BERLINO al femminile. Guida turistica di Giulia Dickmans

Print Friendly, PDF & Email
Berlino al femminile

 


Berlino al femminile è la guida di Giulia Dickmans, parte della collana Guide al femminile di Morellini editore. È la guida giusta per farsi accompagnare per la capitale della Germania, metropoli eclettica, multiculturale e alternativa.


9 novembre 1989 – 9 novembre 2019: a trent’anni dalla caduta del Muro, uno dei simboli più rappresentativi della Germania del secolo scorso, Berlino è una città profondamente diversa. La guida turistica “Berlino al femminile” di Giulia Dickmans – giovane autrice italo-berlinese – accompagna il lettore nella “città del Muro”, alla scoperta di quello che è rimasto, dal Checkpoint Charlie alla East Side Gallery, ma soprattutto di quello che si è aggiunto, facendo di questa città una meta amata dai turisti.

 

Capitale della Germania, metropoli eclettica, multiculturale e alternativa come New York, Berlino si scopre oggi dinamica e al passo con i tempi, con i suoi trend che hanno conquistato anche le italiane: il misterioso ed elegante look total-black e quello da hipster, le biciclette per muoversi in città, la musica da ascoltare sempre e ovunque, la libertà di esprimere il proprio orientamento sessuale, la facilità di essere madri…

Archiviato il passato che la divideva forzatamente in due – Est e Ovest – Berlino è una città dai mille volti, con i suoi 12 Bezirke (distretti) ognuno con una propria anima e il proprio stile, dove ciascuno può sentirsi a suo agio: Charlottenburg con le sue vie per lo shopping, il Mitte con la famosa Isola dei Musei, il Friedrichshain con i club (anche molto trasgressivi, ma a Berlino la libertà è di casa!), Kreuzberge che pare fatta su misura per le famiglie, solo per citare i più noti.

Ci si muoverà in una Berlino nuova, anche attraverso interviste a berlinesi doc ed expat (un’attrice, una “piratessa” attivista, due blogger di moda, una proprietaria di un sexy-shop) che sveleranno gli aspetti più originali e autentici di questa città, lontani dagli stereotipi più noti sul popolo tedesco.

 

Nella guida non mancano approfondimenti dedicati al Terzo Reich e ai progetti in atto da parte dell’amministrazione per trattare le testimonianze storiche di questo periodo, e alla meno nota Berlino coloniale di cui si ritrovano tracce nel quartiere africano – l’Afrikanisches Viertel – la Mohrentrasse – letteralmente la “strada dei negri” – i Supermercati Edeka e in molti altri luoghi simbolo.

 

Oltre alla storia a Berlino però ci si diverte pure: locali notturni, ristoranti multietnici, negozi – anche second hand – e mercatini oltre allo sport, piscine (i berlinesi sono dei veri sportivi) e molti altri luoghi dove immergersi nel mood cittadino, anche in compagnia dei bambini.

 

Potrebbe interessarti anche:

Da Momondo, le 10 destinazioni per Viaggi al Femminile  
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti