La cultura non si ferma: alla scoperta della Certosa di San Martino sul canale YouTube

Print Friendly, PDF & Email

La Certosa e il Museo di San Martino aderiscono alla campagna allo scopo di far crescere l’offerta del patrimonio culturale fruibile da casa. 


La Certosa e il Museo di San Martino aderiscono alla campagna La cultura non si ferma, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo con lo scopo di aggregare e far crescere l’offerta del patrimonio culturale fruibile da casa, con due filmati sul canale youTube del Ministero con l’hashtag #iorestoacasa. Il primo filmato https://youtu.be/-KWz5VJvTRY è dedicato alla Tavola Strozzi, uno dei più importanti documenti iconografici della città di Napoli; il secondo https://youtu.be/uc-x3-bTs0Q al celebre dipinto dell’ottocento di Antonio Mancini dal titolo il Ritorno da Piedigrotta. In entrambi i video le voci dei funzionari dei servizi educativi del Museo, raccontano ai visitatori virtuali la storia, gli aneddoti, le curiosità, i rimandi storici, i dettagli artistici dei due capolavori custoditi nella Certosa. Lo scopo è quello di proporre un viaggio nell’arte nonostante la distanza dell’opera reale.

In questo periodo in cui musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema sono chiusi a causa dell’emergenza coronavirus, il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti, mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il dietro le quinte dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di didattica, conservazione, tutela, valorizzazione. Attraverso il sito e i propri profili social facebook, instagram e twitter il Ministero rilancia  le numerose iniziative digitali in atto.
Sulla pagina La cultura non si ferma https://www.beniculturali.it/laculturanonsiferma, in continuo aggiornamento, sono già presenti diverse iniziative dei luoghi della cultura della regione Campania.
Fonte: Ufficio Stampa Mibact​​
Potrebbe interessarti:
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti