Padova tra la mostra “Van Gogh, Monet, Degas” a Palazzo Zabarella e una passeggiata nel centro storico

Print Friendly, PDF & Email
palazzo Zabarella Padova

 


Padova. Lo storico Palazzo Zabarella ospita la mostra “Van Gogh, Monet, Degas”, dove si possono ammirare capolavori tra romanticismo, impressionismo e cubismo. Un’ottima occasione per visitare il centro storico di Padova e assaggiare i piatti tipici della cucina veneta. Ecco un itinerario da seguire e qualche consiglio su dove mangiare.


Capolavori di artisti come Van Gogh, Monet e Degas sono in mostra a Palazzo Zabarella a Padova fino al 1° marzo 2020.

L’esposizione è stata organizzata dal Virginia Museum of Fine Arts nel contesto del progetto della Fondazione Bano, finalizzato a proporre al pubblico prestigiose collezioni un tempo private.

La mostra attuale espone una selezione della collezione dell’americano Paul Mellon, figlio del ministro del tesoro statunitense Andrew Mellon, e di sua moglie, Rachel ‘Bunny’ Lambert, oggi conservata al Virginia Museum of Arts.

I due coniugi erano entrambi amanti dell’arte, ma fu la passione di Rachel per l’arte francese a spingere i due all’acquisto dei capolavori che costituiscono il cuore della mostra.

Palazzo Zabarella ospita più di settanta opere di artisti come Edgar Degas, Eugène Delacroix, Claude Monet, Pablo Picasso e Vincent van Gogh, in un percorso artistico che va dal romanticismo al cubismo, passando per l’impressionismo.

La mostra è curata da Colleen Yarger – capo dipartimento ad interim e curatrice del catalogo della Mellon Collection, ed è un’esclusiva in Italia. Offre la possibilità di ammirare capolavori di artisti amati dal pubblico ma noti a pochi, proprio perché originariamente parte di una collezione privata.

palazzo zabarellaA fare da cornice alla mostra è lo splendido Palazzo Zabarella, situato nel pieno centro storico di Padova in via degli Zabarella 14.

 

L’edificazione del palazzo risale alla fine del XII secolo, quando la famiglia Zabarella, una delle più importanti nello scenario della nobiltà padovana, fece innalzare la sua torre. Nei secoli successivi, il palazzo ebbe la funzione di simboleggiare il potere economico dei suoi proprietari e venne di conseguenza accresciuto e rinnovato. Solo nel 1846 la famiglia Zabarella si estinse, e nel 1920 il palazzo divenne sede del Credito Veneto. Dagli anni ’80 il palazzo è di proprietà dell’imprenditore padovano Federico Bano, che lo ha reso sede del centro culturale che è oggi.

(Info sulla mostra)

 

Una passeggiata nel centro storico

Palazzo Zabarella è il punto di partenza perfetto per una passeggiata alla scoperta del centro storico di Padova.

Palazzo Bo, storica sede dell’Università di Padova, si trova a distanza di pochi passi.

L’università di Padova è una delle più antiche al mondo e ancora oggi una delle più prestigiose università italiane. Nacque come distaccamento dall’università di Bologna, quando intorno al 1222 professori e studenti di diritto migrarono per cercare una maggiore libertà accademica. Pochi decenni dopo l’università crebbe e introdusse le facoltà di medicina e delle arti. L’università fece di Padova il centro culturale della Repubblica di Venezia, dopo che nel 1405 il controllo della città venne assunto dalla Serenissima.

Al suo interno è possibile ammirare il primo teatro anatomico d’Italia e la cattedra da cui insegnava Galileo Galilei. Il palazzo è visitabile solo con una guida, la quale permette di ripercorrere la storia dell’antica università, strettamente legata a quella dello sviluppo della città.

 

 

Da Palazzo Bo, si può proseguire la passeggiata passando per Piazza della Frutta e Piazza delle Erbe, dove si ergono il Palazzo della Ragione, antica sede dei tribunali di Padova, il Palazzo comunale, e la Torre degli Anziani. Le due piazze erano il cuore commerciale della città, e ancora oggi sono sede di uno dei mercati più grandi d’Italia.

Piazza delle erbe

Percorrendo qualche metro in più si arriva alla Basilica di sant’Antonio di Padova, dove sono conservate le reliquie e la tomba del santo.

Nella piazza antistante alla basilica trecentesca si può ammirare la statua equestre realizzata da Donatello e raffigurante il Gattamelata,condottiero e capitano di ventura che fu al servizio della Repubblica di Venezia e morì a Padova nel 1443.

Da lì si raggiunge velocemente il Prato della Valle, grande piazza monumentale decorata con statue e fontane. Nel Medioevo era sede di riunioni militari, funzione a cui si deve la sua ampiezza. Oggi è un importante luogo di incontro per i cittadini padovani.

Infine, da non perdere la celebre Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto, che si trova dal lato opposto del centro storico rispetto al Prato della Valle. Si segnala che per visitare la cappella è necessaria la prenotazione.

Dove mangiare

Se l’arte e la bellezza vi mettono appetito, ecco alcune idee per gustare i piatti tipici della cucina veneta, come i bigoli, dei grandi spaghetti freschi, o il baccalà alla padovana.

– Osteria ai Scarponi, https://www.aiscarponi.it/, Via Cesare Battisti, 138

– Bacaro padovano, http://www.bacaropadovano.com/,  Via San Gregorio Barbarigo, 3

-A banda del buso, http://www.abandadelbuso.it/, Via B. Cristofori, 13

Dove dormire:

Se pensate di fermarvi a Padova per la notte, ecco alcuni alloggi che potrebbero essere di vostro interesse.

I principali hotel di Padova, come l’NH (4 stelle) o il Grand Hotel Italia (4 stelle) si trovano subito fuori dal centro storico.

All’interno del centro storico invece è possibile prenotare un appartamento o una stanza che risponda alle proprie esigenze. Eccone alcune selezionate da Airbnb:

YPApartments San Francesco, vicino Palazzo Zabarella. https://www.airbnb.it/rooms/21229368?adults=2&previous_page_section_name=1001&search_id=7d156236-e1c9-a3be-beda-341042f4c45c&federated_search_id=63238617-d022-4db4-801e-b2bb29da36f3

– Padova Prato della Valle, situato proprio su Prato della Valle. https://www.airbnb.it/rooms/20030596?adults=2&previous_page_section_name=1001&search_id=6e872799-6dd1-cfff-3152-42174d3435d7&federated_search_id=bf95faac-a1ad-4fda-9d96-83c69a4ad3da

Info sulla mostra “ Van Gogh, Monet, Degas”

Palazzo Zabarella
via degli Zabarella 14, Padova

Orari di apertura

Tutti i giorni fino al 1 marzo 2020
dalle 9.30 alle 19.00

La biglietteria è attiva dalle ore 9.30 fino a 45 minuti prima della chiusura della Struttura

 

CHIUSO
Mercoledì 25 dicembre 2019

 

Biglietti:

Intero: € 13,00

Ridotto: € 11,00
Valido per over 65; ragazzi dai 18 ai 25 anni; persone disabili o con invalidità; membri del FAI e del “Touring Club Italia” o titolari di “Padova Card”; docenti e personale dell’Università degli Studi di Padova e dell’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Per informazioni e prenotazioni:
+39 049 8753100

È possibile acquistare i biglietti online.

www.zabarella.it

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Una gita tra i colli bolognesi: i misteri della Rocchetta Mattei e la cucina tradizionale di Bologna Tartufunghi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti