Roma: al via Tiberis 2020 l’area attrezzata sul Tevere

Print Friendly, PDF & Email

La struttura, aperta dalle 9 alle 19.30, tutti i giorni tranne il lunedì, è dotata di impianti sportivi e di zone relax e di una forma di “controllo microclimatico naturale”.


Ha aperto Tiberis 2020. È tornata anche quest’anno l’area attrezzata realizzata sulla riva del Tevere, all’altezza di ponte Marconi.

Tiberis è stata pensata per chi è in città e vuole prendere il sole o rilassarsi d’estate. Si tratta di uno spazio pubblico, ad ingresso gratuito, dotato di sdraio, ombrelloni, fontane rinfrescanti e nebulizzatori.


La struttura, aperta dalle 9 alle 19.30, tutti i giorni tranne il lunedì, è dotata di impianti sportivi e di zone relax e di una forma di “controllo microclimatico naturale” che funziona attraverso un sistema di nebulizzazione e spazi d’ombra con una sequenza di tende.

All’interno di Tiberis 30 ombrelloni, 60 lettini, 27 tavolini, 130 sedie, 10 vele ombreggianti, nebulizzatori, 4 docce, 2 fontanelle, 2 campi da beach volley e 3.500mq di prato. Prevista anche un’area food & drink in cui saranno organizzati aperitivi e spettacoli musicali dal vivo.

Roma, online le piattaforme e-commerce per sostenere i commercianti


Il progetto Tiberis nasce dalla partnership tra l’Ufficio Speciale Tevere di Roma Capitale e Agenda Tevere Onlus, che oltre ai partner privati “esterni” quali Italgas, Terna, Polidro2HO e Tecma ha mobilitato anche il suo “Laboratorio Cesare Romiti”, centro di progettazione paesaggistica d’eccellenza diretto dall’architetta Maria Cristina Tullio.


Per garantire il rispetto delle norme sanitarie di distanziamento sociale, l’area a prato è stata raddoppiata, sarà garantito un servizio di gestione degli ingressi, ed è stata sviluppata una “app” per l’analisi dello stato di affollamento. Lettini, ombrelloni, bagni e, in generale, tutte le componenti di Tiberis saranno continuamente sanificati per garantire la sicurezza di tutti i cittadini.

L’attenzione per gli aspetti ambientali ha inoltre determinato la progettazione e l’installazione di un sistema di raccolta e accumulo dell’acqua utilizzata per i nebulizzatori/giochi d’acqua al fine di usarla per l’irrigazione. Il risparmio dell’acqua è inoltre garantito attraverso la tecnologia dell’aspirazione sottovuoto dei nuovi bagni.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Roma

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Tutte le bufale sul virus cinese

Con l’aumentare dell’attenzione generale e dei timori collegati alla pandemia stanno ovviamente aumentando anche le notizie false e allarmistiche. In Italia, in Europa e nel ...
Vai alla barra degli strumenti