Tahiti celebra la giornata mondiale degli oceani

Print Friendly, PDF & Email
Tahiti

 


Tahiti. Lo scorso 8 giugno si sono tenute numerose iniziative per celebrare la giornata mondiale degli oceani, alla scoperta dei tesori naturali celati sotto la superficie dell’acqua.


Sabato 8 giugno 2019 è stata la Giornata Mondiale degli Oceani, un’iniziativa organizzata per celebrare e riconoscere il ruolo fondamentale che gli oceani esercitano sul nostro pianeta, incentivandone la cura e la protezione da parte di tutti noi.

Gli oceani rappresentano, infatti, una delle fonti più importanti per la generazione di ossigeno, regolare le temperature e per la nostra sussistenza.

Sono stati molti i programmi organizzati nel mondo per questa ricorrenza, e anche sull’isola di Tahiti hanno avuto luogo alcuni eventi tra  conferenze, proiezioni cinematografiche ed intrattenimento a tema proprio nella giornata di sabato, mentre la mostra dedicata “Rahui et esprit du lagon” sarà aperta fino a giovedì 13 giugno.

La prima edizione dell’evento “L’Effet Mer”, ha permesso a diverse associazioi di incontrarsi con l’obiettivo di prendere consapevolezza della situazione attuale e, soprattutto, di trovare delle soluzioni efficaci.

Le associazioni hanno insegnato come creare il compost, come far crescere i coralli, come realizzare opere d’arte con l’utilizzo dei rifiuti di plastica trovati sulla spiaggia, il tutto accompagnato da tante idee per l’intrattenimento ideali anche per le famiglie.

Si è trattato di un’ottima occasione per apprendere, ricordare ed educare visitatori e locali a mantenere il rispetto per l’oceano, un elemento fondamentale nella cultura polinesiana.

L’oceano rappresenta, infatti, il completo ciclo della vita per i tahitiani e verso di esso hanno un rispetto e un rapporto reverenziali.

Le acque cristalline de Le Isole di Tahiti custodiscono alcuni tesori di fauna e flora marina che richiamano appassionati da tutto il mondo per escursioni di diving e snorkeling in grado di avvicinare queste bellezze agli occhi di esperti e non.

Tra le esperienze più impressionanti, il whale watching, ideale nei mesi tra luglio e novembre, quando le megattere fanno il loro passaggio nelle acque miti dell’Oceano Pacifico prima di dirigersi verso l’estremo sud.

Questi giganti del mare sono avvistabili anche dalla costa delle isole, oppure, ancora più da vicino, con escursioni in barca.

Razze, delfini, squaletti e tartarughe non mancano poi di meravigliare con le loro evoluzioni e la lora natura selvaggia, oltre a rappresentare diversi significati e valori nella tradizione polinesiana, tanto da essere prìncipi nei tatuaggi più comunemente scelti dai locali, che decidono di imprimere sulla propria pelle queste raffigurazioni come fonte di protezione, buon augurio e profondo legame con la natura.
Le modalità per scoprire queste bellezze uniche sono davvero infinite: sessioni di diving e snorkeling, ma anche escursioni con l’acquascopioimmersioni con casco e con lo scooter sottomarino.

Fonte:Tahiti Tourisme

Potrebbe interessarti anche:

Giornata degli Oceani, Onu: “Lotta comune contro l’inquinamento”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti