Le mostre del weekend: da Scianna a Venezia ad Accardi a Roma

Print Friendly, PDF & Email
mostre weekend


Ecco alcuni suggerimenti per le mostre aperte al pubblico nell’ultimo week end di agosto. Da Scianna a Venezia ad Accardi a Roma. In 4 comuni della Basilicata Scialoja, Fazzini, Assadour e Goetz.


Nell’ultimo weekend d’agosto molte e diverse le suggestioni per gli appassionati d’arte, dagli scatti di Scianna a Venezia agli omaggi che la Basilicata (nei comuni di Aliano, Montemurro, Castronuovo e Moliterno) rende a 4 artisti, Scialoja, Fazzini, Assadour e Goetz.

VENEZIA

180 opere, e oltre cinquant’anni di carriera di uno dei maestri della fotografia contemporanea: si apre il 31 agosto alla Casa dei Tre Oci (fino al 2 febbraio) la grande antologica dedicata a Ferdinando Scianna, dal titolo “Viaggio racconto memoria”. Nel percorso, accanto ai temi che da sempre accompagnano la carriera di Scianna (l’attualità, la guerra, il viaggio, la religiosità popolare), anche una serie di immagini di moda scattate a Venezia che testimoniano il legame con la città. “Sublime geometry” è il titolo della prima personale in Italia di Heidi Bucher, allestita alla Galleria Alma Zevi dal 31 agosto al 18 dicembre. La mostra traccia le esplorazioni radicali compiute dall’artista svizzera, scomparsa nel 1993, all’interno di spazi architettonici e domestici, e la pone in dialogo con il Minimalismo della metà del XX secolo.

All’Hotel des Bains arriva “Ritratti (Opere uniche). 300 Polaroid raccontano i protagonisti della Biennale Cinema dal 1996 al 2004″, in programma fino al 15 settembre. Aperta il 26 agosto, in concomitanza con il Festival del Cinema, la mostra presenta 300 polaroid giganti, disposte in ordine cronologico e corredate da video sul backstage dei vari set fotografici, che hanno come protagoniste le star, tra attori e registi, che hanno sfilato sul red carpet del Lido. Ultimo weekend per ammirare l’installazione ambientalista “The Twin Bottles: Message in a Bottle” degli artisti Helidon Xhixha e Giacomo Jack Braglia che in occasione della Regata Storica fino al 1 settembre sarà in Canal Grande, di fronte a Palazzo Ca’ Vendramin Calergi. Il progetto presenta due bottiglie ‘gemelle’ in acciaio, una di Xhixha l’altra di Braglia, che scuotono le coscienze e riportano al centro le tematiche ambientaliste e il problema dell’uso eccessivo e non consapevole della plastica.

ROMA

Nell’ambito dell’esposizione “Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione” allestita alla Galleria d’Arte Moderna (fino al 13 ottobre) si inserisce l'”Omaggio a Carla Accardi“. In programma fino al 1 settembre, l’omaggio presenta al pubblico la riflessione dell’artista siciliana sul segno astratto, attraverso una serie di importanti opere dei decenni Settanta e Novanta del Novecento e alcuni documenti d’archivio, a testimonianza del suo percorso artistico, politico e personale.
    BERGAMO

Due le mostre in chiusura il 1 settembre alla GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo: allo Spazio Zero “Hysterical Strength”, prima personale in Italia di Luke Willis Thompson (Auckland, 1988), in cui l’artista presenta la trilogia di film Untitled Trilogy (2016-2018) e un nuovo lavoro site specific, Black Leadership (2019), ognuno dei quali esamina il rapporto tra le persone e la loro rappresentazione. A Palazzo della Ragione, invece, “Tutta la verità (The Whole Truth)”, mostra di Jenny Holzer: utilizzando versi che parlano di violenza, oppressione, genere, sessualità, potere, guerra e morte, l’artista nei suoi lavori sfrutta la parola scritta come mezzo di riflessione critica e di espressione creativa.
BASILICATA

Dal 26 agosto al 19 dicembre il Sistema museale ACAMM dedica 4 mostre ad altrettanti personaggi dell’arte europea del XX secolo: Pericle Fazzini ad Aliano, presso Palazzo Di Leo; Toti Scialoja a Castronuovo, nel MIG – Museo Internazionale della Grafica; Henry Goetz a Moliterno, nella Biblioteca G. Racioppi; infine Assadour a Montemurro, presso la Casa delle Muse Sinisgalli. Dipinti, sculture, disegni, acquarelli, opere grafiche, datati 1936-2018, invadono il territorio esteso tra Parco del Pollino e Parco dell’Appennino Lucano e chiariscono molti punti del linguaggio espressivo dei 4 artisti a contatto con la Basilicata.

 

Fonte: ANSA

Potrebbe interessarti anche:

Roma, Musei in Comune. Ingresso gratuito per la prima domenica di settembre
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti