Ristorazione, digital manager può far crescere il fatturato fino al 30%

Print Friendly, PDF & Email

Secondo alcune stime, i servizi digitali possono determinare una crescita di fatturato di un locale fino al 30%.


“Un buon digital manager può fare la differenza quanto un ottimo chef”. Ne è convinto il vicepresidente vicario di Fipe, Aldo Cursano, che ha presentato,  a una platea di oltre 200 ragazzi, il progetto “Ristorazione 4.0, la Buona scuola è servita”, ideato da Fipe – Confcommercio.

Secondo alcune stime, i servizi digitali possono determinare una crescita di fatturato di un locale fino al 30%.

“Saper rispondere ai commenti social, saper costruire una strategia di web marketing efficace e capire come sfruttare al meglio un servizio innovativo – ha sottolineato Cursano – quale l’home delivery, è divenuto essenziale quanto saper consigliare il miglior vino. Con questo progetto i ragazzi acquisiranno competenze quali autonomia, imprenditorialità, capacità relazionali e lavoro di gruppo, necessarie a trovare lavoro in un settore in costante trasformazione quale è quello della ristorazione”.

Gli studenti di sei istituti superiori del Lazio, attraverso le lezioni di TripAdvisor, Google, The Fork e Glovo, avranno la possibilità di apprendere sul campo funzionalità ed usi dei nuovi strumenti che stanno rivoluzionando le modalità di gestione delle imprese e di svolgere un tirocinio all’interno di alcune aziende del settore dei pubblici esercizi, sempre più aperto al digitale e ai millennials. Un progetto, la cui realizzazione è stata resa possibile grazie all’accordo sottoscritto da Fipe con l’Usr Lazio e Confcommercio Lazio, e al prezioso contributo dell’Anpal Servizi Lazio, che prenderà il via da marzo. Nel progetto formativo Fipe – Confcommercio avrà il compito di illustrare il ruolo ed il valore della ristorazione, mettendo in evidenza i trend della domanda e dell’offerta.

The Fork illustrerà lo scenario del marketing della ristorazione e la piattaforma delle prenotazioni online, mentre gli esperti di TripAdvisor faranno sviluppare negli studenti la capacità di gestire sia le prenotazioni che le recensioni online. Glovo spiegherà il servizio del food delivery ed i suoi vantaggi illustrando le funzionalità della piattaforma. E Google illustrerà agli studenti le potenzialità e funzioni professionali del portale, tra cui come creare e sviluppare la propria presenza online.

Fonte: ANSA

 

Potrebbe interessarti:

5 eventi di Carnevale da non perdere in Emilia-Romagna
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti