Booking.com ha lanciato nuove funzionalità per i partner professionisti che gestiscono affitti brevi

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Durante la Vacation Rental Management Association (VRMA) International Conference che si è tenuta a New Orleans (Louisiana), Booking.com ha rivelato che in media 7 ospiti al secondo fanno il check-in presso una casa, un appartamento o una struttura non-alberghiera. L’annuncio è avvenuto contestualmente al lancio di nuovi strumenti e aggiornamenti migliorativi basati sul feedback dei partner di Booking.com e pensati per semplificare le operazioni giornaliere dei professionisti che si occupano di affitti brevi e per aiutarli ad accogliere più ospiti.


Con oltre 20 anni di esperienza in questo settore, Booking.com ritiene fondamentale instaurare un rapporto di stretta collaborazione con tutti suoi partner, per essere promotore di nuove idee che aiutino a delineare il futuro del settore dei viaggi. A tale scopo, l’azienda ha introdotto nuove funzionalità sviluppate da un team di specialisti, concepito appositamente per garantire ai partner professionisti di affitti brevi di offrire una migliore esperienza di soggiorno ai sempre più numerosi viaggiatori che scelgono di prenotare strutture alternative. Questa iniziativa è particolarmente importante, perché dimostra che l’azienda riconosce il grande potenziale per le strutture gestite da professionisti di soddisfare i propri clienti.

 

Più viaggiatori che mai vogliono soggiornare in un posto esclusivo: il 43% sta pensando di prenotare una tipologia di alloggio alternativa quest’anno. Considerando questo trend in aumento, Booking.com ci tiene ad ascoltare i propri partner e a introdurre costantemente nuove funzionalità per i suoi prodotti. Lo scopo è creare nuove opportunità di business per i partner e mettere in evidenza i vantaggi che contraddistinguono ciascuno degli oltre 6 milioni di appartamenti, case e strutture extra-alberghiere presenti sulla piattaforma, situati in 148.000 destinazioni.

 

Le nuove funzionalità sfruttano la tecnologia per aiutare i manager professionisti di strutture ricettive a commercializzare le loro offerte sulla piattaforma di Booking.com, a semplificare le operazioni di tutti i giorni e a far crescere il fatturato. Questi nuovi prodotti e funzionalità, consultabili su partner.booking.com/propertymanagers, includono:

 

●       Area Opportunità di Gruppo: un nuovo tool che ti permette di individuare opportunità valide per tutte le tue strutture o alcune, e di apportare modifiche più velocemente, offrendoti consigli rilevanti e implementabili.

●       Nuovi strumenti di connettività: le nostre nuove funzionalità relative alla connettività ridurranno il tuo carico di lavoro e ti permetteranno di gestire l’attività in modo più semplice, dal deposito cauzionale alla consegna delle chiavi, attraverso il tuo software provider.

●       Funzionalità che valorizzano le strutture gestite da professionisti: fin dalle prime fasi della prenotazione, rendiamo più visibili per gli ospiti le caratteristiche che contraddistinguono i professionisti dell’ospitalità, tra cui il punteggio dell’host (basato sulle recensioni lasciate anche sulle tue altre strutture) e il punteggio giudizi esterno (basato sulle recensioni lasciate dagli ospiti su siti fidati). Questi punteggi contribuiscono a rassicurare i clienti durante la prenotazione della tua struttura e ne aumentano la visibilità. Metteremo più in evidenza anche i servizi esclusivi offerti dalle tue strutture, tra cui la reperibilità h24, il check-in senza chiave e molto altro.

●       Sistema per la valutazione della qualità: grazie a un sistema oggettivo e unico nel suo genere per la valutazione della qualità degli affitti brevi, simile alla tradizionale classificazione in stelle usata per gli hotel, potrai attrarre più ospiti e gestire al meglio le loro aspettative. La valutazione è basata sulla posizione, sulle dimensioni e sui servizi della tua struttura.

●       Advisory Board: poiché ci teniamo a comprendere al meglio le tue necessità, abbiamo creato l’Advisory Board, un comitato formato da manager di strutture ricettive e Connectivity Provider che forniranno consulenza a Booking.com in merito al settore degli affitti brevi. In questo modo, potremo offrire ai partner prodotti e servizi che soddisfano le loro reali esigenze.

 

Olivier Grémillon, Vice Presidente di Global Segments, si occupa della supervisione della divisione case e appartamenti di Booking.com e della divisione partnership/strategic con le catene alberghiere, e oggi, nel suo intervento durante la VRMA International insieme all’esperto del settore Simon Lehmann, ha parlato di come si sia evoluta l’offerta rivolta ai partner professionisti degli affitti brevi.

 

Fin dalla VRMA International dello scorso anno, abbiamo avviato una conversazione attiva con i nostri partner che si occupano di affitti brevi, per capire in che modo questo settore possa continuare a rispondere alle aspettative sempre più elevante dei viaggiatori e al loro desiderio sempre maggiore di scoperta”, ha detto Grémillon. “Questo dialogo di fondamentale importanza non ha soltanto rafforzato i nostri rapporti e la collaborazione con i partner del settore degli affitti brevi, ma ci sta aiutando anche a dare forma al futuro di questo settore, e il punto di vista dei nostri partner ricopre un ruolo cruciale in questo senso. Nello specifico, dato che le case, gli appartamenti e le strutture non-alberghiere continuano a crescere più velocemente come categorie rispetto ai segmenti tradizionali, è interessante cercare di capire come si evolverà la nostra partnership, perché c’è un grande potenziale di crescita per tutti.

Fonte: Booking

Potrebbe interessarti:

Asiago Foliage: colori e profumi della montagna
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Milano: al Mudec le opere di Banksy

Milano. “The Art of Banksy. A visual protest” è la mostra dedicata al celebre street artist che si tiene al MUDEC dal 21 novembre 2018, è un progetto ...
Vai alla barra degli strumenti