Superwomen, la street art al MANN di Napoli per la Festa della Donna

Print Friendly, PDF & Email

Otto superdonne per celebrare l’otto marzo al MANN di Napoli: la street firmata Lediesis, in mostra fino al 13 aprile.


Otto superdonne fanno l’occhiolino: sono Alda Merini, Peggy Guggenheim, Marlene Dietrich, Marina Abramovic, Lina Wertmuller, Yayoi Kusama, Frida Kahlo, Maria Callas. Sul petto delle protagoniste dei ritratti è impressa l’inconfondibile “S”, che connota otto Superwomen, per sfatare il mito che esista soltanto “Superman”. Per celebrare l’8 marzo, Giornata internazionale della donna, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli propone da venerdi 6 marzo e fino al 13 aprile la mostra “SuperWomen #Super8X8Città”, firmata dalla coppia di street artists Lediesis.

Il MANN rinnova la sua attenzione per la street art e la rigenerazione urbana ospitando nel mese di marzo le immagini delle Super;women che Lediesis hanno fatto viaggiare per l’Italia mentre con incursioni gentili colorano in questi giorni anche il centro della nostra città. Non mancheranno sorprese dedicate a Napoli: a strizzarci l’occhio sarà, nell’Atrio del Museo, la cittadina onoraria e premio Oscar Lina Wertmüller, mentre in strada andremo a caccia dell’icona Sofia Loren. Grandi personalità ritratte con ironia per ricordarci la forza delle donne, il loro talento ma anche la loro capacità di reagire e affrontare le difficoltà” dichiara il Direttore dell’Archeologico, Paolo Giulierini. Lediesis, rigorosamente anonime, giungono all’Archeologico dopo un lungo percorso partito da Milano, e proseguito a Venezia, Firenze, Bologna, L’Aquila, Roma e Bari. Ed in ciascuna delle otto città, su finestre cieche o muri dismessi, sono apparsi i dipinti su carta velina dedicati alle Superwomen, protagoniste della mostra al MANN.

 

Fonte: Ansa

 

Potrebbe interessarti:

  L’effetto coronavirus sul turismo italiano
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti