Omaggio a Correggio alla Nuova Pilotta di Parma

Print Friendly, PDF & Email

L’Ottocento e il mito di Correggio: dal 3 ottobre 2020 la mostra nella Galleria Nazionale della Pilotta di Parma, che diventerà una sezione permanente in pinacoteca.


Sarà, oltre che alle opere del Correggio, un tributo Maria Luigia d’Asburgo, Duchessa di Parma, e all’incisore Paolo Toschi ma anche un nuovo grande spazio espositivo permanente che andrà ad arricchire il tesoro della Galleria Nazionale della Pilotta di Parma: è la mostra L’Ottocento e il mito di Correggio, che si aprirà nel complesso della Galleria Nazionale della Pilotta il 3 ottobre 2020.

L’allestimento ha anche un grande spessore architettonico perché finalmente diventerà luogo espositivo del percorso museale della Pilotta l’area de La Rocchetta, spazio importantissimo dal punto di vista storico ma fino ad oggi di difficile musealizzazione. A riuscire nell’impresa di aprirlo al pubblico il direttore della Pilotta, Simone Verde. Con L’Ottocento e il mito di Correggio il visitatore troverà spiegato il senso della rimozione delle opere dagli edifici sacri da cui provengono e il contesto artistico di questa reinvenzione. Dopo il lungo periodo espositivo (sarà di un anno), la mostra si trasformerà in sezione definitiva della grande pinacoteca della Nuova Pilotta.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti