Anguilla, la meraviglia nascosta nei Caraibi

Print Friendly, PDF & Email

33 spiagge di sabbia bianca, acque turchesi, resort di lusso e la cordiale ospitalità degli abitanti hanno reso Anguilla l’isola più bella dei Caraibi.


Nella quiete dei Caraibi orientali si trova Anguilla, una piccola isola dalla natura meravigliosa. La sua posizione leggermente defilata, all’estremo nord delle isole Sopravento Settentrionali, contribuisce a salvaguardarne il carattere unico ed esclusivo. Anguilla è una colonia britannica con solo 15 mila abitanti distribuiti su 26 km di costa.

Con le sue 33 spiagge argentate, le sue acque cristalline, uno stile di vita semplice, panorami mozzafiato, alloggi paradisiaci e una cucina da leccarsi i baffi, è il punto di arrivo dopo la ricerca di un idilliaco rifugio tropicale per un viaggiatore esigente. Anguilla è un santuario marino, la sua barriera corallina e le specie che la abitano sono così abbondanti e colorate che rappresentano un vero paradiso per lo snorkeling. Le sue acque turchesi offrono ben 6 parchi marini che circondando l’isola, proteggendo le risorse naturali per le generazioni a venire. I parchi marini di Anguilla includono Dog Island, Prickly Pear, Little Bay, Shoal Bay-Island Harbour, Sandy Island e Sombrero Island. Ad Anguilla, inoltre, ci sono numerosi laghetti salati, riserva naturale protetta per più di 130 specie, tra cui garzette, pivieri, aironi e molti altri ancora pressoché sconosciuti.

Nel corso degli anni il governo di Anguilla ha sempre fatto scelte atte a preservare il patrimonio naturalistico. Sono stati presi provvedimenti contro l’inquinamento per cercare di preservare la bellezza di un territorio incontaminato, con i suoi colori, la sua natura selvaggia, il suo mare trasparente: Anguilla ha detto no alla plastica monouso. A partire dal 31 marzo 2019, infatti, il governo dell’isola si è ufficialmente schierato nella battaglia contro la plastica riducendone l’utilizzo e vietando l’importazione e la produzione di oggetti di plastica usa e getta.

Anguilla si sa distinguere anche per le sue piccole strutture alberghiere che sono state pensate per non stravolgere la natura dell’isola. Apprezzata a livello internazionale, con molti riconoscimenti della stampa specializzata, Anguilla vanta resort di gran lusso, ville spettacolari, guest house accoglienti, confortevoli appartamenti, e una serie di incantevoli piccoli hotel chiamati “The Charming Escapes”. Anguilla continua ad essere tra le 20 migliori destinazioni al mondo per lune di miele e ha i migliori resort nei Caraibi, tra cui il Belmond Cap Juluca, il Four Seasons, il CuisinArt, Lo Zemi Beach House Hotel & Spa che è ora parte di LXR Hotels & Resorts, il marchio della collezione di lusso di Hilton.

Conosciuta come “la capitale culinaria dei Caraibi”, Anguilla si caratterizza per una straordinaria offerta di stili di cucina capaci di soddisfare i viaggiatori più esigenti, attraverso un’enorme varietà di cucine con più di 70 esperienze di degustazione diverse: dall’elegante ed intimo ristorante per gourmet in riva al mare, fino al più rilassato bistrot sulla spiaggia o al festoso baracchino con grill all’aperto. La scelta delle attività disponibili è vastissima: dalle immersioni subacquee allo snorkeling, dalla vela all’equitazione e al tennis, dalle gallerie d’arte ai musei, da cene a lume di candela ai ritmi travolgenti dei balli locali. Oppure, più semplicemente, giornate di relax sdraiati in spiaggia dopo una lunga passeggiata.

Se vi state chiedendo quando possa essere il periodo ideale per visitare l’isola non esiste risposta migliore di un’altra. Anguilla è la destinazione perfetta per 12 mesi all’anno grazie alla temperatura media tra i 26 e i 29 gradi. Anguilla è facilmente raggiungibile con i voli internazionali a St. Maarten, in alternativa ci si arriva dagli Stati Uniti e via Puerto Rico e Antigua. Il requisito per l’ingresso sull’isola per gli italiani è solo il passaporto in corso di validità.

Fonte: Ufficio del Turismo di Anguilla

Potrebbe interessarti:

 10 luoghi misteriosi da visitare tra borghi e giardini
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti