di innovareIl riconoscimento e l’autorevolezza generate dalla conquista delle stelle Michelin sono un onore senza pari nel mondo della ristorazione, e ogni singolo chef e ristorante inserito all’interno della guida dovrebbe essere orgoglioso di sognare in grande e di alimentare le passioni dei californiani e di tutti i visitatori internazionali”.

Fonte: Visit California

Potrebbe interessarti:

 Torna il festival ‘Il libro possibile’ a Polignano a Mare
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti