Piemonte, parte l’estate 2019 di Abbonamento Musei: ecco il programma dei festival

Print Friendly, PDF & Email

Estate, tempo di festival: ecco quali sono gli appuntamenti in programma e i siti visitabili gratis per chi ha la carta di Abbonamento Musei.


È scoppiata l’estate, e con lei si apre ufficialmente la stagione dei festival. Gli appassionati di musica, danza, spettacoli e mostre non si vorranno certo perdere gli appuntamenti sparsi per il Piemonte. Per ognuno dei principali festival estivi della regione, Abbonamento Musei propone a tutti gli abbonati uno o più luoghi di interesse da poter vistare gratuitamente.

Abbonamento Musei è la carta all you can visit che dà libero accesso all’offerta culturale di un’intera regione, ogni volta che lo si desidera, 365 giorni l’anno: un’iniziativa a cui aderiscono oltre 200 realtà, fra musei, residenze reali, castelli, giardini e fortezze diffuse sul territorio a beneficio degli abbonati.

Occit’amo Festival – 8 luglio-15 agosto – Saluzzo (CN) Una grande festa diffusa che si svolge tra le Valli Stura, Maira, Po e Infernotto, tra le Valli Varaita, Grana e la Pianura del Saluzzese con incursioni oltralpe, pronte ad accogliere oltre 20 gruppi musicali provenienti da tutta Italia e Francia, artisti e scrittori.

Un’ottima occasione per visitare Saluzzo e i suoi dintorni. Tra le proposte di Abbonamento Musei, Casa Cavassa, la Castiglia, Casa Pellico, l’Abbazia di Revello a Staffarda, Castelli Tapparelli d’Azeglio a Lagnasco, il Filatoio di Caraglio, il Museo Civico Luigi Mallè e il Museo naturalistico del fiume Po a Dronero.

Alpàa Festival – 12-21 luglio – Varallo (VC)

Nata nel 1977 con l’intento di valorizzare e promuovere il territorio valsesiano con lo straordinario patrimonio di tradizioni, arte e cultura che lo contraddistingue, l’Alpàa si è affermata come manifestazione di grande rilievo nel territorio piemontese. In città, con Abbonamento Musei, è possibile visitare il Palazzo dei Musei di Varallo con la mostra in corso “Maioliche a Varallo” nella Pinacoteca e il Museo di Storia Naturale “Pietro Calderini”.

Festival Attraverso – 22 agosto-8 settembre – Langhe | Roero | Monferrato | Appennino Piemontese (CN)

Un festival intenso, emozionale, originale, di quelli che hanno l’ambizione di legarsi strettamente al luogo nel quale nascono, riunendo ventisei comuni. A questo, Abbonamento Musei abbina a Barolo il WIMU – Museo del vino e il Museo dei cavatappi, ad Alba il Museo diocesano MUDI, a Bra Palazzo Traversa, il Museo Civico Craveri e il Museo del giocattolo. Senza dimenticare il Castello di Serralunga d’Alba il Museo delle Langhe a Grinzane Cavour quello di Son de lenga a Dronero. Spostandosi poi verso nord, ecco il Museo Civico e il Museo Ebraico e la Gipsoteca Bistolfi di Casale Monferrato.

Inoltre con Abbonamento Musei, gli abbonati hanno diritto all’ingresso con biglietto ridotto a Vignale Monferrato Festival, con i suoi appuntamenti dedicati alla danza contemporanea, e alla rassegna di musica Stresa Festival.

Il periodo estivo può essere uno stimolo anche per una gita fuori porta alla scoperta di alcuni itinerari tematici. Per esempio:

Forti e castelli

Con la tessera è possibile accedere gratuitamente ai numerosi forti aderenti al circuito, le maestose architetture a difesa delle Alpi da cui si godono suggestivi panorami montani: il Forte di Gavi e il Forte Albertino di Vinadio nel sud del Piemonte, o il Forte di Fenestrelle e quello di Bramafam in Val Susa. Oppure puoi rivivere la storia passata nelle sontuose stanze delle Residenze Sabaude fuori Torino come il Castello di Racconigi e il Castello Ducale di Agliè, impreziositi da parchi secolari, oppure il Castello Reale di Govone. L’ardita struttura del Castello di Serralunga d’Alba domina uno dei borghi più belli e intatti di Langa e poco distante sorge il Castello di Grinzane Cavour, sede del Museo delle Langhe.

Arte Sacra

L’arte sacra è protagonista in Val Susa, dove sorge l’imponente Sacra di san Michele, fondata intorno all’anno 1000 e simbolo della regione Piemonte. O ancora si possono ammirare le preziose opere conservate dal Museo Diocesano di Susa e nei musei di arte religiosa alpina di Novalesa, di Bardonecchia e di Giaglione.

Itinerari naturalistici

Per gli amanti della natura il Giardino Botanico di Oropa, nel biellese a oltre 2.000 metri di altezza all’interno dell’omonimo Sacro Monte e a pochi metri del maestoso Santuario, può essere la meta in cui trascorrere una piacevole giornata. O ancora si possono ammirare le fioriture del Giardino Botanico di Rea in val Sangone e percorrere le suggestive gallerie di talco dell’Ecomuseo delle Miniere della Val Germanasca.

Fonte: Ufficio stampa Abbonamento Musei

Potrebbe interessarti:

Bologna verso l’Africa, in mostra al Museo Civico mille anni di arte nera
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Ritorna a Roma La Fornarina di Raffaello

Roma. Lunedì 9 aprile 2018 la celeberrima Fornarina di Raffaello fa ritorno nella sede di Palazzo Barberini a Roma, dopo essere stata esposta nella mostra Raffaello e l’eco ...
Vai alla barra degli strumenti