Cinque nuovi parchi nazionali in Thailandia Oltre 53milla ettari aggiunti al sistema nazionale dei parchi

Print Friendly, PDF & Email

Roma. La Thailandia ha inaugurato cinque nuovi parchi nazionali nel trienno 2016-2019 che coincide con l’inizio del regno di Sua Maestà il Re Maha Vajiralongkorn Bodindradebayavarangkun (Re Rama X). L’apertura dei nuovi parchi è conforme al piano strategico nazionale ventennale della Thailandia che mira ad aumentare al 55%, entro il 2037, le aree forestali del Paese.


Attualmente esistono 133 parchi nazionali in Thailandia. Nel corso del regno di Re Rama X (dal 2016 ad oggi) sono stati ufficializzati e aperti:

 

Namtok Chet Sao Noi National Park

Istituito a dicembre 2016 come 129° parco nazionale di Thailandia, Namtok Chet Sao Noi National Park ha fra le sue attrazioni una cascata scenografica. Il Parco copre un’area totale di 40,89 chilometri quadrati che comprende i distretti di Muak Lek e Wang Muang nella provincia di Saraburi e il distretto di Pak Chong nella provincia di Nakhon Ratchasima.

 

Khun Sathan National Park

Aperto il 25 marzo 2017, è il 130° parco nazionale della Thailandia. Il Khun Sathan National Park copre un’area di 404,52 chilometri quadrati nei distretti di Na Noi e Na Muen nella provincia di Nan. La dorsale montuosa di Doi Phrae Mueang separa i confini tra le province di Phrae e Nan, mentre il Doi Ku Sathan si trova a 1.630 metri sopra il livello del mare.

 

Mae Takhrai National Park

E’ il 131° parco nazionale di Thailandia. Aperto a dicembre 2017, copre un’area di 356,66 chilometri quadrati nei distretti di San Kamphaeng, Doi Saket e Mae On nella provincia di Chiang Mai insieme ai distretti di Ban Thi e Mueang di Lamphun. Il Parco è il punto di origine dei principali affluenti del fiume Ping e offre viste panoramiche come cascate, scogliere e sorgenti termali.

 

Di Sadet-Ko Phangan National Park

Parco numero 132, istituito a novembre 2018, il Than Sadet-Ko Phangan National Park si trova a Ko Phangan, un’isola a 100 chilometri dalla costa di Surat Thani e occupa un’area totale di 44,99 chilometri quadrati. Il Parco ha preservato la caratteristica natura selvaggia dell’isola e include una aspra e ripida catena montuosa. Il Khao Ra, 627 metri, è la vetta più alta.

 

Doi Chong National Park

È l’ultimo dei recenti parchi nazionali thai. Aperto nell’aprile 2019, il Doi Chong National Park copre un’area di 346,18 chilometri quadrati nei distretti di Sop Prap, Thoen e Mae Phrik nella provincia di Lampang e Li e Thung Hua Chang nella provincia di Lamphun. Il parco offre aree montuose e una serie di foreste decidue. Il suo punto più alto, il Doi Jong si trova a 1.379 metri sopra il livello del mare.Dal 2016 al 2019, la Thailandia ha aggiunto un totale di 331.952 rai (53.120 ettari) al sistema dei parchi nazionali. Ciò porta la superficie boschiva totale thailandese a oltre 102.488 milioni di rai, che rappresentano il 31,68% di tutta l’area nazionale. Da segnalare, inoltre, i progressi compiuti nell’aggiunta di aree forestali protette, in rapida crescita in Thailandia, sotto la giurisdizione del sistema di parchi nazionali. Altri 22 parchi nazionali sono in fase di istituzione. Tra questi, 11 parchi nazionali terrestri e 11 parchi nazionali marini, per un totale di 44 milioni di rai (13% dell’area nazionale).

 

Per maggiori informazioni: www.turismothailandese.it

Potrebbe interessarti:

 Gelato, produzione in calo (-15%) Italia solo terza in Europa
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Thailandia

Vai alla barra degli strumenti