Il Maxxi apre a “Mediterraneo”, il nuovo ristorante progettato da Zaha Hadid

Print Friendly, PDF & Email

Aprirà il 12 ottobre “Mediterraneo – Ristorante e Giardino”, il nuovo ristorante del MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, progettato da Zaha Hadid e gestito dalla fondazione MAXXI del Ministero per i Beni Culturali.


Subentra alla gestione guidata per due anni dalla chef Cristina Bowerman, il progetto sviluppato dal gruppo Gma Services Srl in qualità di mandataria dell’Rti aggiudicatario del bando per la gestione dell’ampio spazio di ristoro, che conta 200 coperti. Dal 2012, la Gma group gestisce servizi di ristorazione e gestione mense e bar all’interno di cliniche romane e ristoranti nella provincia di Roma. Ultima acquisizione-glamour quella del noto ristorante cocktail bar “Palmerie Parioli”, in Viale Parioli.

Il menu di “Mediterraneo”, incontro tra oriente ed occidente, proporrà sushi, pizza e primi e secondi piatti di carne, con una attenzione particolare alle specialità tipicamente mediterranee. In cucina lo chef Valerio di Pasquale, due “sushisti” e la pasticciera Irene Tolomei, finalista dell’ultima edizione di “Bake Off Italia – Dolci in Forno”, il talent show condotto da Benedetta Parodi su Real Time.

“Sarà un luogo dinamico, confortevole e suggestivo, punto di ritrovo e aggregazione – sottolineano Giancarlo Cantagallo e Alessandro Cantagallo, i fondatori Gma Group che tra le consorziate annovera la Gma Services Srl a sua volta mandataria dell’Rti., aggiudicatario del bando – per tutti gli appassionati di arte, innovazione e amanti della buona cucina”.

Rinnovati gli interni su progetto dello Studio Troiani, dopo che a luglio scorso si è concretizzata l’aggiudicazione della procedura pubblica di gara per la concessione del servizio di ristorazione del Maxxi.

“La progettazione dei diversi spazi – conclude la nuova gestione – è pensata per far vivere al cliente un viaggio emozionale e sensoriale che lo coinvolga in ogni momento della giornata. Un mix di creatività, sapori e innovazione”.

Il locale ospiterà inoltre musica live, dj set, barmixology show, esposizioni, attività di sostegno sociale, e organizzerà corsi e percorsi culinari per adulti e bambini nonché concorsi rivolti a giovani artisti emergenti (Ied) con successiva esposizione delle opere.

 

Potrebbe interessare:

Il 13 ottobre un imperdibile treno storico a Garessio tra funghi, castagne e colori d’autunno
Umbria da scoprire, un itinerario da Assisi a Gubbio
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti