Black Friday, Codacons: attenzione alle truffe

Print Friendly, PDF & Email

Roma. 17 milioni gli italiani che faranno acquisti durante il Black Friday, con una spesa procapite che si attesterà sui 117 euro e un giro d’affari complessivo che raggiungerà quota 2 miliardi di euro, di cui 1,4 miliardi solo tramite il commercio online. Sono i dati del Codacons, che prevede una crescita delle vendite +20% rispetto allo scorso anno.


A trainare il Black Friday sarà soprattutto la vicinanza con le prossime festività natalizie – spiega il Codacons – Molti consumatori approfitteranno infatti di sconti e promozioni non solo per acquistare capi di abbigliamento, elettrodomestici e prodotti hi-tech, ma anche per anticipare i regali di Natale, al punto che quest’anno 1 dono su 3 sarà acquistato proprio durante settimana del Black Friday.

L’associazione però lancia un avvertimento ai consumatori: “Non tutti gli sconti presenti sul web sono reali – spiega il presidente Carlo Rienzi – Molti venditori infatti alzano i prezzi dei propri prodotti prima di applicare lo sconto del Black Friday, vanificando così il risparmio per gli acquirenti. Per tale motivo è bene prestare molta attenzione prima di procedere ad un acquisto, verificando e comparando i prezzi sul web e non lasciandosi trasportare dalla fretta. Il rischio di cadere in truffe e raggiri durante il Black Friday è inoltre altissimo, e per questo abbiamo realizzato una guida pratica con i consigli per effettuare compere in tutta sicurezza” – aggiunge Rienzi.

Di seguito le regole del Codacons per evitare truffe:

– Acquistare solo da siti internet sicuri, protetti da sistemi di sicurezza internazionali, riconoscibile dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo;

– Acquistate solo da venditori sicuri: assicurativi del feedback dello stesso e che siano correttamente riportati i dati della società titolare dell’attività commerciale;

– Attenzione alle offerte dei negozi fisici e virtuali che sembrano esageratamente vantaggiose e agli sconti troppo elevati, potrebbero nascondere una fregatura;

– Controllate il prezzo finale del prodotto e se è comprensivo di spese di spedizione o tasse;

– Controllate la data di spedizione e verificate sempre da dove viene spedito il prodotto;

– Conservate una copia dell’ordine effettuato, e verificate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali;

– Sul web pagate o tramite paypal o carte prepagate (meglio evitare bonifici o carte di credito), e non comunicate mai i vostri dati personali, sia via telefono, sia via mail. Non inserite mai dati privati online;

– Verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online.

Potrebbe interessarti:

Padova tra la mostra “Van Gogh, Monet, Degas” a Palazzo Zabarella e una passeggiata nel centro storico

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti