Tuffati in un viaggio in Scozia: alla scoperta di coste e corsi d’acqua

Print Friendly, PDF & Email

La variegata costa e le acque interne della Scozia, sia in contesti urbani che rurali, offrono tutto l’anno molte opportunità di svago e di avventura. Nell’arco del 2020 è prevista una serie di eventi che mostreranno l’incredibile varietà delle cose da vedere e da fare in Scozia in tema acquatico e costiero. Alcuni esempi? Il Loch Ness Trail, il rafting sul fiume Findhorn o… una nuotata con gli squali!


Una serie di eventi emozionanti metterà in evidenza le coste e le acque della Scozia durante il 2020: tra questi troverai gemme come il Crail Food Festival e lo Scottish Traditional Boat Festival di Portsoy, il Clydebuilt Festivale e The Fife Regatta. The Edinburgh International Film Festival organizzerà anche una serie speciale di proiezioni chiamate Scotland’s Shores, pronte a mostrare lo spettacolare fascino costiero della nazione oltre a una speciale esperienza outdoor sulla costa.

La posizione di Aberdeen come luogo dove avvistare i delfini sarà celebrata dalla Royal Society for the Protection of Birds durante la DolphinFest 2020, mentre il National Theatre of Scotland sta sviluppando una produzione chiamata Ferry Tales per raccontare le acque della Scozia e i viaggi compiuti solcandole. Lo Scotland’s Boat Show e Kip Marina presenteranno, nell’ottobre 2020, anche “River of Light”, un evento speciale con numerose barche illuminate.

I laghi, i fiumi e i canali del paese hanno contribuito a plasmare la storia della nazione e hanno fornito ai visitatori una vasta esperienza di viaggio: da gite in barca e sport di avventura all’osservazione della fauna selvatica e immersioni con grandi creature marine. Oltre ai numerosi eventi previsti per celebrare l’anno delle coste e delle acque scozzesi, i visitatori potranno navigare tra le numerose isole e corsi d’acqua della Scozia, immergersi nel patrimonio marittimo del paese e abbracciare i suoi corsi d’acqua grazie a una serie di attività stagionali da svolgere in punti diversi durante l’anno.

Il Loch Ness 360 Trail

Collegando la Great Glen Way con il South Loch Ness Trail, il Loch Ness 360° Trail è un nuovo percorso da fare a piedi o in bicicletta a lunga distanza attorno al suggestivo paesaggio del Loch Ness. Copre una distanza di circa 80 miglia, per percorrere le quali i camminatori impiegheranno circa sei giorni, sebbene il percorso possa essere suddiviso in sezioni per esperienze più gestibili. Con la città di Inverness, oltre a Drumnadrochit, Invermoriston, Fort Augustus, Foyers e Dores, ci sono numerosi luoghi spettacolari e punti di sosta lungo la strada. Per coloro che desiderano scoprire di più sulla storia del lago e degli altopiani circostanti, sono disponibili visite guidate e noleggio biciclette. Ammira lo splendore del castello di Urquhart e del ponte Telford lungo il percorso, accanto alle cascate del Foyer, dove l’acqua compie un grande salto sopra la scogliera.

Sport acquatici

Con il suo mix unico di laghi tranquilli, onde che si infrangono e rapide in totale movimento oltre a oltre 6.000 miglia di costa, le acque della Scozia sono adatte per praticare una vasta gamma di diversi sport acquatici. I centri di attività outdoor in tutto il paese offrono di tutto, dalle lezioni introduttive alle sfide più difficili. Ci sarà sempre qualcosa da fare adatto a tutte le età e abilità.

Attività sub e snorkelling

Le coste e le acque della Scozia ospitano una vita marina meravigliosamente diversificata e numerosi relitti di navi che sono incredibilmente popolari tra i subacquei. Immerso nel cuore delle Isole Orcadi, Scapa Flow è uno dei più grandi ancoraggi protetti al mondo ed è un cimitero di navi affondate. Esplora il Sound of Mull con Lochaline o immergiti nella storia del Firth of Clyde con Wreckspedition Dive Charter. Sia che tu sia alla ricerca di gite di un giorno o addirittura di alloggi a bordo su barche per immersioni specializzate, la Scozia ha una gamma di opzioni per soddisfarti. Il Puffin Dive Center di Oban offre ai principianti l’opportunità di scoprire le delizie delle immersioni subacquee, mentre parti selezionate delle coste del Berwickshire e delle North West Highlands sono conosciute come percorsi per lo snorkeling, dove i visitatori possono avvistare molte specie diverse, dagli anemoni di mare a delfini e balene.

Kayaking e canoeing

Paradiso per i canoisti, sia le acque interne che quelle marine della Scozia sono ricche di opportunità per provare il kayak e la canoa. Il fiume Tay ha le condizioni adatte per soddisfare sia i principianti che i canoisti esperti. Che si tratti di tandem o single craft, troverai l’attrezzattura disponibile da Outdoors Explore. In alternativa, i visitatori possono provare a misurarsi con la pagaia sul più grande specchio d’acqua dolce della Gran Bretagna a Loch Lomond, abilmente supportati da Wild By Nature. La costa eclettica della Scozia vanta un’abbondanza di grotte, scogliere, tunnel e spiagge appartate da esplorare durante un’avventura in kayak da mare.

Una serie di gite di un giorno e spedizioni di più giorni consentono ai visitatori di scoprire nuove attrazioni, pagaiare a contatto con la fauna selvatica locale e ammirare il paesaggio spettacolare della regione. La Orkney Sea Kayaking Association può aiutare i visitatori a scoprire il famoso Old Man of Hoy delle Orcadi, mentre il Scottish Sea Kayaking Trail  ti porterà in un viaggio impegnativo di 500 km attorno alle parti più panoramiche delle Highlands e delle Isole.

Rafting sui fiumi

I fiumi della Scozia offrono alcune delle più emozionanti esperienze di rafting in bacini naturali della Gran Bretagna. Questo genere di esperienza outdoor può essere vissuto tutto l’anno sia dai rafter alle prime armi, sia dagli amanti dell’adrenalina pura. Le acque più calme nei mesi estivi sono ideali per i principianti, mentre il rafting di Grado 4 o 5 consegue allo scioglimento della neve all’inizio della primavera o in periodi di forti piogge. Il fiume Findhorn nel Cairngorms National Park offre emozioni eccezionali e uno splendido scenario, poiché il fiume scende con un forte dislivello nell’arco di 18 miglia. Essendo uno degli ultimi fiumi selvaggi della Scozia, le condizioni meteorologiche spesso regolano le sezioni del fiume che possono essere utilizzate! Le rapide a flusso del River Tay sono popolari tra i cercatori di brividi, mentre i rilasci programmati di dighe sul fiume Garry vicino a Fort William forniscono acque di alta qualità da aprile a ottobre.

Canyoning e coasteering

Sia che salti da sporgenze rocciose in piscine naturali o che esplori le coste senza una barca a sostenerti, la costa e le acque della Scozia ti offriranno molte esperienze esaltanti di canyoning, gorge-walking e coasteering. Le valli, le foreste e i fiumi del paese offrono un parco giochi naturale per un viaggio di avventura che può essere goduto da tutta la famiglia. Con il supporto di istruttori qualificati e kit di alta qualità, è un’opportunità per vedere la costa da una nuova prospettiva.

L’isola di San Ninian’s Isle alle Shetland

Avventurati attraverso uno spettacolare sentiero di sabbia naturale per scoprire l’Isola di San Ninian. Il vasto “tombolo” – una lingua di sabbia e ghiaia che unisce l’isola alla terra ferma – è la più grande caratteristica di questo luogo e fornisce un percorso a piedi per scoprire i resti storici della Cappella di San Ninian, un tempo dimora di un tesoro dei Pitti che ora è ospitato nei musei di tutta la Scozia. Dai un’occhiata agli isolotti rocciosi di Coar Holm e Inns Holm e ammira la natura in tutto il suo splendore.

Avvistare i delfini al largo della Banffshire Coast e del Moray Firth

Conosciuta come la “Costa dei delfini”, la Costa del Banffshire e il Moray sono famosi per avere acque in cui i visitatori possono avvisare i delfini tursiopi nel loro ambiente naturale. La colonia di delfini nel Moray Firth è la più settentrionale della terra e anche tra le più grandi, con una media di circa 4 metri di lunghezza. Chanonry Point vicino a Fortrose e l’imponente fortificazione militare di Fort George sono luoghi famosi per spiare i delfini da terra, mentre gite in barca e crociere naturalistiche possono portare i visitatori in un giro memorabile più vicino all’azione.

Nuota con i basking sharks (o squale elefante)

I visitatori possono nuotare con il secondo pesce più grande del pianeta durante i mesi estivi, poiché gli squali elefante sono regolarmente avvistati nelle acque al largo della costa occidentale della Scozia. Questo innocuo squalo cresce fino a 10 metri di lunghezza ed è una placida creatura senza denti, il che significa che è possibile nuotare in loro prossimità e vicino a un’ampia varietà di altri animali selvatici tra cui delfini e foche. I tour vanno da aprile a ottobre, in coincidenza con la migrazione degli squali nelle acque scozzesi, e nuotare, andare in kayak e fare snorkeling intorno alle creature è incredibilmente popolare. I punti di interesse per questo genere di attività sono la costa di Oban, il Firth of Clyde e le isole di Coll, Canna e Tiree.

Isola di Jura

Esplora la selvaggia Isola di Jura, casa di una premiata distilleria di whisky, montagne incredibili e una fiorente popolazione di circa 6000 cervi selvatici. I Tours of the Jura Distillery rivelano in che modo gli elementi naturali dell’isola hanno influenzato il processo di produzione. Qui, inoltre, potrai ammirare il Corryvreckan Whirlpool, uno tra i più grandi vortici marini permanenti del nostro pianeta. Troverai regolare gite in barca che ti permetteranno di vedere questo l’incredibile turbinio dell’acqua.

Immergiti nel Firth of Forth

Una consuetudine annuale nata nel 1986, con centinaia di persone che si tuffano nelle acque del Firth of Forth a South Queensferry: si tratta dell’evento che tutti chiamano Loony Dook. Spesso si indossano abiti eleganti e si fa tutto questo per una nobile causa di beneficenza. Il tuffo è parte delle celegrazioni di Hogmanay (ovvero Capodanno) ed è vista come un modo nuovo di iniziare il nuovo anno. Il nome è una fusione di “Loony” – abbreviazione di lunatico – e “Dook”, un termine scozzese per “tuffo” o “bagno”. I visitatori sono invitati a prendere parte all’usanza o ad applaudire i Dookers mentre si dirigono verso la spiaggia.

Fai surf nell’Atlantico

La costa occidentale della Scozia offre paesaggi mozzafiato, un ricco patrimonio culturale e incredibili condizioni per il surf grazie ai forti venti dominanti da sud-ovest. Thurso, sulla punta settentrionale della terraferma scozzese, è rinomata per le sue onde, mentre l’Isola di Tiree offre condizioni di surf molto interessanti ed è sede del Tiree Wave Classic in ottobre, una delle più importanti competizioni britanniche di windsurf.

Fingal’s Cave sull’isola di Staffa

Creata circa 60 milioni di anni fa dagli stessi flussi di lava responsabili Giant’s Causeway nell’Irlanda del Nord, la Fingal’s Cave ospita un’incredibile serie di colonne vulcaniche di basalto. Situata nell’isola disabitata di Staffa, nelle Ebridi interne, la grotta alta 69 metri ha un’acustica sorprendente e può essere dalle barche che solcano le acque antistanti nei mesi estivi. L’isola è dominata da uccelli marini tra cui guillemot, razorbill, sule e grandi skuas, mentre le pulcinelle di mare la usano come luogo di riproduzione tra maggio e agosto.

Up Helly Aa

Pronto a prendere vita l’ultimo martedì di gennaio di ogni anno, Up Helly Aa è il festival vichingo delle Shetland e culmina in una processione illuminata dalle torce e nel rogo di una barca. Si tiene nel vivace porto di Lerwick, sulle pittoresche Isole Shetland, ed è uno spettacolo eccezionale.

 ENIT: cresce la scelta di mete balneari italiane da parte dei turisti stranieri nel 2019
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti