Coronavirus e USA, facciamo chiarezza sui requisiti d’ingresso

Print Friendly, PDF & Email

Coronavirus e USA: contrariamente a quanto riportato dal sito Viaggiare Sicuri, al momento non è prevista nessuna quarantena per i viaggiatori asintomatici provenienti dall’Italia.


Le informazioni disponibili sul sito Viaggiare Sicuri, punto di riferimento per i viaggiatori che si recano all’estero, mostrano alcune discrepanze con la situazione reale riscontrata dai passeggeri in viaggio verso il gli Stati Uniti.

Il link menzionato sul sito dell’Unità di Crisi della Farnesina, là dove si legge “…consiglia a titolo precauzionale una quarantena domiciliare volontaria di 14
giorni” fa riferimento alle direttive emanate dal CDC Center for Disease Control and Protection per i cittadini americani che viaggiano in Italia e non già per i cittadini italiani che si recano negli Usa: https://wwwnc.cdc.gov/travel/notices/warning/coronavirus-italy

Alle compagnie aeree che operano voli diretti per gli Usa non risulta alcuna richiesta di quarantena all’arrivo nel Paese e a nessuno dei passeggeri contattati, giunti negli Stati Uniti d’America negli ultimi due giorni, è stato richiesto di fare una quarantena.

La US Travel Association ustravel.org e l’ufficio del turismo degli Stati Uniti d’America Brand USA thebrandusa.com non sono a conoscenza di restrizioni o
richieste di quarantena per i viaggiatori italiani.

L’associazione Visit USA Italia ha chiesto all’Unità di Crisi di fare chiarezz, adeguando le informazioni presenti sul sito Viaggiare Sicuri alle reali condizione riscontrate sul campo.

 

Potrebbe interessarti:

  L’effetto coronavirus sul turismo italiano
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti