Codacons contro gli scioperi dei trasporti di oggi e del 26 luglio

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Di fronte all’evidente sfida lanciata dai sindacati che, in barba alle richieste dei consumatori, del Governo e del Garante per gli scioperi e nonostante il caos ferroviario dello scorso 22 luglio hanno confermato la protesta nel settore dei trasporti, il Codacons passa al contrattacco e deposita oggi alla Procura della Repubblica di Roma un esposto per violenza privata e interruzione di pubblico servizio.


I sindacati hanno scelto deliberatamente di danneggiare i cittadini italiani, già stremati dalla giornata di passione vissuta ieri sul fronte ferroviario, dimostrando così scarsa sensibilità e un vergognoso disinteresse verso gli utenti – afferma il presidente Carlo Rienzi – Sarà dunque inevitabile una denuncia penale nei loro confronti, che sarà depositata domani dal Codacons in Procura, tenendo conto anche della decisione delle stesse organizzazioni di disattendere le richieste del Garante per gli scioperi”.

Nell’esposto alla magistratura il Codacons chiederà anche di verificare le responsabilità della Presidenza del Consiglio che, pur potendo precettare i lavoratori per evitare il caos nel comparto dei trasporti, non ha adottato alcun provvedimento per salvare gli utenti.

Fonte: Codacons

Potrebbe interessarti:

 Locri, esposizione del sarcofago delle muse
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti