Cycling in Emilia Romagna

Print Friendly, PDF & Email

Sia che si tratti di brevi escursioni che di vacanze più lunghe, da Piacenza fino a Rimini l’intero territorio regionale – fatto di pianure, dolci colline ma anche di ripide salite – riesce a far la gioia di biker e ciclisti. Gli itinerari possibili sono molti, e adatti a tutti: dalle famiglie con bambini, a chi usa la bicicletta più saltuariamente o a chi, invece, è disposto a fare un po’ di fatica pur di raggiungere luoghi di grandi suggestione.

Se siete abbastanza fortunati da avere molto tempo a disposizione, potete raggiungere questa regione direttamente in bici, seguendo le lunghe piste dell’Eurovelo che, attraverso l’intero continente europeo, arrivano fino ai piedi del Mediterraneo. In Emilia Romagna passano la Eurovelo 5 (cioè la Via Francigena), la Eurovelo 8 e la Eurovelo 7, a cui poi si aggiunge la Ciclovia Adriatica lungo il litorale romagnolo.

Se invece il vostro tempo a disposizione è poco, potete sempre arrivare in treno o in macchina e poi iniziare il vostro viaggio direttamente da qui. Molti operatori negli ultimi anni si sono specializzati nell’accoglienza di ciclisti, attrezzando gli alberghi con deposito bici, ciclofficina, bike wash e servizi di vario tipo pensati appositamente per chi si muove sulle due ruote.

Tantissimi itinerari in pianura e in montagna

In Romagna, terra del grande Pantani, la gamma di percorsi è notevole a partire dall’area del Parco del Delta del Po fin giù fino alla valle del Conca con i suoi suggestivi borghi arroccati. Nel mezzo ci sono città d’arte come Ferrara, Ravenna, Rimini, Cesena; oasi naturali come le Saline di Cervia; le colline dell’entroterra del forlivese, la ciclabile del Marecchia, senza poi non contare il mare, le sue spiagge dorate e l’enogastronomia da favola.

In Emilia, il discorso non cambia. Il paesaggio si trasforma ma gli itinerari rimangono sempre molto numerosi. Si va dalle zone della Bassa Val Padana tra pioppi, rocche e palazzi sulle rive del grande Po, alle ripide salite in montagna nel Parco Regionale del Frignano, fino ai colli bolognesi tra calanchi, vigneti e castelli e il cibo.

Ci sono poi i 10 percorsi delle Ciclovie dei Parchi che attraversano le aree e le riserve naturali regionali e permettono di godere di paesaggi stupendi in collina e in pianura e di fare qualche sosta per scoprire bellezze non solo naturalistiche e ambientali, ma anche storiche e architettoniche dei luoghi che si toccano.

Ma se alle strade asfaltate si preferiscono gli sterrati, all’interno dei parchi dell’Emilia Romagna sono presenti e ben segnalati tracciati di vario tipo. Durante il periodo estivo il Cimone Bike Park, in provincia di Modena, sorprende per la varietà di percorsi costruiti per gli amanti di questo sport; dalla parte opposta a Maiolo, sull’Appennino riminese, si trova il Valmarecchia Bike Park con oltre 15mila metri di discese mozzafiato per downhill ed enduro, anche in notturna.

Fonte: https://emiliaromagnaturismo.it

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti