La terza edizione di TEDxCortina dal 23 agosto

Print Friendly, PDF & Email

Roma. TEDxCortina sale fra i monti, con l’obiettivo di condividere – dal motto americano di fondazione di TED – Technology, Entertainment and Design – ideas worth spreading, idee di valore. Parlare del pianeta per parlare di noi. Grandi domande e importanti risposte: ecco il senso di TEDxCortina, il più alto appuntamento fisso della galassia TEDx che, per il terzo anno, da quota 1200 metri, venerdì 23 agosto 2019 a partire dalle 14, rinnova la sua sfida e il dibattito dal centro polifunzionale Alexander Girardi Hall.


L’incontro, che ha già fatto registrare il sold out, verterà sul tema della “IOrigine”: l’essere umano inteso come motore principale di qualsiasi cambiamento, ma allo stesso tempo anche come elemento che subisce cambiamenti ed effetti dell’evoluzione del nostro pianeta e del suo delicato ambiente. Si è tenuta questa mattina, presso la Lounge di Cortina 2021, la Breakfast Conference di presentazione.

Sono dieci i relatori di questa 24 ore di consapevolezza e brainstorming: psicologi, giornalisti, trader, startupper e manager, ma anche fisici, docenti universitari ed imprenditori. Ed ancora, il responsabile del dicastero vaticano per la Comunicazione ed un rapper. Ospiti differenti, ma accomunati dal loro impegno in prima linea nei vari settori di appartenenza. C’è monsignor Lucio Adrian Ruiz, segretario del dicastero vaticano per la Comunicazione che porterà la sua sfaccettata esperienza sia di uomo di chiesa e teologo, sia di esperto di biotecnologia e comunicazione. Ci sarà Alessandro Benetton che, con il suo esempio di imprenditore, e nel suo ruolo di Presidente di Fondazione Cortina 2021, pone da sempre grande attenzione al contesto ambientale, perseguendo costante innovazione con lo scopo di creare valore in un’ottica sostenibile e supportando aziende capaci di crescere in armonia con il territorio e la comunità. Estro, irriverenza e tanta gioventù saranno, invece, protagoniste dell’intervento di Sick Luke, beatmaker della Dark Polo Gang: il “Mozart della trap” parlerà di come evolve la musica, da un brano tribale alla trap.

La psicologa e psicoterapeuta Margherita Spagnolo porterà nel dibattito la sua lunga esperienza nel campo della terapia Gestalt e della percezione dell’altro. La giornalista italo siriana Susan Dabbous è una delle firme più esperte delle questioni mediorientale ed ha anche affrontato un rapimento ad opera di un gruppo jihadista nel 2013: porterà la sua visione su possibili scenari della geopolitica del terrorismo. Per Antonio Simeone c’è un numero all’origine di tutto e lui, algo – trader di lungo corso e giornalista economico proverà a spiegare le sue teorie sull’intelligenza artificiale e sul complesso mondo del bitcoin e dell’Innovative marketing.

 

Dell’ ”Eternamente affascinante origine dell’universo” parlerà la fisica Maria Alessandra Papa, autrice di oltre 260 pubblicazioni scientifiche, mentre Andrea Colombo, fondatore di U – Start, principale investment club italiano di Venture Capital, spiegherà come “Arrivare alle stelle e ricominciare da zero, per tornare alla propria origine”, illustrando il suo percorso professionale – dalla Lehman Brothers del crac 2008 alla Venture Capital – come metafora dell’evoluzione e del cambiamento. Oscar Di Montigny, esperto di Innovative marketing, porterà la sua competenza, oggi al servizio anche della realtà del gruppo Mediolanum, ma da sempre alla ricerca di un giusto equilibrio fra business, management, filosofia arte e scienza. Il geologo Antonio Galgaro, docente all’università di Padova e ricercatore del Cnr, porterà, infine, la sua esperienza in fatto di prevenzione e sistemi innovativi di monitoraggio ed allertamento di frane, che ha maturato in 20 anni di lavoro sia sulle Dolomiti, sia all’estero.

“Siamo sempre alla ricerca della risposta alla domanda delle domande: “Chi sono io?” “, spiega Alberto Paccagnella, presidente di TEDxCortina, “In particolare, l’evento di Cortina D’Ampezzo non vuole essere solo uno strumento di divulgazione di idee, ma intende diventare ancor più parte attiva nella società civile, sviluppando attività a forte impatto sociale”. A pensare al concept grafico, sviluppato come un antico mandala dal sapore mistico, è stato Gianluca Magri, guidato dall’idea della circolarità che questo simbolo sanscrito propone, così come circolare è il concetto di Green Innovation e Sustainability volute da TEDxCortina per questa terza edizione. Il progetto di TEDxCortina non si limita a promuovere idee di valore, ma intende porre l’accento sulla tutela del territorio. “Per Cortina d’Ampezzo, infatti, – prosegue Jacopo Pertile, license manager di TEDxCortina – l’obiettivo è creare un circolo virtuoso tra i protagonisti dell’evento, la comunità e il territorio, promuovendo tematiche legate alla Green Innovation Sustainability”.

 

Per questo, fondamentale, da quest’anno, è la collaborazione con FSC – Forest Stewarding Council che si concretizza anche nella costruzione di un evento green oriented e totalmente plastic free, oltre ad una serie di iniziative volte alla tutela del bosco e del sottobosco, ambienti spesso minacciati e feriti, nello specifico, lo scorso ottobre, dalla tempesta Vaia. A corredo dell’evento sono molte le iniziative in agenda. La sera di giovedì 22 agostol’Alexander Girardi Hall sarà teatro di un’anteprima d’arte. Giorgio Chinea porta in quota “Pablo – il peggior nemico della creatività è il buon senso”: protagonisti saranno la vita di Picasso ed un art show che racconterà le origini della sua spinta creativa e il forte legame con la percezione dell’ambiente e del fluire del tempo, elementi fondanti dell’arte del genio di Malaga.

 

Il centro di Cortina d’Ampezzo, vicino a Corso Italia, ospiterà, invece, A thousand trees, un’installazione pensata dal team TEDxCortina in collaborazione con gli architetti Marco Cellini, Giulia Pecol e Francesco Carraro. L’opera prevede una scatola quadrata, archetipo dello spazio quotidiano, dentro la quale cresce e “respira” un frammento di bosco e di biotopo alpino. Una serie di specchi dilata all’infinito l’abbraccio degli alberi e permetterà al fruitore, che si affacci agli oblò della parete, di immergersi in una vera foresta dolomitica, per non dare mai per scontato la bellezza e l’importanza dell’ambiente.

Ad incorniciare la giornata di TEDxCortina due mostre fotografiche. La prima porta la firma di Stefano D’Amadio, fotogiornalista romano e firma di National Geographic, che esporrà i suoi scatti nel foyer dell’Alexander Girardi Hall. La seconda è promossa da Osservatorio Cortina 2021, con un progetto di ricerca artistica territoriale di Gianpaolo Arena e Marina Caneve, e di Vulcano, in cui vengono investigati il territorio e il tempo che separano la conca ampezzana dai Campionati del Mondo di sci alpino del 2021.

Intanto gli stessi ragazzi del team TEDxCortina, fotografati da Claudio Bettio, in collaborazione con l’agenzia veneziana di shooting Vulcano, per la campagna del 2019, sono stati trasformati virtualmente in una foresta digitale – grazie a una moderna tecnica fotografica che mescola proiezioni e luci – per mandare un forte messaggio a favore della tutela del bosco.

Potrebbe interessarti:

 Anni Venti in mostra a Genova, l’arte risponde all’inquietudine
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti