Mauritius: vacanze di spiaggia in spiaggia lungo i 300 km di spiaggia

Print Friendly, PDF & Email

Che la vacanza ideale sia relax in spiaggia o attività e sport acquatici per vivere l’oceano da vicino, Mauritius ha la soluzione adatta per ciascuno. L’isola è circondata da 330 km di costa protetta dalla barriera corallina e vanta viste mozzafiato sull’Oceano Indiano, a cui fanno da stupendo contrappunto le cime delle alture vulcaniche, ricche di vegetazione rigogliosa: ognuno troverà il suo scenario ideale. Con una temperatura dell’acqua tra i 22° e 27°C, fare il bagno è possibile praticamente sempre, scoprendo le peculiarità di ogni area e le possibilità di divertirsi con le più svariate attività.


Immergersi nelle acque dell’Oceano Indiano è una delle esperienze da non perdere! Si può scegliere tra sport per tutti i gusti: pedalò, kayak, sci d’acqua, sea kart, surf, windsurf, stand up paddle, barche a fondo di vetro, crociere in catamarano, dolphin watch e pesca sportiva d’altura… I più avventurosi possono provare le passeggiate subacquee, i viaggi sottomarini e il parasailing. Gli amanti del relax possono invece godersi il sole e l’aria fresca, comodamente sdraiati in spiaggia.

 
Nord: distese di spiagge sabbiose

Nella parte settentrionale dell’isola le spiagge più popolari tra gli abitanti del luogo e i turisti sono Trou aux Biches, da cui parte la lunga e sinuosa Mont Choisy, che si estende fino Pointe aux Canonniers. Da non perdere anche Grand Baie, ombreggiata dalla casuarine e ideale per gli amanti della barca a vela, oltre che punto di partenza per le escursioni agli isolotti settentrionali: fare snorkeling tra le acque cristalline di Gunner’s Coin, dove tra gli anfratti della scogliera nidificano gli uccelli marini, le piacevoli nuotate intorno a Flat Island e Gabriel Island renderanno la giornata indimenticabile. Pochi chilometri più a est di Grand Baie, sorge la meravigliosa spiaggia di Pereybère, dove un picnic a base di frutta fresca vi darà ristoro dopo una nuotata o una gita in barca.
 

 Est: lagune dalle acque turchesi

La costa di Belle Mare è annoverata tra i punti più belli di quest’area: è una bellissima spiaggia di sabbia bianca. La strada costiera che va da Palmar a Trou d’Eau Douce si snoda fino a Grand Port e termina nel villaggio di Mahebourg. Per chi non si accontenta di rilassarsi sotto l’ombrellone, il parasailing è ottimo per godersi una strabiliante vista panoramica a volo d’uccello sulla laguna. La spiaggia di Roches Noires giunge fino a Poste Lafayette: entrambe sono ideali per fare kitesurf ewindsurf. Bras d’Eau è una piccola baia nella laguna di Poste Lafayette, impreziosita da una spiaggia da cui è possibile ammirare il panorama verso sud. Anche da qui è possibile organizzare indimenticabili escursioni in barca, alla volta della famosissima Ile aux Cerfs(paradiso acquatico ma anche per gli amanti del golf). Un’altra visita imperdibile è quella all’Ile d’Ambre, dove si può organizzare anche un’esperienza in kayak, che vi condurrà tra le mangrovie della laguna.

Sud: incantevoli scogliere e scenari selvaggi

Pointe d’Esny, una spiaggia di sabbia bianca fiancheggiata da bungalow, conduce a Blue Bay, il parco marino legato all’omonima spiaggia, dove sono visibili coralli e varie tipologie di fauna. come il pesce pappagallo, il pesce trombetta e il baby barracuda. Un’altra esperienza da non perdere è Gris Gris, che si distingue per l’estrema vicinanza della barriera corallina alla riva. Onde enormi si infrangono a pochi metri di distanza, inondando la sabbia granulosa, mescolata con minuscole conchiglie colorate. Gris Gris offre inoltre un’ampia scelta di ristoranti vista mare che propongono piatti a base di pesce fresco cucinato in puro stile mauriziano. Tra le meraviglie acquatiche di quest’area c’è anche la Riserva naturale di Ile aux Aigrettes, un’isoletta di 27 ettari, 800 metri al largo della costa sud-orientale.
 

Ovest: il paradiso di surfer e kite surfer

Con le sue spiagge di sabbia bianca circondate da casuarine, Flic en Flac è una rinomata località turistica dove dedicarsi al nuoto o allo snorkeling. Il monte di Le Morne, Patrimonio dell’Umanità UNESCO e simbolo della liberazione dalla schiavitù, è l’inconfondibile cima che si vede dall’omonima costa, ideale per passeggiate sulla spiaggia, sport acquatici o relax assoluto. La parte meridionale è ideale per kitesurf, windsurf o surf classico. Conosciuto in tutto il mondo, One Eye, spot per il surf situato a Le Morne, deve il suo nome al veloce tubo (il “tubo” è la galleria interna di un’onda) che disegna la forma di un occhio. La parte occidentale dell’isola è inoltre il posto migliore per nuotare con i delfini. Prenotando un’escursione, in motoscafo o catamarano, sarà facilissimo incontrarli, in qualsiasi periodo dell’anno. Se avete invece la fortuna di trovarvi a Mauritius a settembre, potreste riuscire a vedere le balene.

Potrebbe interessarti:

 Bologna verso l’Africa, in mostra al Museo Civico mille anni di arte nera
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti