Marche Outdoor: il nuovo progetto per gli amanti della bike

Print Friendly, PDF & Email

Nelle Marche la bici è la protagonista di un progetto di ricoperta del territorio da un punto di vista culturale e paesaggistico.  I percorsi proposti si arricchiscono di arte, cultura e leggende. I luoghi, specie quelli meno conosciuti, narrano di battaglie, cavalieri e nobili famiglie, storie che ancora oggi rievocano un viaggio nel tempo e trovano le loro testimonianze in rocche, castelli e piccoli borghi immersi nella natura.

La storia di questi luoghi affonda le radici nelle realtà produttive tipiche dei vari territori, fatte di tradizioni alimentari e saperi artigiani. Si aprono le porte e, con visite ed esperienze, il viaggiatore rivive un susseguirsi di periodi storici, diventandone assoluto protagonista.

L’idea è di accompagnare il visitatore in un viaggio virtuale e reale, attraverso i percorsi del paesaggio marchigiano, passando da Urbino, città ideale del Rinascimento, fino a coprire l’intera area regionale ovunque legata alle proprie radici e alla propria identità, facendo dirigere idealmente il pensiero verso una nuova rinascita, “Marche Rebirth”.
 
Il progetto Marche Outdoor, che include 24 percorsi ciclabili organizzati ad anelli, ha investito totalmente su ciò che è già esistente, interpretando in maniera innovativa il paesaggio e rendendo fruibili i percorsi dedicati alla biciletta, geo-referenziati, facendoli diventare un’opera artistica collettiva. I percorsi sono consultabili attraverso il sito marcheoutdoor.it e app dedicata, in cui si trovano anche informazioni sulle strutture specializzate e le attività da fare lungo il tragitto. Il paesaggio è diventato quindi il “Signum”, portatore di segno del progetto, mentre i percorsi del bike rappresentano i “Cammini” della rinascita, identificando vie del turismo lento e sostenibile.

I percorsi principali di Marche Outdoor si articolano in tre grandi anelli collegati fra loro, gli anelli di “Marche Rebirth”, concetto coniato dall’artista Michelangelo Pistoletto in linea con la filosofia del suo Terzo Paradiso, e che rappresenta la “rinascita” culturale, economica e sociale delle Marche, anche attraverso l’arte, in un’ottica di ricerca di quell’equilibrio possibile tra antico, innovazione e natura.

Un progetto fatto su misura per i ciclisti, dal principiante al professionista. Come Vincenzo Nibali, uno dei ciclisti più vincenti di tutti i tempi, che la Regione Marche ha scelto come testimonial di Marche Outdoor per far scoprire i percorsi dedicati al cicloturismo, un settore con grandi potenzialità, grazie anche a un territorio perfetto per chi ama vivere il paesaggio in modo lento.

Fonte: https://www.turismo.marche.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti