California, nasce a Oakland il circolo italiano dedicato a Jack London

Print Friendly, PDF & Email

Visit Oakland promuove la città in cui è vissuto Jack London con il primo circolo italiano dedicato allo scrittore. Creativi e studenti italiani dello IED verranno coinvolti nel progetto di valorizzazione e ricerca, per scoprire aspetti dell’autore ancora poco conosciuti: come la sua passione per la fotografia, ora rivelata da un libro.


Jack London nasce a San Francisco il 12 gennaio del 1876 ma vive gran parte della sua vita dall’altra sponda della baia, a Oakland appunto. Qui oggi lo celebrano con una bella piazza sul mare, Jack London Square, dove è possibile ammirare la ricostruzione della capanna dove lo scrittore visse durante la corsa all’oro nel Klondike, e il bar, ancora perfettamente funzionante, Heinold’s First and Last Chance Saloon, frequentato da marinai e avventurieri che ispirarono il giovane futuro romanziere.

Lo spirito della città di Oakland, giovane e un po’ ribelle, riflette il carattere e la vita avventurosa del suo cittadino, seppur adottivo, più famoso.

Il circolo Jack London, sia pure ancora in fase di definizione, ha due finalità precise:

  • Individuare ogni anno il “Jack London italiano”: un giornalista, un fotografo, uno scrittore, un viaggiatore al quale assegnare il titolo e come premio un viaggio a Oakland e nella Baia di San Francisco. Unica condizione raccontare, al ritorno, le atmosfere, i personaggi, le suggestioni, raccolte nel viaggio e nei luoghi dove è vissuto Jack London;
  • Selezionare, ogni anno, uno studente del corso di fotografia in programma allo IED e invitarlo a Oakland e nella baia di San Francisco per studiare e fare ricerca su Jack London e più in generale sulla letteratura e la storia della fotografia e dei grandi fotografi americani.

La missione di Visit Oakland è altrettanto chiara: promuovere Oakland come punto di partenza per visitare la Baia di San Francisco, una delle destinazioni più belle e rinomate al mondo.

Insieme a San Francisco e Oakland c’è poi un altro luogo della baia legato al ricordo di Jack London. Si tratta di Glen Ellen, la fattoria dove è vissuto negli ultimi anni della sua breve vita, oggi parco statale: Jack London State Historic Park,a un’ora da Oakland, nella contea di Sonoma.

Di Jack London romanziere, giornalista e grande viaggiatore sappiamo quasi tutto; la novità, scoperta in Italia solo recentemente, è stata la sua passione e il talento per la fotografia.

“Tra il 1900 e il 1916 Jack London scatta più di dodicimila fotografie. Sono questi anni fondamentali per la sua produzione letteraria, anni in cui la sua fama si consolida fino a fare di lui una vera icona della letteratura americana: lo scrittore più letto, il più discusso, il più pagato, il più controverso. È proprio in quegli anni che la macchina fotografica diventa una compagna inseparabile delle sue esplorazioni e avventure giornalistiche.” Sono le parole che aprono il libro fotografico curato da Alessia Tagliaventi e edito da Contrasto: Jack London Le strade dell’uomo – Fotografie, diari e reportage.

Fonte: Visit Oakland

Potrebbe interessarti:

 Scoprire Oakland in tre giorni
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti