Estate a Friburgo: tra musica, cultura e vino

Print Friendly, PDF & Email

Musica e degustazioni, corroboranti tuffi nei laghetti di città e un’insospettata passione per il ballo. L’estate a Friburgo ha molto da offrire, anche grazie ai tanti eventi culturali e a un clima particolarmente mite e soleggiato. E per chi ha voglia di esplorare la città al di là del delizioso centro storico, Friburgo alberga quartieri interessanti – come l’ex zona operaia di Stühlinger e l’ecologico Vauban – che vale la pena di scoprire, approfittando delle giornate più lunghe regalate dai mesi estivi.


Per cultori dell’enologia, appassionati o semplici turisti che desiderano degustare un buon bicchiere. Le terre del Breisgau, del Kaiserstuhl e del Markgräferland sono fra le regioni vinicole più rinomate della Germania, e il capoluogo Friburgo ne celebra gli eleganti vini con tre appuntamenti estivi. A fine giugno, l’Oberlindenhock nella città alta è un festival del buon cibo e del vino, quando le strade di parte del centro storico diventano un unico ristorante a cielo aperto, con proposte della migliore gastronomia cittadina, per passeggiare, spiluccare e divertirsi (Oberlindenhock, da venerdì 28 a domenica 30 giugno 2019). Alla Festa del Vino, dal 4 al 9 luglio 2019, allestita intorno al Duomo gotico, cantine e viticoltori locali presentano le loro migliori etichette, accompagnati dai piatti tradizionali della cucina del Baden. In agosto, infine, il Freiburger Weinkost invita, dal 1° all’11 del mese, abitanti e turisti ad assaggiare i vini tipici della regione, come i Sauvignon Blanc, gli Chardonnay e il Pinot Nero. La manifestazione si tiene nello storico edificio “Kaufhaus” affacciato sulla piazza del Duomo.

Dal mese di giugno in poi, Friburgo vive all’aperto, approfittando del clima con il maggior numero di ore di tutta la Germania. E qui, d’estate, si susseguono festival culturali e musicali, che si tengono per la maggior parte fra le strade o nei parchi della città. Ecco i principali:

  •  Freiburg stimmt ein (30 giugno 2019): un festival aggregativo e di comunità, che si ispira alla tradizione ecologica e ambientalista di Friburgo. Per un’intera giornata la città diventa un palcoscenico a cielo aperto con spettacoli di musica e teatro, dove la partecipazione di tutti è caldamente consigliata (www.freiburgstimmtein.de) .
  • ZMF, Zelt Musik Festival (17 luglio – 4 agosto): Sulla scena dello ZMF, allestito in un verde prato ai margini della città, si alternano musicisti pop, rock, jazz e di musica folk, mentre nei weekend c’è soprattutto spazio per le famiglie con bambini. Ogni anno il festival accoglie più di 120.000 visitatori (www.zmf.de).
  • Lunga Notte dei Musei (20 luglio): La possibilità di visitare le istituzioni più rilevanti della città – come l’Augustinermuseum, o il Museo di Storia Moderna – rigorosamente dopo il tramonto, e di partecipare a laboratori, momenti musicali, visite guidate e letture, dalle ore 18.00 alle 01.00.
  •   Tamburi Mundi (26 luglio – 4 agosto): concerti, workshop e performance che ruotano tutti intorno al mondo dei tamburi e delle percussioni (www.tamburimundi.com).

Danza e ballo: Friburgo è, a sorpresa, anche una città votata al ballo e alla danza. Non appena l’inverno finisce, la piazza dell’Alter Wiehrebahnhof diventa, tutti i martedì sera, una “milonga” in versione tedesca – che termina entro le ore 22.00, per non disturbare il vicinato. Salsa, hip hop e baciata sono di casa alla Mensabrunnen, dove i DJ vengono remunerati con una donazione libera e insegnanti volontari impartiscono le basi del ballo per i principianti. “Salsa y Candela” è la serata che si tiene, ogni terzo sabato del mese, al bar Coucou presso la stazione centrale, per dedicarsi al merengue e alla baciata.

Lasciato il centro storico con le sue strade acciottolate e gli edifici medieval-rinascimentali, Friburgo rivela quartieri inaspettati, che è bello scoprire soprattutto a piedi, con il clima mite dell’estate. Stühlinger è il vecchio quartiere operaio oltre la stazione di Friburgo, un tempo caratterizzato dagli alloggi a buon mercato e dal grigio dei camini. Oggi Stühlinger è un quartiere colorato e vibrante, dove convivono artisti, artigiani, operai e intellettuali, e il cui centro ruota attorno alla creativa Lederplatz e all’E-Werk, ex stazione energetica riconvertita a spazio per eventi e manifestazioni di rilievo. Stühlinger ospita anche locali alternativi, come ad esempio il caffè Mirabeau, tutto in stile Napoleone III, e l’Alte Apotheke, dove degustare assenzio e cognac. Vauban invece, a sud del centro storico, è a Friburgo un modello di quartiere ecologico e a servizio della famiglia, dove le case sono energeticamente autosufficienti, non esistono automobili e si investe sul verde, sui mezzi pubblici e sull’energia solare.

Voglia di un tuffo rinfrescante? A Friburgo non mancano i laghetti d’acqua limpida per corroboranti nuotate estive. Il lago Flückigersee, per esempio, si trova in centro città e si estende per 10 ettari. Tra le sue attrazioni, un grande prato per abbronzarsi, i pedalò, una nave pirata affondata per i bambini ed un’area separata per i naturisti. Il Moosweiher è un laghetto tranquillo nel quartiere di Lehen, ed offre anche un campo da pallavolo, un grande parco-giochi e un mini campo da golf. Il lago Dietenbachsee, infine, è circondato da un’ampia area verde, per abbinare alle nuotate delle piacevoli passeggiate.

Potrebbe interessarti:

 La mostra “Gipi. Storie d’artista” al Palazzo Blu di Pisa
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti