Dal Taj Mahal al Grand Canyon, è l’ora dei viaggi virtuali

Print Friendly, PDF & Email

Tour panoramici in città, siti e monumenti dal computer di casa: è possibile grazie al programma Street View di Google, che consente di esplorare il mondo tramite viaggi virtuali. Indecisi su dove andare? Ecco qualche idea.


Visitare gli scavi di Pompei, esplorare i fondali dei Caraibi, ammirare il Grand Canyon e percorrere le strade delle metropoli più belle del mondo senza uscire da casa. È sufficiente avere un computer, la connessione Internet e il viaggio è pronto.

Street View è un programma di Google che ha fotografato i luoghi, le città, i monumenti e i panorami più belli del mondo e si è trasformato in una mappa interattiva online dove ci si immerge nella destinazione scelta e vi si cammina all’interno, virtualmente, come in un videogioco. Ogni angolo della città o del monumento o del paesaggio individuato è visitabile grazie alle fotografie a 360 gradi ad effetto tridimensionale che permettono di farci sentire all’interno del luogo: si passeggia, ci si muove avanti e indietro e si osservano tutti i dettagli in ogni direzione.

Ecco qualche luogo che si può visitare con il programma Street View come se fossimo virtualmente lì: il sito archeologico di Pompei, il più famoso del nostro Paese, che sorge in Campania e che conserva quasi intatta un’intera città romana sepolta dalla cenere dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.; l’immenso mausoleo Taj Mahal, costruito ad Agra, in India, nella seconda metà del Seicento; la Tour Eiffel, la torre più famosa del mondo, che regala dall’alto una vista mozzafiato su Parigi. E, ancora, il Grand Canyon sul fiume Colorado, uno dei luoghi degli Stati Uniti che tutti dovrebbero vedere anche solo virtualmente: dal pc si ammira la sua maestosità e si scende fino alle rive del fiume per guardare le pareti rocciose che cambiano colore nei vari momenti della giornata. Sempre con il computer si possono visitare le isole Galapagos, paradisiaco e spesso inaccessibile arcipelago vulcanico situato a mille chilometri dalla costa dell’Ecuador, dove vivono specie animali uniche al mondo; ma si può anche scendere sott’acqua e ammirare gli spettacolari fondali delle Bermuda, nuotando tra il relitto della Maria Celeste, il celebre piroscafo affondato nel 1864 nel mar dei Caraibi.

Da brividi è la vista a più di 800 metri di altezza dal grattacielo Burj Khalifa di Dubai, così come spettacolari sono le passeggiate tra i resti archeologici di Angkor, in Cambogia, dove si vedono i resti dell’Impero Khmer tra antiche città, templi, statue e alberi sacri immersi nella giungla. Con il programma di Google si passeggia tra i localini e le chiese di Siviglia o di Venezia, ma si può anche entrare in luoghi interdetti o abbandonati come l’isola giapponese di Hashima, un ex impianto di estrazione del carbone, completamente disabitata dal 1974.

Chi ama l’arte può entrare nei musei con il programma Google Arts & Culture, che dà la possibilità di ammirare da vicino le opere più belle custodite nei grandi musei del mondo: il Reina Sofia e il Tyssen di Madrid, i musei di Berlino, il Van Gogh di Amsterdam, il Metropolitan di New York, la National Gallery di Londra, solo per citarne alcuni tra i più famosi. E in Italia? Sono cinque i musei che si visitano direttamente da casa: gli Uffizi di Firenze, il museo del Novecento di Milano, il museo archeologico nazionale di Napoli, i musei Capitolini di Roma e il museo di Arte orientale di Torino.

All’interno di Google Arts la sezione Open Heritage permette di esplorare in 3D le opere iconiche del patrimonio artistico universale e di scoprire gli strumenti di conservazione e di restauro delle opere: si entra nelle cattedrali, nei teatri e nei musei per ammirare da vicino le collezioni d’arte o gli affreschi e si scoprono città e siti d’arte distrutti, da ricostruire e da tutelare. Art Project è un altro sito dove è possibile guardare immagini e foto ad alta risoluzione dei musei e delle opere più belle di ogni tempo ma anche di visitare palazzi famosi come la Casa Bianca di Washington.

Google Earth consente di fare viaggi virtuali e tour panoramici in 3D di monumenti, paesaggi famosi e luoghi storici, visibili come erano un tempo. Tra i viaggi più interessanti si segnalano i tour tra le cattedrali e i palazzi più belli, da San Marco a Venezia al Colosseo di Roma, da Versailles a WestMinster Abbey a Londra; un itinerario tra i grattacieli più alti e un tour urbano tra i ponti e le fontane. Spettacolari sono le immagini dei borghi medievali in Toscana e delle città dei cammini storici in Spagna, anche se la sezione più cliccata resta quella dei musei che consentono di fare tour virtuali per ammirare, una tra tutte, la Cappella Sistina in 3D.

Infine merita una navigazione il sito world.new7wonders.com sulle 7 meraviglie del mondo con video e foto spettacolari sui luoghi più belli della Terra: Machu Picchu in Perù, la Grande Muraglia cinese, il mausoleo indiano Taj Mahal, il Colosseo di Roma, Petra in Giordania, la statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro e la piramide di Chichén Itzá in Messico.

Non resta, dunque, che sedersi davanti al computer, muovere il mouse e cominciare a sognare.

Fonte: Ansa

 

 

Potrebbe interessarti:

  Destinazione Italia: 5 motivi per riscoprire Ravenna
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti