Vivere una fiaba lungo i sentieri del Trentino

Print Friendly, PDF & Email

In Trentino lungo i percorsi delle fiabe da esplorare in famiglia. Dietro ogni albero, un personaggio misterioso da incontrare e un nuovo gioco da provare: il castello incantato in cui rincorrersi, la carrucola per arrampicarsi, tronchi da suonare e laghi d’erba da fotografare. E poi, tana per tutti in quel rifugio lassù, fatto di legno, sassi e balconi fioriti. 

Sentiero dei piccoli Camminatori – Valle di Comano

Nella Comano Valle Salus ci sono ben sei sentieri per i camminatori in erba, e per ciascuno di essi lo scrittore Stefano Bordiglioni ha scritto un racconto per ragazzi. Grilli parlanti, streghe, orsi e un pifferaio magico: un mondo magico che apparirà passo dopo passo lungo questi itinerari, come un racconto da vivere, non solo da leggere.

Il Sentiero Dimenticato – Val di Fassa

Il sentiero vi porterà attraverso i secoli, dagli antichi vulcani al giardino alpino, per conoscere minerali e fossili, fiori e piante che ricoprono il crinale del Buffaure, oltre agli animali che vivono in questi boschi. Ideale per famiglie con bambini sopra i 6 anni.

Sentiero dell’immaginario – Alpe Cimbra

Vi piacerebbe sapere chi sono la Frau Pertega, il Bolflupo e il “Basilisco-drago”? Percorrendo il Sentiero Cimbro dell’Immaginario potrete scoprire di più su questi misteriosi personaggi, nati dalla fantasia popolare e tramandati di generazione in generazione dall’antico popolo dei Cimbri, che un tempo abitava queste montagne.

Sentiero Naturalistico di Fondovalle – Val di Ledro 

C’era una volta una fata chiamata Gavardina che con il suo canto melodioso allietava gli abitanti della Valle di Ledro. Un giorno però, turbata dai rumori del mondo moderno, decise di nascondersi in una grotta per rimanerci fino a quando il resto della storia lo scoprirai percorrendo il Sentiero Naturalistico di Fondovalle della Val Concei, alla ricerca della fata Gavardina, del mago della Val Rendena e dei suoi folletti. Poi tutti a fare merenda al Rifugio Al Faggio.

Il lavoro, le fate, le streghe – Val di Non

Animali, personaggi da fiaba e protagonisti di antiche leggende: tutti scolpiti nel legno lungo un sentiero che si snoda tra il paesino di Preghena e i boschi della Val di Non. “Il lavoro, le fate, le streghe” è un percorso didattico ad anello che racconta la vita della gente di montagna e le sue tradizioni, in un paesaggio incantato. Ricordati di portarti un cestino da picnic, ci sono tanti posti per una pausa golosa.

Fonte: https://www.visittrentino.info

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti