Risposte turismo: circa 2 milioni i turisti che ogni anno scelgono l’Italia per una vacanza all’insegna dello shopping

Print Friendly, PDF & Email

Dati, tendenze, spese e comportamenti di consumo al centro della terza edizione di “Shopping Tourism – il forum italiano”, al via martedì 3 dicembre a Milano.


Conto alla rovescia per la terza edizione di “Shopping Tourism – il forum italiano”, l’unico appuntamento in Italia dedicato al fenomeno dello shopping tourism ideato e organizzato da Risposte Turismo, società di ricerca e consulenza a servizio della macroindustria turistica.

 

Appuntamento a Milano martedì 3 dicembre

Dopo l’anteprima di Venezia e le edizioni di Roma e Firenze, il forum farà tappa quest’anno a Milano martedì 3 dicembre (Palazzo Castiglioni, sede Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza – Corso Venezia 47), per un’intensa giornata di studio, dibattito e business networking cui parteciperanno oltre 200 operatori del turismo e del retail provenienti da tutta Italia.

 

Circa 2 milioni all’anno i turisti dello shopping in Italia

Secondo le stime formulate da Risposte Turismo, sono circa 2 milioni i turisti che ogni anno scelgono l’Italia per una vacanza all’insegna dello shopping. Il dato, ottenuto attraverso l’applicazione sul totale degli arrivi nelle destinazioni italiane di coefficienti percentuali differenti in ragione della tipologia di destinazione, evidenzia l’esistenza di una porzione significativa di domanda turistica che ha nello shopping la motivazione principale della propria vacanza.

Il fenomeno dello shopping tourism possiede una rilevanza ancora maggiore se si considera che tale stima non comprende i turisti “escursionisti” (coloro che non pernottano) e tutti quelli, assai più numerosi, che pur non considerando lo shopping la motivazione unica o principale del viaggio, svolgono comunque tale attività durante la propria vacanza.

«Lo shopping tourism continua a sorprendere per numero di iniziative internazionali lanciate da Paesi o da singole amministrazioni locali, e per investimenti attivati da multinazionali o aziende impegnate in singoli mercati nazionali» dichiara Francesco di Cesare, Presidente Risposte Turismo.

«La crescente attenzione sulla rilevanza del fenomeno – prosegue di Cesare – è generata da una felice compenetrazione e collaborazione tra i mondi del retail e del turismo, indotta inizialmente dai desideri e comportamenti della domanda (i turisti) ed oggi sempre più voluta, progettata e realizzata dall’offerta (le aziende, i professionisti, le rappresentanze pubbliche). In questo scenario l’Italia insegue altri contesti nazionali decisamente più avanti nel percorso, ma presenta tutte le condizioni per poter colmare il gap ed essere presto una destinazione d’eccellenza per il turismo dello shopping»

Shopping Tourism – il forum italiano è dedicato a tutti coloro che, a vario titolo, sono interessati al fenomeno: dalle diverse realtà che gestiscono i luoghi dello shopping (outlet village, department store, mall, botteghe storiche, vie dello shopping) o che organizzano iniziative ad esso dedicate (festival, concorsi, fashion night, etc.) ai brand della moda e ai produttori e distributori enogastronomici, dalle realtà artigiane già strutturate ai laboratori e musei di impresa, dai tour operator e aziende turistico-ricettive alle associazioni di categoria, alle amministrazioni pubbliche e agli enti di promozione turistica, fino alle nuove figure professionali coinvolte nello shopping tourism (tra cui, ad esempio, i personal shopper e i tourism manager attivi all’interno dei centri commerciali).

 

Shopping Tourism in numeri: la nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor

Dopo gli interventi di apertura a cura di Carlo Sangalli – Presidente Confcommercio, Roberta Guaineri – Assessore al Turismo Sport e Qualità della vita del Comune di Milano e di Giorgio Palmucci – Presidente ENIT, il forum entrerà nel vivo con la presentazione della nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor, il rapporto di ricerca annuale a cura di Risposte Turismo punto di riferimento per tutti gli operatori del settore.

 

Italia, shopping destination

Dalla ricerca effettuata da Risposte Turismo, sono oltre 80 le vie dello shopping nel nostro Paese tra cui Via Montenapoleone a Milano, Via dei Condotti a Roma, Calle Larga XXII Marzo a Venezia, Via Tornabuoni a Firenze e Via dei Mille a Napoli.

La nuova edizione del monitor realizzato da Risposte Turismo contiene altresì la mappatura in Italia di oltre 60 department store (per una superficie complessiva che supera i 260.000 m2) e di circa 1.150 strutture tra centri commerciali e retail park presenti in Italia.

Sono inoltre 27 gli outlet presenti nel nostro Paese, per un totale di oltre 712mila m2 dedicati allo shopping. Con le sue 5 shopping destination (Serravalle Designer Outlet, Castel Romano Designer Outlet, Barberino Designer Outlet, Noventa Designer Outlet, La Reggia Designer Outlet) McArthurGlen si conferma anche nel 2019 la realtà con la maggiore estensione commerciale di outlet in Italia (oltre 171mila m2).

La mappatura dei luoghi dello shopping comprende, infine, gli oltre 100.000 m2 di aree commerciali presenti nelle 14 principali stazioni italiane gestite da Grandi Stazioni Retail.

La nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor contiene inoltre i risultati di un’indagine inedita sul profilo e il comportamento degli italiani che fanno shopping in viaggio e di una ricognizione sull’offerta commerciale dei negozi nelle città di Firenze, Milano e Venezia.

 

Un’intensa giornata di studio, dibattito e networking

 Il programma, consultabile sul sito del forum, prevede numerosi momenti di confronto e approfondimento, a cui parteciperanno alcuni dei principali operatori dello shopping tourism nel nostro Paese.

Al centro dell’edizione 2019 le spese in shopping e i comportamenti di consumo dei turisti italiani in vacanza, il turismo del lusso, i metodi di pagamento digitali e il binomio vincente shopping ed enogastronomia.

«Shopping Tourism – il forum italiano sbarca a Milano, senza dubbio una delle capitali mondiali dello shopping tourism – prosegue di Cesare. Giunti alla terza edizione, abbiamo scelto di presentare un programma dedicato a temi specifici, convinti che per gli operatori sia ora utile ed opportuno riflettere e confrontarsi su questioni operative. Come Risposte Turismo vogliamo sia contribuire alla diffusione di nuova conoscenza sul fenomeno, sia fornire un’occasione di incontro e di business networking a tutti coloro che operano in questo segmento della macroindustria turistica»

La tavola rotonda “Cinesi, russi, arabi…e gli italiani? Non sottovalutiamo il mercato domestico” sarà dedicata alla conoscenza della domanda turistica italiana, un segmento pari al 50% dei flussi turistici complessivi nel nostro Paese. L’obiettivo sarà quello di capire quanto essa sia determinante nelle scelte di investimento e nella proposta di iniziative da parte dei luoghi dello shopping.

Il successivo panel “Il turismo del lusso e lo shopping in viaggio” affronterà il tema delle iniziative realizzabili per posizionare al meglio l’Italia verso questo segmento turistico ad alta capacità di spesa.

Il forum proseguirà nel pomeriggio con la tavola rotonda “Scusi, come posso pagare?”, all’interno della quale verranno analizzati diffusione e volumi dei sistemi di pagamento digitale e si illustreranno le opportunità per gli esercenti italiani dei cambiamenti tecnologici in atto, grazie ai quali poter soddisfare al meglio le esigenze della propria clientela.

L’edizione 2019 di Shopping Tourism – il forum italiano ospiterà inoltre un focus sullo shopping tourism a Parigi, città particolarmente attiva nel mettere in campo iniziative volte a favorire la crescita del fenomeno e a sostenere gli esercizi commerciali cittadini e i prodotti realizzati in loco.

Il forum terminerà con la tavola rotonda “Shopping ed enogastronomia: un binomio perfetto”, all’interno della quale si racconteranno le shopping experience di alcune destinazioni che, attraverso singole manifestazioni o iniziative o una pluralità di attività, hanno scelto di posizionarsi nell’arena turistica puntando sulle eccellenze enogastronomiche dei propri territori, accogliendo anche il punto di vista di alcuni operatori che includono la visita ai luoghi di produzione di tali prodotti all’interno delle proprie proposte di viaggio.

 

Potrebbe interessarti:

TripAdvisor presenta TripAdvisor Connect, un’offerta dati per gli inserzionisti per raggiungere, coinvolgere e attivare al di fuori della piattaforma
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Bilbao, perla dei Paesi Baschi

Quando si pensa alla Spagna, le prime città che vengono in mente sono Barcellona, Madrid e Siviglia. Ma da diversi anni ormai vi è una ...
Vai alla barra degli strumenti