Divide l”Immigrato’ di Zalone, per Baobab è ‘spazzatura’

Print Friendly, PDF & Email

 


La canzone di Checco Zalone “immigrato” , scritta per il suo nuovo film “Tolo Tolo” divide il pubblico. Diversi i commenti entusiastici che inneggiano alla genialità dell’attore, ma altrettante le bocciature senza appello al brano, tacciato da alcuni di razzismo.


Divide il video di ‘Immigrato’, la canzone che Checco Zalone ha scritto e interpretato per il suo nuovo film ‘Tolo Tolo’, in uscita il primo gennaio nelle sale. Diversi i commenti entusiastici che inneggiano alla genialità dell’attore, regista e cantante, ma altrettante le bocciature senza appello al brano, tacciato da alcuni di razzismo: “Il video ‘Immigrato’ di #CheccoZalone è terribile e non fa ridere. C’è poco altro da commentare, nessun bisogno di addentrarsi in analisi di chissà quali sfumature: banale spazzatura per il mercato delle festività“, scrive l’associazione di volontariato Baobab che lavora con i migranti per il riconoscimento dei diritti umani. “Poi uno dice da dove viene il razzismo… #checcozalone”, scrive sempre su Twitter, il professore universitario Luciano Giustini.

 

E ancora: “Dell’essenza del #CheccoZalone che guardavo quando era a Zelig, non ne ho visto nemmeno l’ombra, con una bestialità di promo che non fa ridere e promuove cose pericolose per il paese. Delle persone normali si rifiuterebbero di andarlo a vedere al cinema”, scrive un altro commentatore. C’è anche chi è indeciso sul giudizio: “Non ho capito se la canzone di Zalone ‘Immigrato’ è fascista e razzista oppure prende in giro chi lo è. O è entrambe le cose, se possibile. Secondo voi?”, chiede un utente. Che si vede rispondere subito: “Entrambe le cose”.

Non manca chi invece trova il brano piacevolmente dissacrante: “Per fortuna c’è ancora qualcuno che non è ostaggio del politically correct…”, cinguetta qualcuno. “Solo Checco Zalone può trattare certi argomenti facendo sorridere e non litigare (e richiamando le melodie di Celentano e Cutugno)”, scrive in un tweet il critico musicale Paolo Giordano. Che però, poco dopo, è costretto ad aggiungere: “Ovviamente mi ero sbagliato e anche l’immigrato di Zalone serve a molti per fare altra caciara politica. Una risata li sommergerà”.

Ma se per alcuni il brano è razzista, per altri è invece esplicitamente anti-salvianiano: “‘Immigrato. Chi ha lasciato il porto spalancato? Immigrato. Ma non ti avevano rimpatriato?’ Scusate, quest’uomo è un genio. Ora il Salvietta, perculato sul grande schermo, non dirà più: ‘Stavo vedendo #CheccoZalone’…“, twitta una signora che nel profilo si dichiara “ambientalista, antifascista, femminista, straordinariamente buonista”. “Quindi… Noi che andiamo al cinema a vedere #CheccoZalone siamo stupidi. Voi che votate Salvini, vi ritenete intelligenti?”, domanda un’altra utente. “‘Prima l’italiano!’ #CheccoZalone genio assoluto! Come li perc*la lui, nessuno!”, scrive invece Tiziana secondo la quale l’ironia è prevalente. “‘Chi ha lasciato il porto spalancato?’ Nobel, subito!”, sentenzia un altro. “#CheccoZalone io ti amo, non vedo l’ora che esca il film, si sono un’Italiana media e non me ne fotte un cazzo”, twitta una fan. Una cosa è certa: a giudicare dal numero di visualizzazioni ricevute in poche ore dal video di ‘Immigrato’ (circa 1,7 milioni), l’obiettivo di visibilità e lancio del film è raggiunto e il successo annunciato.

 

Fonte: Adnkronos

Potrebbe interessarti anche:

Centinaia di Vip e Influencer fan di Frozen provenienti da tutto il mondo partecipano al lancio dei nuovi prodotti ispirati all’attesissimo Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti