La formazione contro l’abusivismo extralberghiero: al via il Revolution tour in 13 città

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Parte il 3 settembre da Cagliari l’edizione 2019 del Revolution Tour, roadshow di formazione in 13 città italiane per gli imprenditori del settore extra alberghiero organizzato da Vivere di Turismo, una delle principali community italiane per chi lavora nell’ambito della ricettività alternativa, fondata da Danilo Beltrante e forte di 7500 membri su Facebook.


Il format degli eventi, patrocinati dall’associazione Property Managers Italia, prevede la distribuzione a tutti i partecipanti di un report sulla realtà extra alberghiera della propria città, realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze, un incontro formativo con la presentazione di case history, metodi di lavoro, opportunità del settore e consigli sulle migliori tecnologie da utilizzare e una sessione di domande e risposte per risolvere i principali dubbi dei partecipanti. Si comincia il 3 settembre da Cagliari per proseguire il 5 settembre a Roma, il 10 settembre a Napoli, il 12 settembre a Bari, il 16 settembre a Siena, il 17 settembre a Firenze, il 18 settembre a Torino, il 24 settembre a Como, il 25 settembre a Desenzano del Garda, il 1° ottobre a Mestre, il 2 ottobre a Bologna, il 3 ottobre a Milano e il 16 ottobre a Palermo. 13 tappe complessive in circa un mese e mezzo di tour.

Le ricerche realizzate dal CTS Firenze – spiega Danilo Beltrante – mettono in luce come a fronte di un sostanziale stallo del settore alberghiero, con crescita a macchia di leopardo, si assiste oggi a un incremento a due cifre dei posti letto messi a disposizione nel settore extralberghiero. Di fatto, a fronte di un’estate 2019 che sul fronte alberghiero è stata definita come negativa e inferiore alle attese, vediamo come sia stato proprio il settore extra alberghiero a sostenere il turismo italiano”.

Nell’estate appena passata – aggiunge il presidente di Property Managers Italia Stefano Bettanin – abbiamo letto molte notizie riguardanti l’abusivismo nel settore extra alberghiero. Noi pensiamo siano la conseguenza di un mercato cresciuto senza sviluppare una professionalità specifica e spesso nell’ignoranza delle regole già esistenti che, se da un lato confermano che il turismo cresce grazie al mondo extra alberghiero, dall’altro pongono un problema di conoscenza e rispetto delle leggi. Per questo pensiamo che il modo migliore per arginare questo fenomeno sia istruire il più possibile i nuovi imprenditori di questo settore con iniziative studiate appositamente per loro. Siamo perciò felici di sostenere la nuova edizione del Revolution Tour, un programma realizzato da uno dei soci fondatori di Property Managers Italia, che già lo scorso anno è stato molto apprezzato per il taglio innovativo e la capacità di trasmettere le informazioni necessarie a chi vuole intraprendere l’attività di property manager”.

Potrebbe interessarti:

 Viaggio tra i borghi del Chianti, terra di vino, castelli e antiche abbazie

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti