Un itinerario per scoprire la Garfagnana

Print Friendly, PDF & Email

Un itinerario che conduce nel cuore del Parco delle Alpi Apuane, evidenziandone le peculiarità. Lungo la strada di avvicinamento a Vagli Sotto, si trova il lago artificiale di Vagli che cela nelle sue profonde acque il paese di Fabbriche; in genere, ogni 10 anni il lago veniva svuotato e ciò faceva rivivere l’antico borgo fondato dai fabbri ferrai bresciani. Da visitare la parrocchiale di San Regolo, il Museo di Casa Abrami e la chiesa romanica di Sant’Agostino (sec. XI).

Saliti a Vagli di Sopra, si raggiunge in breve Campocatino: l’antico alpeggio di pastori, adagiato ai bordi del grande prato ai piedi del monte Roccandagia ospita oggi un’oasi della LIPU. Un facile sentiero evidenzia le caratteristiche naturali di questa “conca” di origine glaciale. Sempre a piedi, in circa 30 minuti, si può raggiungere l’Eremo di San Viano.

Da Campocatino si scende a Gorfigliano e a Gramolazzo dove il monte Pisanino, il più alto della catena apuana, si specchia nelle verdi acque del lago artificiale. Da qui, salendo il direzione di Minucciano, si incontra, prima della galleria, la strada che si addentra nella Valle Seranaia e Orto di Donna, circondata dalle vette del Pisanino, del Cavallo, del Contrario, del Grondilice e del Pizzo d’Uccello questa è la vallata dalle caratteristiche più alpine di tutta la Garfagnana. Dalle cave di Orto di Donna, provengono i pregiati marmi che hanno reso famose le Alpi Apuane in tutto il mondo.

Fonte: https://www.visittuscany.com

Potrebbe interessarti:

Coronavirus. Consorzio Vino Chianti: le nostre aziende non sanno più cosa fare
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti