Roma, il Parco dell’Appia Antica festeggia le Giornate Europee del Patrimonio

Print Friendly, PDF & Email

Roma. La Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma, diretta da Daniela Porro, aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2019 ispirate al tema della fruizione come divertimento, condivisione, sperimentazione ed evasione.


Nei musei e nei luoghi della cultura del Parco Archeologico dell’Appia Antica è proposto un ricco programma di aperture straordinarie e visite guidate. Tutte le attività sono gratuite e si svolgono, per motivi organizzativi, in gruppi di numero limitato formati in base all’ordine di arrivo nel corso della giornata. Non è previsto un sistema di prenotazione.

Si ricorda che, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio e nell’ambito dell’iniziativa #iovadoalmuseo che ha rimodulato i giorni di ingresso gratuito ai luoghi della cultura statali, l’ingresso al Mausoleo di Cecilia Metella e alla Villa dei Quintili – Casale di Santa Maria Nova, nei giorni di sabato 21 e domenica 22 settembre, è gratuito per l’intera giornata.

Per avere informazioni tempestivamente aggiornate sulle iniziative proposte si invita a visitare il sito web: www.parcoarcheologicoappiaantica.it e i canali social seguendo @archeoappia.

Di seguito il programma delle iniziative proposte:

Alla scoperta della Villa dei Sette Bassi

sabato 21: apertura straordinaria dalle 10.00 alle 18.00 con visite guidate nell’area archeologica

domenica 22: apertura straordinaria dalle 10.00 alle 18.00 con visite guidate nell’area archeologica

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio sarà aperta al pubblico la villa dei Sette Bassi collocata su un pianoro collinare tra il V e il VI miglio della via Latina, oggi sulla destra della via Tuscolana, in prossimità dell’incrocio con via delle Capannelle. Immersa in una vasta area verde, costituisce insieme alla Villa dei Quintili una delle più estese residenze imperiali del suburbio romano. Un viale alberato conduce ad un casale e ad altri edifici di uso agricolo costruiti ai primi del Novecento. Della villa del II secolo d.C. sono attualmente visibili consistenti resti di ambienti signorili, affacciati su un grande peristilio, un ninfeo, una cisterna e anche un tratto di acquedotto.

Appuntamento all’ingresso della Villa, via Tuscolana 1700

Come arrivare: Metropolitana Linea A (Anagnina o Cinecittà) e poi 10 minuti a piedi oppure in auto.

Accessibilità: per motivi di sicurezza non è consentito l’accesso all’area archeologica al di fuori dei gruppi accompagnati. Si consiglia l’uso di scarpe comode, basse e con suole antiscivolo.

 

Antiquarium di Lucrezia Romana: una giornata tra storia e mito

sabato 21: apertura straordinaria dalle 11.00 alle 22.00 con diverse attività:

dalle 11.00 alle 15.00 attività a cura degli studenti dell’Istituto Ferrari-Hertz con presentazione della APP da loro realizzata nell’ambito dell’Alternanza scuola-lavoro contenente nuovi percorsi di visita del Museo
alle 16.00 e alle 17.00 conversazioni su Lucrezia Romana: dalle fonti antiche alla pittura moderna
dalle 19.00 alle 22.00 visite guidate alle collezioni dell’Antiquarium
L’Antiquarium di Lucrezia Romana conserva ed espone i reperti emersi dalle indagini archeologiche svolte negli ultimi 25 anni in un ampio settore del suburbio sudorientale di Roma, dal Quadraro a Grottaferrata, comprendendo Osteria del Curato, Tor Vergata, Morena, Romanina, Cinecittà, Anagnina, Appio-Tuscolano. Tra questi figurano soprattutto corredi funerari ma anche affreschi, mosaici e interessanti esemplari di statuaria di età romana.

 Appuntamento all’ingresso dell’Antiquarium di Lucrezia Romana, via Lucrezia Romana 62

Come arrivare: in auto o con la Metropolitana Linea A (Anagnina) e bus 654

 

A spasso con gli archeologi nel Parco di Tor Fiscale

sabato 21: visite guidate nell’area del Parco di Tor Fiscale alle 14.00 e alle 16.00

Nel corso della visita nell’area del parco di Tor Fiscale si potrà ammirare l’imponente struttura della Torre del Fiscale che sorge su uno dei punti di intersezione tra gli acquedotti Claudio e Marcio nel quadrilatero impiegato come campo fortificato da Vitige re dei Goti durante l’assedio di Roma del 537 d.C.

Appuntamento al Casale del Fiscale, via dell’Acquedotto Felice 120. Si consiglia di arrivare 10 minuti prima delle visite guidate

Come arrivare: in auto o con la Metro A (Porta Furba)

Accessibilità: Si consiglia l’uso di scarpe comode, basse e con suole antiscivolo.

 

Villa grande e Villa piccola: tesori nascosti sotto la basilica di San Sebastiano fuori le mura

domenica 22: apertura straordinaria con visite guidate alle 10.30, 12.00 e 13.15

In occasione delle GEP sarà possibile visitare i due complessi al di sotto della Basilica di San Sebastiano tradizionalmente denominati “Villa Grande” e “Villa Piccola” ed utilizzati verosimilmente per lo svolgimento di riti connessi con le cerimonie funebri. Gli ambienti, caratterizzati da splendide decorazioni ad affresco in buono stato di conservazione, sono arricchiti da mosaici e affreschi ad imitazione dei marmi policromi, e presentano pitture di particolare interesse come la raffinata rappresentazione di un paesaggio marittimo con porto.

Appuntamento: piazzale antistante la Basilica di San Sebastiano in via Appia Antica, 136

Come arrivare: in auto oppure Metro B (Colosseo o Circo Massimo) e poi bus 118 oppure Metro A (San Giovanni) e poi bus 218 o Metro A (Colli Albani) e bus 660.

Accessibilità: per motivi di sicurezza l’accesso agli ambienti ipogei è consentito solo nell’ambito di gruppi accompagnati. Gli ambienti non sono ancora accessibili a chi ha difficoltà di deambulazione. Si consiglia l’uso di scarpe comode, basse e con suole antiscivolo.

 

Cecilia Metella: dal mausoleo alla fortezza sull’Appia antica

sabato 21: apertura straordinaria sabato sera dalle 19.30 alle 22.30 con visite guidate alle 20.00 e alle 21.00

domenica 22: visite guidate a cura della Società Cooperativa Culture (Coopculture), concessionaria dei siti del Parco Archeologico dell’Appia Antica, alle 10.00 e alle 12.00 (fino a 30 persone) e nel pomeriggio, a cura del personale del Parco, alle 16.00 e alle 17.30

Il Mausoleo di Cecilia Metella è uno dei luoghi simbolo della Via Appia Antica. Il monumento funerario, costruito fra il 30 e il 10 a.C., si staglia al terzo miglio della strada e impressiona ancora oggi per la sua imponenza ed eleganza, che si aggiungono al fascino di essere stato riutilizzato in epoca medievale come torre di un insediamento fortificato il cui impianto è ancora ben conservato.

Appuntamento per le visite guidate all’ingresso del monumento in via Appia Antica, 161

Come arrivare: Metro A (Colli Albani) e poi bus 660 oppure 118

 

Di notte… a spasso tra le tombe della via Latina

sabato 21 settembre: apertura straordinaria dalle 19.30 alle 22.30 con visite guidate alle 20.00 e alle 21.15

In occasione dell’apertura straordinaria serale sarà possibile accedere al Parco delle tombe della via Latina, databili in età imperiale e riccamente decorate con affreschi e stucchi. Nel corso delle visite guidate sarà inoltre possibile visitare il sepolcro Barberini con l’ipogeo recentemente oggetto di restauro.

Appuntamento all’ingresso delle Tombe della via Latina, via dell’Arco di Travertino 151

Come arrivare: Metropolitana Linea A (Arco di Travertino) oppure bus (capolinea ATAC Arco di Travertino)

Accessibilità: per preservare i luoghi l’accesso ai sepolcri è contingentato in gruppi di massimo 25 persone; le tombe non sono ancora accessibili a chi ha difficoltà di deambulazione. Si chiede l’uso di scarpe comode, basse e con suole antiscivolo.

 

Villa Capo di Bove e l’apporto di Antonio Cederna alla tutela del patrimonio culturale

sabato 21 settembre: apertura straordinaria dalle 19.00 alle 22.00 con visite guidate alle 20.00 e alle 21.00

Il sito di Capo di Bove, acquistato dallo Stato nel 2002, è stato in seguito oggetto di indagini archeologiche che hanno portato in luce un impianto termale di età imperiale. L’edificio principale, sorto su una cisterna romana che alimentava le terme, oggi custodisce l’archivio Cederna.

Appuntamento al punto di accoglienza per i visitatori nel Complesso di Capo di Bove, via Appia Antica 222

Come arrivare: in auto oppure Metro A (Colli Albani) e poi bus linea 660 oppure 118

 

Alla scoperta della Villa dei Quintili

domenica 22 settembre: visite guidate a cura della Società Cooperativa Culture (Coopculture), concessionaria dei siti del Parco Archeologico dell’Appia Antica alle 10.00 e alle 12.00 (fino a 30 persone)

Situata al V miglio della Via Appia la villa era delle più grandi dei dintorni di Roma e apparteneva ai fratelli Quintili, consoli nel 151 d.C. Nel 182 d.C. l’imperatore Commodo li fece uccidere confiscandone i beni. Da allora la residenza rimase di proprietà del demanio imperiale. Scavi recenti hanno riportato in luce resti dei lussuosi ambienti residenziali, termali e di imponenti edifici per spettacoli. Nel 2006 l’area archeologica si è arricchita con l’acquisizione del casale di Santa Maria Nova, affascinante residenza dei primi del ‘900 che ingloba una torre di avvistamento e un casale medievale impostato su una poderosa cisterna romana, adibito attualmente a punto di accoglienza per i turisti che accedono all’area archeologica dall’ingresso su via Appia Antica.

Appuntamento: all’ingresso della Villa dei Quintili, via Appia Nuova 1092

Come arrivare: in auto da via Appia Nuova 1092 o in Metropolitana Linea A (Colli Albani) e poi autobus linea 664

Potrebbe interessarti:

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Gli Italiani e i regali di Natale

Per Natale gli italiani acquisteranno 382 milioni di regali, per una spesa complessiva di 8,2 miliardi di euro. Sono i dati resi noti da eBay e contenuti ...
Vai alla barra degli strumenti