Roma, il Parco dell’Appia Antica apre le porte gratis per la giornata del camminare domenica 13 ottobre

Print Friendly, PDF & Email
Parco dell'Appia Antica

 


Roma. Il Parco dell’Appia Antica domenica 13 ottobre sarà interamente visitabile gratuitamente in occasione della Giornata del Camminare. Tra i siti visitabili la Villa dei Sette Bassi, il Parco di Tor Fiscale, la Villa dei Quintili, il Casale di Santa Maria Nova e il Mausoleo di Cecilia Metella.


La Giornata del Camminare, nata per promuovere la diffusione della cultura del camminare, è uno degli otto giorni ad ingresso libero individuati nell’ambito di #iovadoalmuseo nel Parco dell’Appia Antica (Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma). Per l’intera giornata di domenica 13 ottobre sarà quindi possibile visitare tutti i siti del Parco e partecipare gratuitamente alle attività di seguito proposte per le quali non è necessario prenotarsi.

 

Villa dei Sette Bassi

apertura straordinaria con visite guidate nell’area archeologica alle 10.30, 12.00, 14.30, 16.00

In occasione della Giornata del Camminare sarà aperta al pubblico la villa dei Sette Bassi collocata su un pianoro collinare tra il V e il VI miglio della via Latina, oggi sulla destra della via Tuscolana, in prossimità dell’incrocio con via delle Capannelle. Immersa in una vasta area verde, costituisce insieme alla Villa dei Quintili una delle più estese residenze imperiali del suburbio romano. Un viale alberato conduce ad un casale e ad altri edifici di uso agricolo costruiti ai primi del Novecento. Della villa del II secolo d.C. sono attualmente visibili consistenti resti di ambienti signorili, affacciati su un grande peristilio, un ninfeo, una cisterna e anche un tratto di acquedotto.

Appuntamento all’ingresso della Villa, via Tuscolana 1700

Come arrivare: Metropolitana Linea A (Anagnina o Cinecittà) e poi 10 minuti a piedi oppure in auto.

Accessibilità: per motivi di sicurezza non è consentito l’accesso all’area archeologica al di fuori dei gruppi accompagnati. Si consiglia l’uso di scarpe comode, basse e con suole antiscivolo.

 

Parco di Tor Fiscale

alle 10.30 e 12.00: visite guidate nell’area del Parco di Tor Fiscale

Nel corso della visita nell’area del parco di Tor Fiscale si potrà ammirare l’imponente struttura della Torre del Fiscale che sorge su uno dei punti di intersezione tra gli acquedotti Claudio e Marcio nel quadrilatero impiegato come campo fortificato da Vitige re dei Goti durante l’assedio di Roma del 537 d.C.

Appuntamento al Casale del Fiscale, via dell’Acquedotto Felice 120. Si consiglia di arrivare 10 minuti prima delle visite guidate

Come arrivare: in auto o con la Metro A (Porta Furba)

Accessibilità: Si consiglia l’uso di scarpe comode, basse e con suole antiscivolo.

 

Villa dei Quintili

alle 10.00 e alle 12.00 visite guidate a cura della Società Cooperativa Culture (Coopculture)  (fino a 30 persone)

Situata al V miglio della Via Appia la villa era delle più grandi dei dintorni di Roma e apparteneva ai fratelli Quintili, consoli nel 151 d.C. Nel 182 d.C. l’imperatore Commodo li fece uccidere confiscandone i beni. Da allora la residenza rimase di proprietà del demanio imperiale. Scavi recenti hanno riportato in luce resti dei lussuosi ambienti residenziali, termali e di imponenti edifici per spettacoli. Nel 2006 l’area archeologica si è arricchita con l’acquisizione del casale di Santa Maria Nova, affascinante residenza dei primi del ‘900 che ingloba una torre di avvistamento e un casale medievale impostato su una poderosa cisterna romana, adibito attualmente a punto di accoglienza per i turisti che accedono all’area archeologica dall’ingresso su via Appia Antica.

Appuntamento: all’ingresso della Villa dei Quintili, via Appia Nuova 1092

Come arrivare: in auto da via Appia Nuova 1092 o in Metropolitana Linea A (Colli Albani) e poi autobus linea 664

 

Casale di Santa Maria Nova

alle 11.00 e alle 12.30 visite guidate alla mostra ‘Gianni Berengo Gardin. Roma’

Il Casale di Santa Maria Nova ospita la prima grande mostra di Gianni Berengo Gardin dedicata unicamente alla Capitale. Una selezione di settantacinque scatti, tra cui molti inediti, rivelano al pubblico il fascino di Roma dal secondo dopoguerra a oggi.

L’esposizione offre un ritratto complessivo ed efficace della città con un allestimento che potenzia il racconto del curatore Giuliano Sergio sulla Roma di Berengo Gardin. Protagonista è l’elemento frame che ospita le opere fotografiche su elementi sospesi autoportanti che fluttuano e riempiono le cinque sale della mostra. Un potente effetto moltiplicatore è dato dagli specchi e dai fondali colorati che si integrano fondendosi nel paesaggio circostante inquadrato ed esaltato dalle finestre dell’antico casale.

Appuntamento: all’ingresso del Casale di Santa Maria Nova, via Appia Antica 151

Come arrivare: in auto da via Erode Attico o in Metropolitana Linea A (Colli Albani) e poi autobus linea 664

 

Cecilia Metella – Castrum Caetani

alle 10.00 e alle 12.00 visite guidate a cura della Società Cooperativa Culture (Coopculture)  (fino a 30 persone)

alle 17.00 Miti di Stelle, dalle “Metamorfosi” di Ovidio, scritto e narrato da Sista Bramini, con polifonie tradizionali mediterranee ed europee arrangiate da Francesca Ferri e interpretate da Camilla Dell’Agnola, Francesca Ferri e Valentina Turrini

Il Mausoleo di Cecilia Metella è uno dei luoghi simbolo della Via Appia Antica. Il monumento funerario, costruito fra il 30 e il 10 a.C., si staglia al terzo miglio della strada e impressiona ancora oggi per la sua imponenza ed eleganza, che si aggiungono al fascino di essere stato riutilizzato in epoca medievale come torre di un insediamento fortificato il cui impianto è ancora ben conservato.

Miti di Stelle, dalle “Metamorfosi” di Ovidio, narra gli amori metamorfici di Giove presenti nelle costellazioni celesti. La cacciatrice Callisto trasformata in Orsa finisce per viaggiare dalla terra boscosa alla vastità del cielo e così le altre metamorfosi erotiche di Giove che si aggirano per il firmamento senza confini della fantasia amorosa.

Appuntamento all’ingresso del monumento in via Appia Antica, 161

Come arrivare: Metro A (Colli Albani) e poi bus 660 oppure 118

Non è prevista la prenotazione

 

Fonte: Ufficio promozione e comunicazione Parco Archeologico dell’Appia Antica

Potrebbe interessarti anche:

Al Museo di Roma dal 9 ottobre la mostra-evento Canova. Eterna bellezza
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Natale a Napoli

Io che ho girato tutto il mondo…’o sole ‘e Napule nun l’aggia maje truvate a nisciuna parte! (Roberto Murolo) Il Natale a Napoli è davvero magico. ...
Vai alla barra degli strumenti