La valorizzazione del patrimonio culturale e del turismo toscano con la mappa delle opportunità

Print Friendly, PDF & Email

Firenze. Presentata il 18 luglio la “Mappa delle opportunità”: lo strumento che mostrerà in tempo reale il quadro del sistema turistico territoriale connesso agli attrattori.


Firenze, 18 luglio 2019. Sviluppo e promozione del turismo è una competenza prioritaria che è stata affidata al Sistema delle Camere di Commercio dalla recente legge di riforma. Si tratta di un nuovo ruolo di servizio reso al territorio ed ai suoi attori. Per parlare di questo e del progetto del Sistema camerale toscano “La valorizzazione del patrimonio culturale e del turismo”, si è svolto il 16 luglio scorso a Firenze, organizzato da Unioncamere Toscana ed ISNART, il Convegno “IMPRESE>TURISMO”.

Il Progetto, realizzato dalle CCIAA di Lucca, Maremma e Tirreno, Massa Carrara, Pisa e Prato, ha quale finalità, lo sviluppo di specifici strumenti per l’osservazione economica del turismo attraverso l’uso di “Big data” ed ha portato alla creazione di una piattaforma web che permette di analizzare la capacità di connessione tra le risorse culturali e naturali ed il sistema turistico dei singoli territori.

E’ così nata la “Mappa delle opportunità” una piattaforma basata su di un sistema di Intelligenza Artificiale che coglie e restituisce il rapporto tra un attrattore ed il sistema turistico territoriale, permettendo di individuare le carenze presenti ed offrendo nel contempo la possibilità di colmarle con nuovi servizi, nuove attività imprenditoriali, nuove offerte, sostenendo le necessarie azioni di governance da sviluppare a livello locale.

Le Camere contribuiscono quindi concretamente alla “digital transformation” del turismo aiutando le imprese a comprendere le dinamiche economiche e sociali connesse al settore turistico per poter analizzare in modo puntuale ed innovativo le interconnessioni tra attrattori, sistema turistico e mutamenti della domanda, intercettando in tempo reale le opportunità offerte dai mercati.

Lo strumento creato, una volta a regime, mostrerà in tempo reale il quadro del sistema turistico territoriale connesso agli attrattori identificati, verificandone l’adeguatezza non in termini generici ed astratti ma all’interno di una cornice di vincoli qualitativi predefiniti in modo da evidenziare non solo le disponibilità di un territorio in termini di alloggi, ristoranti, parcheggi, fermate di mobilità pubblica, ecc…, ma anche la loro puntuale distanza dall’attrattore identificato.

Si creerà quindi una mappa interattiva on-line che descrive i collegamenti, in senso lato, del singolo attrattore inserendolo al centro di un sistema di connessioni “semantiche” costruito con i riferimenti disponibili sul web.

L’obiettivo è di segmentare in tempo reale i “turisti digitali” in base al loro comportamento e al loro ascolto web e social avvalendosi delle innovative opportunità offerte dall’analisi dei Big Data e dall’Intelligenza Artificiale

Il progetto si propone pertanto di:

  • delineare i principali fattori che influenzano il “futuro digitale” nel turismo

  • segmentare i “turisti digitali” in base al loro comportamento e al loro ascolto web e social

  • analizzare l’adozione di strumenti digitali in Italia nel settore turismo

  • avvalersi nell’elaborazione dei risultati delle nuove opportunità offerte dall’analisi dei big data, dall’artificial intellingence e, in futuro, anche dalla blockchain

La fase iniziale del progetto, a cui hanno partecipato strutture camerali di 18 regioni e che ha visto il coinvolgimento attraverso le Camere di Commercio di 91 territori, ha portato ad individuare a livello nazionale 583 attrattori turistici, di cui 38 in Toscana.

Per mettere a punto il modello sono state esaminate ed elaborate informazioni e dati provenienti dalle seguenti fonti:

  • Registro delle Imprese

  • Analisi sul mercato dei fabbisogni occupazionali e di professionalità delle CCIAA

  • Dati messi a disposizione dagli osservatori sul turismo delle camere di commercio

  • Dati ufficiali del turismo del Ministero. di Regioni, APT, Istat e Banca d’Italia, ecc..

  • Portale de “Borghi più belli d’Italia 2019

  • Portali e pagine web di musei e siti culturali segnalati dai Ministeri

  • Organizzazioni quali “Bandiere blu”, “Bandiere arancioni”, “Cantine movimento turismo del vino”, “Parchi nazional”, ecc…

  • TripAdvisor

  • Booking

  • Expedia

  • AirBnB

  • Trivago

  • Homeaway

  • PRO Europeana

  • OpenStreetMap

  • SkyScanner

  • Twitter

  • Facebook

  • Google

  • Principali gestori telefonici italiani

  • Autostrade

  • Homeaway

L’evento di Unoncamere Toscana è stato anche l’occasione di “ascoltare” le esperienze di 10 “avanguardie”, imprese toscane che si sono distinte per particolari innovazioni che precorrono i tempi.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

La tradizione delle uova di Pasqua

L’uovo è uno dei simboli più importanti della festa di Pasqua, da sempre legato al concetto  di  vita e di nascita nella religione cristiana è divenuto poi metafora ...
Vai alla barra degli strumenti