Generazione Z: la lista dei viaggi da fare almeno una volta nella vita

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Una ricerca recente condotta da Booking.com rivela la voglia di viaggiare e le ambizioni della Generazione Z. Anche se ancora molto giovane, la Generazione Z sa bene cosa vuole e circa il 70% degli intervistati ha già creato una lista delle mete da visitare almeno una volta nella vita.


Si parla molto di cosa desiderino i giovani della Generazione Z (che copre la fascia di età tra i 16 e i 24 anni) nel momento in cui iniziano a viaggiare e a esplorare il mondo da soli, e qual è il modo migliore per scoprirlo se non chiedendo direttamente a loro? Booking.com, il leader online nel settore dei viaggi che permette a tutti di trovare l’alloggio ideale tra la più ampia offerta di strutture e prenotare esperienze indimenticabili oltre alle migliori opzioni di trasporto, ha condotto uno studio mondiale su oltre 22.000 partecipanti in 29 mercati per raccogliere informazioni sul modo di viaggiare della Generazione Z.

 

Per questa nuova generazione, viaggiare è la priorità assoluta per quanto riguarda l’intenzione di spesa per i prossimi cinque anni (65%) ed è più importante persino di risparmiare per l’acquisto della prima casa (60%). Circa sette intervistati su dieci (69%) hanno già creato una bucket list, ovvero una lista dei viaggi da fare almeno una volta nella vita, e più di sei su dieci (63%) sono ben consapevoli dell’impatto che i viaggi hanno sull’ambiente e si dicono disposti a evitare mete affette dal turismo di massa.

 

La Generazione Z sa bene quali viaggi ed esperienze vuole fare, come per esempio visitare una meraviglia della natura (49%), un parco divertimenti (38%), fare una vacanza che abbia un impatto positivo sulla comunità locale (44%) e viaggiare a piedi (21%). Le esperienze di viaggio più interessanti per questa generazione sono attrazioni (67%), eventi (59%), attività avventurose (56%) trekking in mete estreme (52%) e viaggi di volontariato (37%).

Booking.com ha analizzato oltre 28 milioni di unità in più di 150.000 mete in tutto il mondo per trovare gli alloggi ideali dove i sogni della Generazione Z possono diventare realtà.

 

Il fiume dei cinque colori, Colombia

Questo capolavoro della natura, anche chiamato il “fiume arcobaleno” o Caño Cristales, si trova nel Parco Nazionale della Sierra de La Macarena. Questa meta è un’ottima idea per soddisfare il 49% dei partecipanti alla ricerca sulla Generazione Z che dicono di voler visitare una meraviglia naturale. La zona è un fantastico esempio di biodiversità e si estende per circa 100 km tra cascate, ruscelli e fiumi dove cresce una rara pianta endemica, chiamata Macarenia Clavigera, responsabile di questa esplosione di colore. Per la maggior parte dell’anno le acque del fiume sono di colore verde, ma durante le mezze stagioni si trasformano in un vero e proprio caleidoscopio colorato.

 

Dove soggiornare: il Manigua Lodge è immerso nel cuore della giungla e si trova a La Macarena, una piccola comunità rurale. Soggiornare in questo lodge è il modo migliore per riscoprire il contatto con la natura più incontaminata. Potrai dormire in una casa sulle palafitte immersa nella foresta e rilassarti sulle reti sospese su questo fantastico paesaggio. Dalla struttura potrai raggiungere facilmente il fiume dei cinque colori in barca.

 

Un parco divertimenti da adrenalina, Abu Dhabi

Circa sette viaggiatori su dieci (67%) appartenenti alla Generazione Z sono interessati a visitare un’attrazione, come per esempio un parco divertimenti (38%). Il Ferrari World di Abu Dhabi è il primo parco divertimenti firmato dalla storica casa di Maranello ed è una tappa obbligata per tutti gli amanti della velocità e delle esperienze adrenaliniche. Prova le montagne russe più veloci del mondo o sali a bordo di una monoposto con la Scuderia Challenge. Il Ferrari World fa parte di Booking.com Attractions, che permette di prenotare l’ingresso alle attrazioni più belle del mondo ricevendo subito la conferma e i biglietti elettronici.

Dove soggiornare: lo Yas Hotel è caratterizzato da un design davvero unico e si trova per metà sull’acqua e per metà sulla terraferma. L’isola di Yas è la base perfetta per visitare il Ferrari World e il circuito di Formula 1, entrambi nelle vicinanze. Dopo una giornata al parco divertimenti, rilassati in una delle due piscine sulla terrazza dell’hotel e goditi lo spettacolo del tramonto.

 

Jatiluwih, Indonesia

Circa la metà (44%) dei viaggiatori della Generazione Z vuole avere un impatto positivo sulla comunità locale della meta visitata facendo volontariato. Un modo per farlo è usare I Like Local, una start up attiva nel campo del turismo sostenibile e tra i vincitori dell’edizione 2019 del programma Booking.com Booster, che metteva in palio fondi per un totale di 2 milioni di Euro. Il progetto vuole far incontrare i viaggiatori e gli abitanti delle mete visitate per permettere loro di viverle in modo più autentico tramite esperienze selezionate e fuori dal comune. L’attività più gettonata offerta da questa start up è una lezione di cucina tradizionale nel villaggio di Jatiluwih a Bali.

Dove soggiornare: lo Sang Giri – Mountain Glamping Camp è facilmente raggiungibile in auto dalle spettacolari risaie a terrazza di Jatiluwih, e propone un alloggio in una tenda di lusso, un ristorante, una vasca idromassaggio all’aperto, un’area dove fare yoga e ha una vista panoramica sulla montagna e sulla giungla circostante. Per esplorare la zona, la struttura ti fornirà una mappa gratuita, binocoli tascabili, un ombrello e una torcia.

 

Parco Archeologico di Choquequirao, Perù

Oltre una persona su cinque (21%) tra gli intervistati vorrebbe fare un viaggio a piedi e più della metà (52%) vorrebbe fare trekking in una meta estrema. Tuttavia, la Generazione Z è sempre più consapevole dell’impatto negativo del turismo di massa e il 63% deciderebbe di visitare una meta meno nota per limitare l’impatto ambientale del proprio viaggio. Il Parco Archeologico di Choquequirao è un’ottima alternativa alla famosissima Machu Picchu, non solo per rispettare l’ambiente, ma anche perché pur essendo tre volte più grande di quest’ultima attira solo 20 visitatori al giorno.

Dove soggiornare: la CasaNostra Choquequirao è un’accogliente locanda situata a Cachora, la località più vicina al Parco Archeologico di Choquequirao. Respira l’aria fresca di montagna affacciandoti sul balcone e dopo le tue escursioni a piedi, gustati i piatti tradizionali e internazionali proposti dal ristorante locale.

 

Eventi per tutti i gusti, New York

Il 59% dei viaggiatori della Generazione Z vorrebbe partecipare a un evento, come un concerto, un festival o un evento sportivo, e quale città sarebbe più adatta della Grande Mela per farlo? New York City ospita innumerevoli produzioni teatrali di fama mondiale, leggendari incontri sportivi, irresistibili spettacoli comici e coinvolgenti performance musicali di ogni genere. L’offerta di Booking.com Events è già attiva a New York e offre ai viaggiatori la possibilità di vivere i migliori eventi prenotando i biglietti in tutta semplicità e senza stress.

Dove soggiornare: situato in un edificio storico ristrutturato di recente a breve distanza a piedi da Central Park, l’HI NYC Hostel è il posto giusto per fare nuove conoscenze e si trova a Manhattan nell’Upper West Side. La struttura offre molte aree in comune, come il patio esterno e un giardino privato, e organizza diverse attività, tra cui tour dei pub, eventi serali e spettacoli, tutte ottime occasioni per incontrare viaggiatori da ogni parte del mondo.

Fonte: Booking.com

Potrebbe interessarti:

Treni storici, debutto su Verbano e su Lario c’è piroscafo d’epoca
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti