Itinerari in Toscana: la Via Lauretana

Print Friendly, PDF & Email

In Toscana lungo la Via Lauretana. Si tratta di un’antica strada etrusco-romana che collega Cortona a Montepulciano e Siena.

Nata per collegare Cortona alle altre città etrusche sul mare, successivamente divenne l’antica via di pellegrinaggio che per secoli ha collegato Siena e quindi la via Francigena a Cortona in direzione della Santa Casa di Loreto, attraversando per intero il territorio dei sei comuni toscani.

Una strada molto transitata nei secoli XV, XVI e XVII che da Siena, si staccava dalla Via Francigena per giungere fino a Camucia, ai piedi di Cortona passando per Asciano, Sinalunga, Torrita di Siena, Montepulciano, attraversando il ponte murato sul fiume Clanis per giungere al castello di Valiano ed infine Cortona. Da Cortona, l’antico percorso lauretano si dirigeva sulla sponda orientale del Lago Trasimeno, attraversava Passignano, lambiva Perugia e proseguiva sino a Foligno, in Umbria. Da qui si proseguiva verso gli Appennini umbro-marchigiani, valicandoli all’altezza del Passo di Colfiorito per giungere, attraverso varie località, a Loreto, nelle Marche.

Da Siena a Vescona

Lunghezza: 19,5 km
Dislivello in salita: 430 m
Dislivello in discesa: 395 m

Da Siena si raggiunge l’abitato di Arbia, si segue la provinciale Lauretana (SP 438) e si percorre il primo tratto di sentiero sterrato. In questa tappa, la Via Lauretana sale fino alla cima delle biancane di Leonina e segue poi la linea di cresta su un sentiero di argilla dell’aspetto lunare. Fate attenzione: l’argilla sotto i piedi nella stagione umida è davvero un’esperienza che non si dimentica!

Proseguendo lungo il percorso si arriva all’istallazione permanente in pietra di Jean Paul Philippe, il “Sito transitorio”, dove troverete una sedia che accoglie il passante e una finestra orientata per ricevere l’ultimo raggio di sole del tramonto del solstizio d’estate.

Il cammino prosegue fino a Mucigliani lungo un sentiero che ci offre una visione a 360 gradi sulla campagna senese fino all’innesto con la Provinciale. Si cammina stando bene attenti ai segni che spesso ci fanno passare a margine della strada asfaltata e si prosegue fino al piccolo abitato di Vescona, in passato un importante castello.

Da Vescona a Serre di Rapolano

Lunghezza 23 km
Dislivello in salita 639 m
Dislivello in discesa: 641 m

Lasciata Vescona si segue la strada sterrata dalla quale passa anche la famosa corsa in bicicletta dell’Eroica. In poco tempo si arriva a Monte Sante Marie, importante sito strategico per il controllo del territorio già in epoca longobarda. Proseguendo si entra nel borgo di Asciano, il cui corso principale, Corso Matteotti, e le vie laterali mostrano tutt’oggi innumerevoli esempi di targhe devozionali, dedicate al soggetto della Madonna, addossate ai muri delle abitazioni private o agli angoli delle vie, a testimonianza di un’espressione devozionale della comunità. Usciti dal centro storico si arriva alla Pieve di Sant’Ippolito (la chiesa più antica del paese di Asciano), privata ma visitabile su appuntamento. Il percorso prosegue a margine di campi e poi su strada asfaltata fino ad arrivare al borgo di Serre di Rapolano.

Da Serre di Rapolano a Sinalunga

Lunghezza: 18,5 km
Dislivello in salita: 614 m
Dislivello in discesa: 610 m

Usciti da Serre di Rapolano la Lauretana prosegue fino a raggiungere il castello e la tenuta di San Gimignanello (dove è possibile fermarsi per una visita o degustazione su prenotazione). Il cammino porta su una vecchia strada vicinale tra campi e boschi e poi arriva alla strada asfaltata “Via Lauretana” da percorrere per circa 2,5 km (attenzione che il tracciato pedestre segue la strada asfaltata ma spesso percorre piccole varianti parallele per evitare il traffico veicolare). Attraversato l’antico borgo di Scrofiano il cammino prosegue fino alla piazza principale dell’antico borgo di Sinalunga.

Da Sinalunga a Valiano

Lunghezza: 23,8 km
Dislivello in salita: 306 m
Dislivello in discesa: 346 m

Dalla piazza principale di Sinalunga si cammina fino alla strada Provinciale Siena –Perugia. Attraversata la statale su passaggio pedonale si prosegue fino alla storica tenuta Fratta. Raggiunto il borgo di Torrita si segue il percorso fino alla località il Greppo. Qui la via continua su sterrata tra campi e ville di campagna chiamate “Leopoldine”. Si segue la ciclo-pedonale del Sentiero della Bonifica per circa 3 km e poi si cammina fino al borgo di Valiano, antico castello feudale che con il suo ponte storico ha garantito per secoli il passaggio dei pellegrini che si dirigevano a Loreto.

Da Valiano a Cortona

Lunghezza 23,5 km
Dislivello in salita: 495 m
Dislivello in discesa: 317 m

Usciti da Valiano si segue la strada asfaltata che dopo circa 1 km diventa sterrata. Qui la Lauretana Toscana per un breve tratto entra in Umbria. Si continua a camminare tra campi coltivati a vigneti fino al cavalcavia sul raccordo autostradale di Siena-Bettolle. Superato il cavalcavia si prosegue in direzione Ossaia e poi Montalla. La Via Lauretana sale finalmente verso Cortona incontrando spesso splendide aperture panoramiche sulla Valdichiana, fino a piazza Garibaldi dove si trova l’ingresso al centro storico della città.

Fonte: https://www.visittuscany.com

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti