I dati Istat confermano la stangata sulle vacanze degli italiani

Print Friendly, PDF & Email

I dati Istat sull’inflazione confermano gli allarmi del Codacons: inflazione in ribasso ad agosto, stangata sulle vacanze degli italiani. Per voli prezzi aumentati del +33,8%, per i traghetti del+25%. Ecco la classifica delle città più care ad agosto.


Inflazione in ribasso ad agosto, è stangata sulle vacanze degli italiani. Lo afferma il Codacons, che vede nei dati dell’Istat la conferma agli allarmi lanciati nelle scorse settimane dall’associazione dei consumatori.

“I dati sull’inflazione confermano la stangata che si è abbattuta sulle vacanze degli italiani, e le speculazioni registrate nel settore del turismo” spiega il presidente Carlo Rienzi. “Basti pensare che i prezzi del trasporto aereo passeggeri crescono del +8,5% su base annua e addirittura del +31,7% su base mensile, addirittura del +10,4% su anno i voli internazionali (+33,8% il dato mensile). Forti tensioni anche nei prezzi dei traghetti, che su mese aumentano del +25%, con un aggravio di spesa ingiustificato per la tasche delle famiglie che si sono spostate per le vacanze estive”.

In linea generale – aggiunge il Codacons – il ribasso dell’inflazione allo 0,4% porta ad una maggiore spesa annua pari a +162 euro per una famiglia con due figli (+123 euro la famiglia “tipo”) con forti differenze a livello territoriale. Mentre infatti Bari e Modena registrano un tasso di inflazione superiore all’1%, Bologna e Ravenna sono in deflazione (-0,3%).

Ecco di seguito la classifica del Codacons delle città più care ad agosto (capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti), in termini di spesa aggiuntiva annua (in ordine decrescente di spesa):

 

CITTÀ            inflazione agosto    maggiore spesa annua

1)   Modena                       1,1%                307 euro

2)   Bolzano                           1%              301 euro

3)   Bari                                1,3%             271 euro

4)   Genova                          0,9%             219 euro

5)   Brescia                           0,7%            202 euro

6)   Verona                           0,7%            181 euro

7)   Napoli                             0,8%            173 euro

8)   Trieste                             0,7%            168 euro

9)   Catania                           0,8%               166 euro

10)Reggio Calabria              0,7%            135 euro

11) Catanzaro                     0,7%            134 euro

12) Torino                            0,5%              132 euro

13) Messina                        0,6%              122 euro

14) Milano                          0,3%                88 euro

15) Potenza                         0,4%               86 euro

16) Firenze                          0,3%              81 euro

17) Palermo                        0,4%               79 euro

18) Roma                            0,3%               76 euro

19) Reggio Emilia              0,2%               56 euro

10) Venezia                         0,2%                52 euro

       Padova                         0,2%                52 euro

21) Aosta                             0,1%                28 euro

      Parma                            0,1%                28 euro

22) Ancona                        -0,1%                -22 euro

23) Trento                           -0,2%             -49 euro

24) Bologna                       -0,3%                 -84 euro

      Ravenna                        -0,3%             -84 euro

 

Fonte: Codacons

Potrebbe interessarti:

 Autunno in Basilicata: tra foliage e prodotti tipici
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti